Vessillologia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La vessillologia è lo studio delle bandiere. Essa affonda le sue radici nell'araldica medievale, ma bandiere esistevano già in epoche precedenti. Oggi si occupa essenzialmente della storia, delle caratteristiche, dei colori, del significato, dell'uso delle varie bandiere degli Stati, delle regioni, dei gruppi politici, etnici o sportivi di tutte le parti del mondo.

Il termine vessillologia è stato coniato da Whitney Smith nel 1959, fondatore della FIAV e direttore esecutivo del Flag Research Center di Winchester (Massachusetts) e autore di uno dei testi più importanti di vessilologia Flag through the ages and across the world (1975). Questo termine è la sintesi della parola latina vexillum (vessillo, bandiera) e il suffisso –logia, che significa "studio scientifico".

Una persona che studia le bandiere è detta vessillologo, e per esteso, qualcuno che disegna o progetta bandiere viene chiamato vessillografo.

L'araldica, continua invece a studiare gli stemmi. Sia la vessillologia che l'araldica hanno un lessico specialistico per la descrizione delle bandiere (Petra Sancta e linguaggio araldico), ma oggi usano più spesso descrizioni in lingua corrente con l'uso di scale di colore univocamente definite quali la Pantone.

Alcuni disegnatori di celebri bandiere[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

vessillologia Portale Vessillologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di vessillologia