Vauxhall Astra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vauxhall Astra
Vauxhall Astra Mk I Clare.jpg
Vauxhall Astra prima serie
Descrizione generale
Costruttore Regno Unito  Vauxhall Motors
Tipo principale Berlina
Produzione dal 1979
Sostituisce la Vauxhall Viva
Altre caratteristiche
Altro
Stessa famiglia Opel Kadett E
Opel Astra
Vauxhall-Astra-Mk3.jpg
Vauxhall Astra terza serie

La Vauxhall Astra è un'autovettura di fascia media prodotta in più serie a partire dal 1979 dalla Casa automobilistica inglese Vauxhall.

Breve descrizione e storia[modifica | modifica sorgente]

Introdotta per sostituire la Vauxhall Viva, la Astra non era altro che la Opel Kadett D rimarchiata con il logo Vauxhall.

Prima e seconda serie[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Opel Kadett.

La prima Vauxhall Astra era identica in tutto e per tutto alla Kadett D, eccezion fatta per il marchio sul frontale e per la guida a destra. Identiche erano la scocca, le sospensioni, la trasmissione ed i motori.

La prima Vauxhall Astra fu tolta di produzione nel 1984, per lasciare il posto alla seconda serie, che a sua volta era identica alla Kadett E che, anche in questo caso condivideva meccanica e lamierati con la "sorella inglese".

Serie successive[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Opel Astra.

Nel 1992 fu lanciata la terza serie dell'Astra, ma stavolta vi fu una variazione, nel senso che anche il corrispondente modello Opel venne battezzato Astra: ciò in seguito ad un programma di unificazione dei nomi dei modelli Opel e Vauxhall. Dalla terza serie in poi, quindi, anche i nomi sono identici: la terza serie della Vauxhall Astra coincide quindi con la prima serie dell'Opel Astra e così via di serie in serie.

Attività sportiva[modifica | modifica sorgente]

Basandosi sulla seconda generazione dell'Astra GTE, nel 1987 ne venne prodotta la versione Xtrac per partecipare al Campionato Europeo Rallycross. Sviluppata da John Welch, era dotata di trazione integrale abinata a tre differenziali e di un propulsore 2.1 dalla potenza di 650 cv derivato da una Opel Manta 400. Sia il sistema di iniezione del carburante che i pistoni Mahle derivno da un motore di F1 ed era fornita di un turbocompressore Garrett AiResearch TO4S. Il telaio era del tipo speceframe ed era avvolto da una carrozzeria in Kevlar e fibra di carbonio. [1]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili
  1. ^ John Welch’s Vauxhall Astra Xtrac. URL consultato l'11 luglio 2014.