Vescovato di Halberstadt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'antica diocesi tedesca, vedi Diocesi di Halberstadt.
Vescovato di Halberstadt
Vescovato di Halberstadt - Stemma
Vescovato di Halberstadt - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome ufficiale Bistum Halberstadt
Lingue parlate tedesco
Capitale Halberstadt
Dipendente da Sacro Romano Impero
Politica
Forma di governo teocrazia
Nascita 1180 con Ulrico di Halberstadt
Causa Divisione dal Ducato di Sassonia
Fine 1648 con Leopoldo Guglielmo d'Austria
Causa Secolarizzazione dello stato ecclesiastico
Territorio e popolazione
Economia
Valuta tallero di Halberstadt
Religione e società
Religioni preminenti cattolica (sino al 1540)
protestantesimo (dal 1540)
Religioni minoritarie ebraismo
Classi sociali patrizi, clero, cittadini, popolo
Evoluzione storica
Preceduto da Coat of arms of Lower Saxony.svg Ducato di Sassonia
Succeduto da Wappen Landkreis Halberstadt.svg Principato di Halberstadt

Il Vescovato di Halberstadt fu uno stato ecclesiastico tedesco inserito nel contesto del Sacro Romano Impero, che persistette nella propria esistenza dall'804 al 1648, costituendosi come entità territoriale di rilievo dal medioevo. La sua capitale fu Halberstadt e comprendeva i territori attorno ad Harz.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La diocesi venne fondata da Carlo Magno nell'804 con l'intento di cristianizzare i Sassoni e gli Slavi polabiani. La sua capitale fu inizialmente Osterwieck, ma venne presto spostata ad Halberstadt. Quando venne fondato l'arcidiocesi di Magdeburgo nel 968, Halberstadt perse metà dei propri territori in favore di questa nuova entità, e venne subordinata al Magdeburgo.

Il vescovato divenne luterano nel 1540 nel corso delle guerre della Riforma protestante. Durante la Pace di Vestfalia del 1648, esso venne secolarizzato come Principato del Sacro Romano Impero, e venne affitdato al Brandeburgo.

Vescovi di Halberstadt (809-1648)[modifica | modifica sorgente]

Vescovi
Nome Dal Al
Hildegrim I di Chalons 804 827
Thiatgrim 827 840
Sant'Aimone di Halberstadt 840 853
Hildegrim II 853 886
Agiulfo 886 894
Sigismondo 894 923
Bernardo 926 968
Hildewardo 968 996
Arnolfo 996 1023
Branthog 1023 1036
Burcardo I di Nabburg 1036 1059
Burcardo II 1059 1088
Hamezo (Vicario) 1085 1085
Dietmaro 1089 1089
Herrand 1090 1102
Federico I (Vicario) 1090 1106
Reinhard von Blankenburg 1107 1123
Otto von Kuditz 1123 1135
Rodolfo 1136 1149
Ulrico 1149 1160
Gero von Schowitz 1160 1177
Ulrico 1177 1181
Dietrich von Krosigk 1181 1193
Gardolf von Harbke 1193 1201
Konrad von Krosigk 1201 1209
Friedrich von Kirchberg 1209 1236
Ludolf von Schladen 1236 1241
Meinard von Kranichfeld 1241 1252
Ludolf II von Schladen (di nomina pontificia) 1253 1255
Volrad von Kranichfeld 1254 1295
Hermann von Blankenburg 1296 1304
Alberto I von Anhalt 1304 1324
Alberto II di Brunswick-Lüneburg 1324 1358
Gisalberto di Holstein (Vicario) 1324 1343
Alberto di Mansfeld (Vicario) 1346 1356
Ludwig von Meißen 1357 1366
Alberto III di Rikmersdorf 1366 1390
Ernesto I di Hohnstein 1391 1399
Rodolfo di Anhalt 1401 1406
Heinrich von Warberg 1407 1411
Albrecht von Wernigerode 1411 1419
Johannes von Hoym 1419 1437
Buchard von Warberg 1437 1458
Gebhard von Hoym 1458 1479
Ernesto II di Sassonia (Amministratore) 1480 1513
Alberto di Brandeburgo 1513 1545
Giovanni Alberto di Brandeburgo 1545 1550
Federico di Brandeburgo 1550 1552
Sigismondo II di Brandeburgo 1552 1566
Enrico Giulio di Brunswick-Lüneburg (Amministratore protestante) 1566 1613
Enrico Carlo di Brunswick (Amministratore protestante) 1613 1615
Rodolfo di Brunswick (Amministratore protestante) 1615 1616
Cristiano di Brunswick (Amministratore protestante) 1616 1623
Cristiano Guglielmo di Brandeburgo (Amministratore protestante) 1624 1628
Leopoldo Guglielmo d'Austria 1628 1648

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  • (LA) Ludwig Weiland (a cura di), Gesta episcoporum Halberstadensium, in Monumenta Germaniae Historica, Scriptores 23 (Chronica aevi Suevici), pp. 73-123
  • Uwe Grieme, Zur Aussagekraft von Bistumschroniken und Bischofskatalogen des Bistums Halberstadt im Hoch- und Spätmittelalter, in Concilium medii aevi 3 (2000), pp. 185-203 (PDF)