Venceslao I di Lussemburgo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wenceslaus of Luxembourg.jpg

Venceslao di Lussemburgo (anche Venceslao di Boemia, in lussemburghese: Wenzel I. vu Lëtzebuerg; in tedesco: Wenzel der faule; in boemo: Václav Lucemburský; Praga, 25 febbraio 1337Lussemburgo, 8 dicembre 1383) fu Conte (dal 1353 al 1354) e poi Duca di Lussemburgo (dal 1354 al 1383).

Origine[modifica | modifica sorgente]

Era figlio del Re di Boemia e Conte di Lussemburgo Giovanni I (figlio dell'Imperatore del Sacro Romano Impero Arrigo VII e di Margherita di Brabante, figlia di Giovanni I di Brabante) e di Beatrice di Borbone, figlia di Luigi I di Borbone, primo duca di Borbone.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Scudo di Venceslao I

Alla morte del padre, nel 1346, alla battaglia di Crécy, il fratellastro Carlo, che era già stato designato a diventare Imperatore del Sacro Romano Impero ed era stato eletto e incoronato Re dei Romani, qualche mese prima, assunse anche il titolo di Conte Carlo I di Lussemburgo.

Nel 1352, Venceslao sposò Giovanna del Brabante, figlia del duca di Brabante e Limburgo, Giovanni III e di Maria d'Évreux.

Nel 1353, il fratellastro, l'imperatore Carlo IV, deciso a lasciare la Germania, per ricevere la corona imperiale da papa Clemente VI, prima di partire, gli assegnò la contea di Lussemburgo.

In concomitanza all'incoronazione imperiale del fratellastro, Venceslao elevò la contea a ducato del Lussemburgo.

Nel 1355, alla morte del suocero, la moglie Giovanna ereditò i ducati di Brabante e Limburgo e Venceslao divenne duca consorte. Il cognato, Luigi II di Fiandra, marito della sorella di Giovanna, Margherita del Brabante (1323-1368), pretese la dote della moglie Margherita e non essendo stato esaudito, occupò il Brabante nel corso del 1356. Nel 1357 restituì il ducato, mantenendo il titolo, e garantendo ai suoi discendenti il diritto di successione sui ducati di Brabante e Limburgo.

Nel 1371, sovrastimando le proprie forze, Venceslao decise di attaccare il ducato di Jülich, ma fu sonoramente sconfitto a Baesweiler, dove perse parte del suo esercito e parecchi nobili persero la vita e Venceslao stesso fu fatto prigioniero e rimase in cattività per undici mesi.

Venceslao morì (alcune indiscrezioni dicono di lebbra), nel 1383, e gli successe il nipote, Venceslao II. Le sue ultime volontà furono di ordinare il prelievo del suo cuore ed inviarlo alla moglie che si trovava a Bruxelles.

Venceslao fu un mecenate, soprattutto di cronisti, tra cui Jean Froissart e lui stesso fu un trovatore, di cui si conoscono 79 composizioni.

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Venceslao dalla moglie Giovanna non ebbe figli. ebbe invece alcuni figli bastardi:

  • Gilles, signore di Latour
  • Guglielmo
  • Giovanni

Uno degli ultimi due fu un cavaliere teutonico

Predecessore Conte di Lussemburgo Successore
Carlo I 1353-1354 la Contea diviene Ducato
Predecessore Duca di Lussemburgo Successore
il Ducato nasce dalla Contea 1354-1383 Venceslao II

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • W. T. Waugh, Germania: Carlo IV, in «Storia del mondo medievale», vol. VI, 1999, pp. 401-422.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 25032343 LCCN: no90002360