Vergiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vergiano
frazione
Vergiano – Veduta
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
Provincia Provincia di Rimini-Stemma.png Rimini
Comune Rimini-Stemma.png Rimini
Territorio
Coordinate 44°02′23″N 12°30′01″E / 44.039722°N 12.500278°E44.039722; 12.500278 (Vergiano)Coordinate: 44°02′23″N 12°30′01″E / 44.039722°N 12.500278°E44.039722; 12.500278 (Vergiano)
Altitudine 20-70 m s.l.m.
Abitanti 1 500 (circa)
Altre informazioni
Cod. postale 47923
Prefisso 0541
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti vergianesi
Patrono santa Maria della Neve
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Vergiano

Vergiano è una frazione dell'entroterra riminese che conta circa 1.500 abitanti.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Sita a 7.0 km dal centro storico di Rimini e 9.0 km dalla spiaggia, Vergiano si sviluppa principalmente ai lati della via Marecchiese con il "Borgo dei Ciliegi", il "Ghetto Randuzzi" ed il "Ghetto Montanari", mentre nella parte più interna si estende tra le vie Mirandola e Rodella, oltre che nella zona denominata "Gaiofana di Vergiano".

Storia[modifica | modifica sorgente]

Secondo lo storico Tonini, il nome Vergiano deriva dal terreno posseduto dalla Gente Virgilia, antica famiglia romana, che ebbe la sua sede proprio in queste zone. Probabilmente è una leggenda, tramandatasi nei secoli; pare che dopo avere subito la confisca dei terreni di Mantova, peregrinado verso il suo esilio romano, il Sommo Poeta Virgilio abbia soggiornato in una locanda di Vergiano che ha preso il nome di "Virgiliana". Fino a pochi anni fa quel locale, che era un circolo ricreativo e si è trasformato in "Ristorante Le Ruote" era chiamato Cooperativa "Virgigliana".

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica sorgente]

Veduta dei giardini di Villa Mattioli

Villa Mattioli[modifica | modifica sorgente]

Sulle colline del Riminese, più precisamente a Vergiano, sorge una villa che fu costruita a metà '800 per volontà del marchese Audiface Diotallevi, che approfittò della presenza in città dell'ingegnere ed architetto Luigi Poletti dello Stato Pontificio. Colui che tanto abbellì Rimini, regalandogli il "Teatro Galli", fu incaricato della costruzione di questa splendida villa che tuttora si erge in tutta la sua bellezza, immersa nel verde. Oggi, in seguito alla sua ristrutturazione, è location riservata ed esclusiva per cocktail party, aperitivi, business lunches o cene di gala plassè. Al suo interno sono presenti numerosi ambienti eleganti e raffinati, in grado di ospitare fino a 200 ospiti. Tutt'intorno un superbo parco su cui si affaccia il salone Diotallevi.

Veduta del giardino principale della Tomba di Vergiano

Tomba di Vergiano[modifica | modifica sorgente]

Dalle fonti si evince che la Tomba di Vergiano era presente sin dal 1485; dotata di torre e di un cortile era circondata da un frutteto. Le tombe erano fattorie fortificate ed avevano funzione di controllo del territorio agricolo. Sorgevano spesso su di un'altura da cui dominare il paesaggio (per questo venivano chiamate anche tumulus), ma anche in pianura, talvolta circondate da aree acquitrinose. Nel medioevo assieme a palazzi e torri hanno costituito un passaggio significativo del popolamento delle campagne.

Romagna Portale Romagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Romagna