Veep - Vicepresidente incompetente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Veep)
Veep - Vicepresidente incompetente
Veep 2012.png
Immagine dalla sigla della serie
Titolo originale Veep
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2012 – in produzione
Formato serie TV
Genere commedia, satirico
Stagioni 3
Episodi 28
Durata 30 min (episodio)
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 16:9
Risoluzione 1080i
Colore colore
Audio Dolby Digital 5.1
Crediti
Ideatore Armando Iannucci, Simon Blackwell
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Casa di produzione HBO
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 22 aprile 2012
Al in corso
Rete televisiva HBO
Prima TV in italiano (pay TV)
Dal 25 giugno 2014
Al in corso
Rete televisiva Sky Atlantic
Opere audiovisive correlate
Altre The Thick of It

Veep - Vicepresidente incompetente (Veep) è una serie televisiva statunitense trasmessa dal 2012 sul canale via cavo HBO. In Italia va in onda dal 25 giugno 2014 su Sky Atlantic.[1] Ambientata nell'ufficio di una vicepresidente americana di finzione, è una commedia satirica ideata da Armando Iannucci, che utilizza lo stesso stile realistico, detto cinéma-vérité, già usato nella serie televisiva satirica The Thick of It dello stesso Iannucci, trasmessa dal 2005 dalla BBC.

Dopo un episodio pilota del 2011, scritto da Iannucci e da Simon Blackwell, è stata commissionata un'intera stagione della serie.[2] La serie ha debuttato il 22 aprile 2012 su HBO,[3] ed è stata trasmessa nel Regno Unito dal 25 giugno 2012 sul canale Sky Atlantic. Il 30 aprile 2012 la serie è stata rinnovata per una seconda stagione.[4]

La prima stagione di Veep ha valso alla serie tre candidature ai Primetime Emmy Award, come miglior serie televisiva commedia, miglior attrice in una serie commedia per Julia Louis-Dreyfus, e miglior casting per una serie commedia.

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 8 2012 2014
Seconda stagione 10 2013 2014
Terza stagione 10 2014 inedita

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Episodio pilota per ABC[modifica | modifica sorgente]

Un episodio pilota per una versione americana di The Thick of It è stato inizialmente prodotto per proporre la serie al canale ABC per la stagione televisiva 2007-2008. L'episodio è stato sviluppato per il pubblico americano dai produttori Mitch Hurwitz e Richard Day di Arrested Development e ruotava attorno alla vita quotidiana di un membro di basso livello del Congresso degli Stati Uniti d'America e del suo staff. Il pilota è stato diretto da Christopher Guest e prodotto da Sony Pictures TV e BBC Worldwide. L'ideatore Armando Iannucci fu accreditato nella produzione, ma non venne coinvolto nella sua realizzazione dell'episodio.[5]

Nel pilota, John Michael Higgins interpreta Albert Alger, un neoeletto membro del Congresso, e Oliver Platt interpreta il presidente del Comitato Malcolm Tucker.[6] L'attrice Rhea Seehorn è Ollie Tadzio, una giovane ed ambiziosa speechwriter, e Michael McKean interpreta Glen Glahm, a capo dello staff di Alger.[7]

Tuttavia l'emittente ABC non ha accettato di inserire la serie nel suo palinsesto.[8] Iannucci ha preso le distanze dal pilota affermando «Era terribile. Hanno preso l'idea e buttato via tutto lo stile. Era tutto girato in maniera convenzionale e non c'era improvvisazione, né imprecazioni. Non è stato accettato, grazie a Dio».[9]

Sviluppo della serie per HBO[modifica | modifica sorgente]

La protagonista Julia Louis-Dreyfus nel 2013, alla Casa Bianca, con il vero vicepresidente Joe Biden.

Dopo che l'episodio pilota è stato rifiutato da ABC, diverse emittenti, tra cui HBO, Showtime e NBC, hanno espresso interesse per la serie.[10] Iannucci è rientrato in trattative con HBO sull'adattamento della serie, ottenendo alla fine del 2009 la commissione di un nuovo pilota per una serie ambientata nell'ufficio del vicepresidente degli Stati Uniti d'America ed intitolata Veep (un soprannome derivato dalle iniziali "VP").[9][11]

Iannucci ha ottenuto così un maggior controllo creativo dello show, e ha co-sceneggiato l'episodio pilota insieme a Simon Blackwell, con il quale aveva già lavorato alla serie britannica The Thick of It.[2][12] HBO ha annunciato la commissione di un'intera stagione nell'aprile del 2011.[12]

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Le riprese dell'episodio pilota sono terminate nel marzo del 2011.[13] La serie è stata girata a Baltimora a partire dalla fine del 2011.[2][14]

In un'intervista del 17 aprile 2012 durante il programma The Daily Show, Louis-Dreyfus ha affermato che è nelle intenzioni degli sceneggiatori, in linea con la serie della BBC, non mostrare sullo schermo il Presidente degli Stati Uniti d'America e non rivelare il partito politico dei personaggi.[15]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ [1]
  2. ^ a b c (EN) HBO Picks Up Veep, Armando Iannucci’s New Comedy Series, We Got This Covered, 18 aprile 2011. URL consultato il 10 agosto 2012.
  3. ^ (EN) Nellie Andreeva, UPDATE: Premiere Dates For HBO's 'Girls,' 'Game Of Thrones', 'Veep' & 'Game Change', Deadline.com. URL consultato il 24 aprile 2012.
  4. ^ (EN) Bill Carter, HBO Quickly Renews 'Girls' and 'Veep', NYTimes.com, 30 aprile 2012. URL consultato il 30 aprile 2012.
  5. ^ (EN) Christopher Guest Jumps Into 'The Thick of It', Zap2it.com. URL consultato il 16 marzo 2007.
  6. ^ (EN) Platt, 'Piz' Pluck Pilot Parts, Zap2it.com. URL consultato il 2007-03-16.
  7. ^ (EN) 'Gilmore' Regular Joins ABC Pilot, Zap2it.com. URL consultato il 16 marzo 2007.
  8. ^ (EN) Tim Goodman, Sometimes buzz about TV pilots is just a lot of hot air, San Francisco Chronicle. URL consultato il 27 maggio 2007.
  9. ^ a b (EN) Michael Rosser, Iannacci in talks with HBO over US Thick of It, Broadcast, 24 aprile 2009. URL consultato il 24 aprile 2009.
  10. ^ (EN) Rejected by ABC, political satire sparks interest, Reuters. URL consultato il 4 giugno 2007 (archiviato dall'url originale il 7 giugno 2007).
  11. ^ (EN) Eric Deamer, HBO Gets into the Political Satire Game with Veep, www.technologytell.com. URL consultato il 24 aprile 2012.
  12. ^ a b (EN) HBO Picks Up Julia Louis-Dreyfus Pilot 'Veep' to Series, The Hollywood Reporter, 17 aprile 2011. URL consultato il 10 agosto 2012.
  13. ^ (EN) Armando Iannucci, Status 44189301315092480, Twitter, 5 marzo 2011. URL consultato il 10 agosto 2012.
  14. ^ (EN) HBO's series 'VEEP' starring Julia Louis-Dreyfus begins production in Maryland, Baltimore Sun, 3 ottobre 2011. URL consultato il 10 agosto 2012.
  15. ^ (EN) Julia Louis-Dreyfus, The Daily Show with Jon Stewart, 17 aprile 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]