Via Nomentana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Nomentana" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Nomentana (disambigua).
In rosso la antica via Nomentana. Il tracciato si estendeva da Roma fino a Eretum dove si univa alla via Salaria (in verde)

La via Nomentana era un'importante via consolare romana che collegava Roma a Nomentum, città situata nei pressi dell'attuale Mentana.

La denominazione originale era via Ficulensis, perché la strada era inizialmente limitata a Ficulea; il prolungamento fino a Nomentum portò al cambio di nome.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La strada aveva origine da Porta Collina nelle mura serviane, e da lì proseguiva in direzione nord-est fino ad arrivare a Nomentum.

Attualmente, via Nomentana ha origine da Porta Pia, a un centinaio di metri dall'originale Porta Nomentana; nel suo percorso urbano tocca i quartieri Nomentano, Salario, Trieste, Monte Sacro e Monte Sacro Alto; una volta superato il Grande Raccordo Anulare, attraversa i quartieri di Sant'Alessandro e Prato Lauro, sempre del comune di Roma. Successivamente, dopo la rotatoria dell'incrocio con la via Palombarese, entra nella provincia, toccando Colleverde di Guidonia, Tor Lupara, Mentana (l'antica Nomentum) e Monterotondo ed arriva infine a Monterotondo scalo dove confluisce nella via Salaria.

Tangenziali che si dipartono dalla Nomentana[modifica | modifica sorgente]

  • Nomentana bis. Il 15 dicembre 2012 è stata aperta la variante Nomentana bis che si innesta al chilometro 18,600 della Nomentana stessa nel comune di Fonte Nuova (nella frazione Tor Lupara) ove è stata realizzata una rotatoria. La variante Nomentana bis è stata realizzata per eliminare il traffico tra l'incrocio con la Palombarese e Tor Lupara[1]
  • Tangenziale Nomentana-San Martino. Poco prima di entrare a Monterotondo si incontra la Tangenziale Nomentana-San Martino. Consta di pista ciclabile.[2]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (ITEN) Salvatore Vicario, La via Nomentana, Monterotondo, Barone, 1988.
  • Andrea Carbonara, Messineo Gaetano, Via Nomentana, Roma, Istituto Poligrafico dello Stato, 1996, ISBN 978-88-240-3864-5.
  • Giuseppe Cuccia, Roma. Via Nomentana. Da passeggiata dei papi a grande arteria urbana, Roma, Gangemi, 2007, ISBN 978-88-492-1362-1.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Apre alle auto la Nomentana bis, la nuova arteria anti traffico
  2. ^ Monterotondo, partono i lavori per la pista ciclabile
Roma Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma