Vertice mondiale sulla sicurezza alimentare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Vertice Mondiale sulla Sicurezza Alimentare [4] si è svolto a Roma dal 16 al 18 novembre 2009. La decisione di organizzare il vertice è stata presa nel giugno del 2009 dal Consiglio dell'Organizzazione per l'Alimentazione e l'Agricoltura delle Nazioni Unite (FAO), su proposta del Direttore Generale Jacques Diouf. Sei capi di Stato e di Governo e 192 ministri, da 182 paesi e della Comunità Europea, hanno partecipato al vertice che si è svolto a Roma.

Contesto[modifica | modifica sorgente]

La FAO dichiara che la situazione globale della sicurezza alimentare è peggiorata e continua ad essere una seria minaccia. Esiste un miliardo di persone affette da fame cronica nel mondo e recenti statistiche dicono che questo numero potrebbe aumentare di 100 milioni nel 2009 [1]. I prezzi del cibo continuano irrimediabilmente a rimanere alti nei paesi di sviluppo, mentre la crisi economica globale aggrava la situazione danneggiando l’occupazione e aumentando la povertà.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Il Vertice ha adottato unanimemente una dichiarazione che impegna tutte le nazioni a sradicare la fame il più presto possibile. È stato dichiarato l'impegno ad aumentare sostanzialmente gli aiuti all'agricoltura dei paesi in via di sviluppo in maniera che il miliardo di affamati nel mondo si renda autosufficiente. La dichiarazione ha confermato l'attuale target di ridurre la fame della metà entro il 2015.

Dichiarazione[modifica | modifica sorgente]

Il primo giorno il Vertice ha adottato unanimemente una dichiarazione che impegnava tutte le nazioni del mondo a sradicare la fame il prima possibile. Questo promette di aumentare sostanzialmente aiuti all'agricoltura nei paesi in via di sviluppo al fine di rendere maggiormente autosufficienti il miliardo di affamati nel mondo. La dichiarazione ha confermato il target attuale di riduzione delle fame della metà per il 2015.[2][3][4]

Fondi[modifica | modifica sorgente]

La FAO ha annunciato a luglio che l'Arabia Saudita ha accettato di contribuire al costo dell'evento, stimato a $2.5 milioni. L'offerata venne fatta durante una visita ufficiale del Direttor Diouf.[5]

Eventi correlati[modifica | modifica sorgente]

I risultati dei tre eventi correlati, aventi luogo poco prima del Vertice, hanno contribuito al dibattito: un forum del settore privato (Milano, 12-13 novembre), una riunione inter parlamentare (Roma, 13 novembre) e una riunione parlamentare (Roma, 13 novembre) e il civil society forum (Roma, 14-16 novembre).

La FAO sostiene che questi tre eventi dell’ottobre 2009 hanno gettato le basi per il Vertice. Tali eventi erano: a High-level Expert Forum on How to Feed to World in 2050, 12-13 ottobre; il Committee on World Food Security, dal 14 al 17 October; e il World Food Day il 16 ottobre.

Prima del Vertice, come sforzo per convincere i governi a dedicare i necessari fondi e le priorità all’alimentazione e all'agricoltura, la FAO ha lanciato la campagna on line Campagna -1 miliardo di persone soffre di fame cronica contro la fame e ha invitato tutti a firmare per la risoluzione del problema.[6]

Il Direttore Generale della FAO, Jacques Diouf ha comunicato durante una riunione del settore privato pre vertice il 12 novembre che l’importanza del settore privato è aumentata grazie alla privatizzazione, globalizzazione e alla trasformazione della catena alimentare.[7]

Alla vigilia del Vertice, il Direttore Generale della FAO inizia ha iniziato uno [5] sciopero della fame per sollecitare un’azione immediata per porre fine alla vergogna della fame ed in solidarietà con il miliardo di uomini donne e bambini che soffrono di malnutrizione cronica. .[8]

Diouf ha fatto appello alle persone “di buona volontà” in tutto il mondo affinché si uniscano a lui in uno sciopero della fame mondiale nel corso di questo fine settimana. [9]

Tra le iniziative collaterali spicca il convegno di Firenze, organizzato presso l'auditorium del quotidiano La Nazione [10] con la partecipazione di un gruppo di docenti universitari che da anni studiano queste tematiche.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ 1.02 Billion People Hungry: One Sixth Of Humanity Undernourished, More Than Ever Before, Science Daily, 20 June 2009 [1]
  2. ^ http://www.google.com/hostednews/ap/article/ALeqM5jeEimi-fD79vUG9uVWzcG7e-A9oAD9C0IJSO0 "UN summit approves new approach to hunger fight, AP, 16 Nov 2009
  3. ^ http://www.timesonline.co.uk/tol/news/world/europe/article6918616.ece World leaders at UN summit vow to aid farmers in bid to help starving, Times on line, 16 Nov 2009
  4. ^ http://www.ilgiornale.it/interni/vertice_fao_papa_la_terra_puo_nutrire_tutti/economia-politica-politica_economica-malnutrizione-diouf-fame-fao-gheddafi-summit-vertice-roma/17-11-2009/articolo-id=399520 Vertice Fao, il Papa: "La terra può nutrire tutti", il Giornale online, 17 novembre 2009
  5. ^ Saudi Arabia to fund FAO World Food Security Summit, Asian Peasant Coalition, 30 July 2009 [2]
  6. ^ Il Direttore Generale della FAO inizia lo sciopero della fame, FAO online, 14 novembre 2009 [3]
  7. ^ Business leaders urged to help find hunger solutions, FAO Media Centre, 12 Nov 2009 http://www.fao.org/news/story/en/item/37194/icode/
  8. ^ U.N.: One billion worldwide face starvation, CNN, 15 November 2009 http://www.cnn.com/2009/WORLD/europe/11/15/un.hunger/index.html
  9. ^ UN food organisation chief holds hunger strike, 15 Nov 2009, http://sg.news.yahoo.com/afp/20091115/twl-fao-food-summit-4bdc673.html
  10. ^ La Nazione

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]