Ventiquattresimo emendamento della Costituzione irlandese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Ventiquattresimo emendamento della Costituzione irlandese avrebbe consentito all'Irlanda di ratificare il trattato di Nizza, fu respinto tramite il referendum tenutosi il 7 giugno 2001 che vide vincenti i contrari alla ratifica con il 53.9% dei contrari contro il 46,1% a favore con un'affluenza alle urne del 34,8%.

Modifica del testo[modifica | modifica wikitesto]

Articolo 29.4.7: Lo Stato può ratificare il trattato di Nizza che emenda il trattato sull'Unione europea, i trattati che istituiscono le Comunità europee e alcuni atti connessi firmato a Nizza il 24 febbraio 2001.

Articolo 29.4.8: Lo Stato può osservare le deroghe ai sensi degli articoli 1.6, 1.9, 1.11, 1.12, 1.13 e 2.1 del Trattato citato nel titolo 7 di questa sezione ma qualsiasi esercitazione sarà conforme alla preventiva approvazione parlamentare.

Contesto[modifica | modifica wikitesto]

Il ventiquattresimo emendamento fu proposto dal Fianna Fáil e dai Progressisti Democratici allora al governo, fu appoggiato anche dal Fine Gael e dai Laburisti mentre vi si opposero i Verdi, lo Sinn Féin e il Partito Socialista.

Esito refendario[modifica | modifica wikitesto]

Questo il risultato del referendum in dettaglio.

Preferenza Voti Percentuale (%)
461.451 46,13
X mark.svg No 529.478 53,87%
Voti validi 990.956 99,13%
Voti dispersi 6.649 0,87%
Affluenza 34,79%
Aventi diritto 2.867.960