Vickers Type 143

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vickers Type 143
Un Vickers 143 nei colori della Fuerza Aérea Boliviana
Un Vickers 143 nei colori della Fuerza Aérea Boliviana
Descrizione
Tipo Aereo da caccia
Equipaggio 1
Costruttore Regno Unito Vickers
Data primo volo 11 giugno 1929
Data entrata in servizio 1930
Utilizzatore principale Bolivia FAB
Esemplari 6
Sviluppato dal Vickers Type 141
Altre varianti Vickers Type 177
Dimensioni e pesi
Lunghezza 8,50 m (27 ft 11 in)
Apertura alare 10,36 m (34 ft 0 in)
Altezza 3,43 m (11 ft 3 in)
Superficie alare 31,2 (336 ft²)
Peso a vuoto 1 019 kg (2 246 lb)
Peso max al decollo 1 415 kg (3 120 lb)
Propulsione
Motore un Bristol Jupiter VIA, motore radiale a 9 cilindri raffreddato ad aria
Potenza 450 hp (336 kW)
Prestazioni
Velocità max 241 km/h (150 mph, 130 kt), alla quota di 3 500 m (11 500 ft)
Tangenza 6 100 m (20 000 ft)
Armamento
Mitragliatrici due Vickers calibro 7,7 mm (.30 in)

dati tratti da The Complete Book of Fighters[1].

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Vickers Type 143 (a volte indicato anche con la designazione Vickers Type 143 Bolivian Scout[2][3]) era un biplano monoposto realizzato dall'azienda britannica Vickers alla fine degli anni venti del XX secolo.

Nato dall'evoluzione del progetto che diede origine al Vickers Type 123, trovò impiego nella Fuerza Aérea Boliviana che ne acquistò sei esemplari, mettendoli in servizio a partire dal 1930[4].

Storia del progetto[modifica | modifica sorgente]

Il Type 143 nacque su richiesta delle autorità boliviane che avevano avuto modo di vedere all'opera il precedente Type 141 nel corso del 1929; il velivolo, per il quale furono richieste alcune modifiche (principalmente al motore ed alle ali), venne portato in volo per la prima volta l'11 giugno del 1929, convincendo l'aviazione boliviana ad acquistarne sei esemplari. Le consegne iniziarono nel gennaio dell'anno successivo e gli apparecchi furono immediatamente messi in servizio nella Forza Aérea Boliviana.

Sviluppi correlati[modifica | modifica sorgente]

Vista laterale del Vickers Type 177.

Su iniziativa privata la Vickers utilizzò una settima cellula del Type 143 per dare origine ad un ulteriore sviluppo del progetto originario[5], cui venne assegnata la sigla identificativa di Vickers Type 177.

Portato in volo per la prima volta il 26 novembre 1929[6], il Type 177 era equipaggiato con motore radiale Bristol Jupiter XFS e venne presentato alla Fleet Air Arm, unitamente al Type 143, in risposta alla specifica 21/26, con la quale si richiedeva un aereo da caccia imbarcato.

Nel corso delle prove di volo, svolte dal ponte della portaerei HMS Furious, uno dei piloti collaudatori, non abituato all'impiego dei freni a comando idraulico (una delle principali novità adottate dal Type 177), concluse malamente una manovra d'atterraggio danneggiando il muso dell'aereo e rendendolo inutilizzabile per la prosecuzione delle prove[5].

Tecnica[modifica | modifica sorgente]

Il Type 143 si presentava come un'evidente evoluzione del progetto del Type 141, mantenendone la struttura interamente metallica con rivestimento in tela. Le modifiche principali riguardavano le ali, che presentavano le estremità di forma squadrata ed alettoni di diversa forma e corda[7]. Altre modifiche di dettaglio riguardarono il carrello d'atterraggio, che rimaneva di tipo fisso, integrato da un pattino caudale all'estremità posteriore della fusoliera.

La principale modifica del Type 143 riguardava il motore: diversamente dai predecessori in questo caso venne impiegato un motore radiale; il 143 ospitava infatti il 9 cilindri Bristol Jupiter, nella versione VIA capace di sviluppare la potenza di 450 hp (pari a 336 kW).

La presenza del motore radiale consentì anche un diverso disegno della fusoliera che assunse una sezione ovale e determinò una diversa conformazione della cabina di pilotaggio[7].

Rimase, al contrario, invariato l'armamento, costituito da due mitragliatrici Vickers calibro .30 in, disposte ai lati della fusoliera, che sparavano (mediante sincronizzatore) attraverso il disco dell'elica.

Impiego operativo[modifica | modifica sorgente]

I sei esemplari del Type 143 furono intensamente impiegati dall'aviazione boliviana: dal 1932, per la durata di tre anni, la Bolivia si vide impegnata nella guerra del Chaco contro il Paraguay[2].

A quella data tre esemplari erano già stati radiati, ma ad uno dei tre Bolivian Scout superstiti spetterebbe il primato del primo successo in un conflitto aereo nei cieli dell'America Latina, ai danni di un Wibault 73[2].

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Bolivia Bolivia

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Green e Swanborough 1994
  2. ^ a b c Vickers 143 Bolivian Scout in Уголок неба
  3. ^ Boroli e Boroli 1983, p. 193
  4. ^ Boroli e Boroli 1983
  5. ^ a b Vickers 177 in www.aviastar.org
  6. ^ 'Vickers 177 in Уголок неба
  7. ^ a b Vickers 143 in www.aviastar.org

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Achille Boroli, Adolfo Boroli, Vickers Type 123 Scout in L'Aviazione, vol. 12, Novara, Istituto Geografico De Agostini, 1983, p. 193.
  • (EN) E.N. Andrews, E.B. Morgan, Vickers Aircraft since 1908, Londra, Putnam, 1988, ISBN 0-85177-815-1.
  • W. Green, G. Swanborough, The Complete Book of Fighters, New York, Smithmark, 1994, ISBN 0-8317-3939-8.
  • F.K. Mason, The British Fighter since 1912, Annapolis, ML, Naval Institute Press, 1992, ISBN 1-55750-082-7.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]