Vasil Kolarov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vasil Kolarov
V.kolarov.jpg

Presidente dell'Assemblea Nazionale
Capo provvisorio dello stato
Durata mandato 15 settembre 1947 –
9 dicembre 1947
Predecessore carica inesistente
Successore Minčo Nejčev

Primo ministro della Bulgaria
Durata mandato 2 luglio 1949 –
23 gennaio 1950
Presidente Minčo Nejčev
Predecessore Georgi Dimitrov
Successore Vălko Červenkov

Dati generali
Partito politico Partito comunista

Vasil Petrov Kolarov (in bulgaro: Васил Петров Коларов; Šumen, 16 luglio 1877Sofia, 23 gennaio 1950) è stato un politico bulgaro, Presidente dell'Assemblea Nazionale in veste di Capo provvisorio dello stato e Primo ministro della Repubblica Popolare di Bulgaria.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Kolarov nacque a Šumen, in Bulgaria. Negli anni '90 del XIX secolo si unì al Partito Democratico Sociale Bulgaro, e dal 1905 si era identificato con la sua ala rivoluzionaria. Fu eletto all'assemblea nazionale bulgara nel 1913 e nel 1920. In questo periodo, Kolarov era tra i leader dei partito, e un attivo partecipante del Comintern. Nel 1923 condusse una rivolta popolare contro il regime fascista assieme a Georgi Dimitrov, ma la rivolta fallì e Kolarov dovette fuggire in Unione Sovietica in cui rimase per più di vent'anni.

Kolarov tornò in Bulgaria nel 1945, durante l'occupazione sovietica, e fu rieletto all'assemblea nazionale. Fu ancora eletto nel 1946 e divenne Presidente Provvisorio della Bulgaria, tra la completa dominazione comunista. Rimase presidente fino al 1947, quando divenne Ministro degli Esteri nel governo Dimitrov. Quando quest'ultimo morì nel 1949, Kolarov perse la sua carica, ma fu eletto Primo ministro della Bulgaria dal Partito. Rimase Primo Ministro fino alla morte, avvenuta pochi mesi dopo a Sofia.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 25400186 LCCN: n83225002