Via Laietana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Opera urbana}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.
Piano della Ciutat Vella di Barcellona prima della realizzazione della via Laietana
La Casa dels Velers (al centro), la Caixa de Pensions (a sinistra) e l'ampliamento del Palau de la Música Catalana (a destra)

La Via Laietana è una via di Barcellona che e collega l'Eixample con il porto attraversando la Ciutat Vella. Prende il nome dal primo popolo iberico che abitò la zona.

Progettata inizialmente da Ildefons Cerdà i Sunyer nel 1859, più tardi (nel 1899), venne approvato il progetto di Àngel Baixeras.

L'inizio dei lavori venne inaugurato dal re Alfonso XIII di Spagna il 10 marzo del 1908, e la realizzazione dell'opera fu divisa in 3 tratti:

La realizzazione della strada rese necessario l'abbattimento di 2.199 case e di molti palazzi medievali, come il palazzo del marchese di Monistrol, il palazzo del marchese di Sentmenat e i conventi di Sant Sebastià e di Sant Joan de Jerusalem. Altri palazzi furono trasferiti pietra per pietra come la Casa Padellàs, sede del Museo di Storia di Barcellona, oggi nella Piazza del Re.

D'altra parte, l'opera ebbe diversi effetti positivi: valorizzò il patrimonio architettonico delle mura romane e degli edifici del Barri Gòtic e permise la costruzione dei tunnel sotterranei necessari per il passaggio della metropolitana.

Edifici d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]