Viṣṇusahasranāma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Manoscritto del Vishnu sahasranama, 1690 circa.

Viṣṇusahasranāma (lett.: "I mille nomi di Vishnu") è un inno a Sri Vishnu, fra le più sacre e cantate stotra dell'Induismo. In esso vengono elencati mille nomi della divinità, ognuno dei quali elogia una delle sue innumerevoli caratteristiche.

Secondo la leggenda[1], i nomi vennero dettati sul letto di morte dal guerriero Bhisma a Yudhisthira, durante la guerra di Kurukshetra.

La versione più popolare è quella contenuta nel tredicesimo libro del Mahābhārata (Anushasana Parva, अनुशासन पर्व, "libro degli insegnamenti"), ma ne esiste anche un'altra versione nella Padma Purana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Narrata nel 149esimo capitolo dell'Anushasana Parva del Mahābhārata.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

induismo Portale Induismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di induismo