Verrine (gastronomia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una verrina con germogli.

Una verrine è un recipiente in vetro. Per estensione rispetto alla definizione precedente, in ambito culinario le verrine sono composizioni gastronomiche di origine francese, realizzate attraverso la sovrapposizione degli ingredienti in piccoli bicchieri di vetro. Le verrine si consumano con l'ausilio di un cucchiaino da caffè. Possono essere sia dolci che salate: più che gli ingredienti, che possono essere i più svariati, conta la forma estetica. Si usano come antipasto, aperitivo o dessert.

Origini[modifica | modifica sorgente]

Inventore delle verrine è considerato lo chef francese Philippe Conticini[1], che per primo ha presentato le sue elaborazioni gastronomiche nei bicchierini trasparenti, passando da un concetto di orizzontalità nella presentazione del piatto a quello di verticalità nel bicchiere.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (FR) Philippe Conticini, l'inventeur des verrines. URL consultato il 13-10-2010.