Vbnc

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con l'acronimo VBNC (dall'inglese Viable But Not Culturable, che tradotto in italiano significa "vitale ma non coltivabile") si indica uno stato che possono assumere molte specie di batteri in risposta a situazioni di stress determinate da condizioni ambientali, come la mancanza di nutrienti o l'aumento della temperatura, oppure dalla presenza di alcune sostanze chimiche (come gli antibiotici)[1]. Lo stato VBNC prevede una serie di cambiamenti nella morfologia e nella fisiologia della cellula, finalizzati alla sua sopravvivenza in condizioni avverse. Quando le condizioni ritornano alla normalità, la cellula può ritornare al suo stato vegetativo (coltivabile), attraverso un processo di riattivazione che viene chiamato talvolta "resurrezione".

Diverse specie batteriche possono entrare in uno stato VBNC, tra cui Escherichia coli, Listeria monocytogenes, Vibrio vulnificus e Legionella pneumophila.

Caratteristiche dello stato VBNC[modifica | modifica wikitesto]

Per definizione, un batterio in stato VBNC è metabolicamente attivo ma incapace di riprodursi. Per questo motivo, il microrganismo non può essere coltivato. Dal punto di vista morfologico, la cellula batterica in stato VBNC riduce di progressivamente le sue dimensioni ed assume una forma sferica (coccoide), probabilmente per ridurre al minimo le richieste energetiche e nutritive del metabolismo. La "resurrezione" dallo stato VBNC è un processo stimolato da un fattore opposto a quello che ha indotto il VBNC e può richiedere ore o giorni per essere completata.

microbiologia Portale Microbiologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di microbiologia
  1. ^ Laam Li, Nilmini Mendis, Hana Trigui, James D. Oliver and Sebastien P.Faucher, The importance of the viable but non-culturable state in human bacterial pathogens in Frontiers in Microbiology, vol. 5, nº 258.