Venanzio Ortis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Venanzio Ortis
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso (in attività) 64 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità 5000 m, 10000 m
Record
5000m 13'19"19
10000m 27'31"5
Società Fiamme Oro
Carriera
Nazionale
Italia Italia 25
Palmarès
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Oro Praga 1978 5000m
Argento Praga 1978 10000m
Statistiche aggiornate al 26 marzo 2008

Venanzio Ortis (Paluzza, 29 gennaio 1955) è un ex atleta e fondista italiano. Vinse la medaglia d'oro nei 5000 m e quella d'argento nei 10000 m ai Campionati europei del 1978.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò a gareggiare nel 1969 mettendosi subito in evidenza facendo segnare il miglior tempo dell'anno sui 1000 metri nella categoria "ragazzi". Vinse poi il campionato italiano allievi sui 1000 m e sui 3000 m, conquistando negli stessi anni anche un campionato nazionale allievi nello sci di fondo, disciplina che poi abbandonò per dedicarsi esclusivamente all'atletica leggera. A livello juniores conquistò un secondo posto nel prestigioso Cross delle Nazioni. Nel 1976 partecipò alle Olimpiadi di Montreal, all'età di 21 anni, ma raggiunse l'apice della sua carriera nel 1978, all'età di 23 anni: il 16 agosto stabilì il primato italiano sui 5000 m finendo al terzo posto al Meeting di Zurigo con il tempo di 13'20"8, battuto solo dal primatista del mondo Henry Rono e dal campione di casa Markus Ryffel. Il 29 agosto, ai campionati europei di Praga, partecipò alla corsa dei 10000 m, gara d'esordio della manifestazione, giungendo secondo dietro al finlandese Martti Vainio e stabilendo, con il tempo di 27"31'48, il nuovo record italiano (mezzo minuto meglio del precedente primato) e la sesta migliore prestazione mondiale di sempre. Il 2 settembre si aggiudicò infine il titolo di campione europeo dei 5000 m con uno sprint vincente sullo stesso Ryffel e sul sovietico Aleksandr Fedotkin, giunti secondi ex aequo. Fu il primo titolo continentale per l'Italia in una gara di mezzofondo prolungato, molti altri ne seguiranno negli anni successivi.

La sua promettente carriera fu bloccata l'anno seguente da un infortunio e dalle successive complicazioni che gli impedirono di gareggiare alle Olimpiadi di Mosca. Si ripresentò alle gare nel 1981, anno in cui ottenne come miglior risultato il quarto posto in Coppa del mondo sui 10000 m, oltre a migliorare il record italiano sui 5000 m. Afflitto da ulteriori problemi fisici, nel 1983 abbandonò definitivamente le competizioni.

È rimasto legato al mondo dell'atletica essendo stato consigliere nazionale della FIDAL per due anni e presidente della Libertas Udine per un quadriennio.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Ha vinto anche la "cinque mulini" juniores nel 1974

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]