Vergine della Candelaria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Madonna della Candelaria, patrona delle Canarie

La Vergine della Candelaria, ossia della Candelora, è l'appellativo con cui i cattolici venerano Maria in seguito alla scoperta di una statua, ritenuta miracolosa, trovata in riva al mare nelle Isole Canarie (Spagna) nel 1392. La statua della Vergine ricorda la presentazione al Tempio di Gesù ed è patrona delle Isole Canarie.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la tradizione l'immagine della Vergine fu trovata da due pastori Guanci di Tenerife, su una roccia in riva al mare alcuni decenni prima della conquista delle isole da parte degli spagnoli. Gli aborigeni creduto che fosse uno spirito maligno hanno cercato di farle del male, finendo per essere feriti. In seguito, capito che era un segno di Dio iniziò l'adorazione.

Nel 1559 papa Clemente VIII dichiarò la Madonna della Candelaria patrona delle Canarie.[1] La Vergine di Candelaria è stato ampiamente utilizzato nelle preghiere, come le epidemie, pestilenze, siccità ed eruzioni vulcaniche di Teide e altri vulcani. Queste ultime preghiere erano molto simili a quelli di Napoli a San Gennaro per fermare le eruzioni di Vesuvio e Sant'Agata di Catania alle eruzioni del vulcano Etna in Sicilia.

Il 7 novembre 1826, l'effigie originaria della Candelaria fu perduta in un forte temporale, cosicché i domenicani commissionarono una nuova statua allo scultore Fernando Estévez. Nel 1830 la nuova effigie fu benedetta.

Il 12 dicembre 1867, papa Pio IX dichiarò la Madonna della Candelaria patrona principale dell'arcipelago canario.[1] Il 13 ottobre 1889 l'immagine è incoronata canonicamente - quinta immagine mariana di Spagna - dal vescovo di Tenerife Ramón Torrijos.

La Vergine è venerata oggi nella Basilica di Nostra Signora della Candelaria, che riceve milioni di pellegrini ogni anno. La statua della Candelaria è una Madonna nera, si trova nella parte alte di un altare a camerino, al quale i fedeli possono accedere alcune volte al giorno alla fine delle messe. La statua porta Gesù Bambino sul braccio destro e una candela nella mano sinistra. La Madonna della Candelaria sta su un trono ligneo con motivi vegetali dorati e circondata da due angeli, ai piedi ha una mezzaluna che allude ad Apocalisse 12,1. L'effigie della Madonna, che non è una statua a tutto tondo, ma ha scolpite solo il volto e le mani, viene rivestita con manti di differenti colori, secondo il calendario liturgico.

Festa[modifica | modifica wikitesto]

La Vergine di Candelaria ha due feste annuali: 2 febbraio (festa litúrca) e 15 agosto (festa popular). Ogni anno, durante le festes di agosto e febbraio, a devoti pereginación piedi è da tutti i comuni dell'isola di Tenerife, dalle altre isole delle Canarie e ornot da altrove in Spagna e in America Latina come il Venezuela e Cuba.

In queste celebrazioni evidenzia le Messe presiedute dal vescovo di Tenerife e processioni della Vergine per le strade. Nel mese di agosto l'evento più importante è la rappresentazione della comparsa l'immagine della Vergine a Guanci e offrendo il pellegrinaggio di tutte le isole Canarie e comuni dell'isola di Tenerife alla Vergine di Candelaria. Nel mese di febbraio evidenzia la Procesión de Las Candelas, una processione notturna in cui i fedeli portante candele accese e pregare il rosario.

Oltre alle feste, ogni sette anni la tradizione di trasferire l'immagine della Vergine di Candelaria alle città di Santa Cruz de Tenerife (capitale dell'isola) e di San Cristóbal de La Laguna (sede della diocesi di Tenerife) si svolge alternativamente ogni sette anni tra le due città. Ad esempio, nel 2002 la Vergine si trasferisce a Santa Cruz e sette anni più tardi nel 2009, si trasferisce a La Laguna, e così via.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (ES) Página sobre Candelaria del Cabildo de Tenerife

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]