Varianza cosmica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Universo
Big bang manifold (it).png
Struttura a grande scala dell'universo
Singolarità gravitazionale
Inflazione cosmica
Varianza cosmica
Universo di de Sitter
Teorie della nascita dell'universo
Big Bang
Modello Lambda-CDM o modello standard dell'universo
Cronologia del Big Bang
Nucleosintesi primordiale
Buco nero primordiale
Cosmologia quantistica
(oltre il modello standard del Big Bang)
Stato di Hartle-Hawking
Cosmologia ciclica conforme
Inflazione caotica
Universo ecpirotico
Selezione naturale cosmologica
Teorie sul destino dell'universo
Destino ultimo dell'universo
Big Crunch
Big Bounce
Morte termica dell'Universo
Universo oscillante
Big Rip
Cosmologia ciclica conforme
Inflazione caotica
Cosmologia e Astrofisica
Formazione ed evoluzione delle galassie
Popolazioni stellari
Radiazione cosmica di fondo
Cosmologia non standard
Selezione naturale cosmologica
Universo ecpirotico o Big Splat
Cosmologia al plasma
Cosmologia di stringa
Sistema reciproco di teoria
Teoria dello stato stazionario
Cosmologia ciclica conforme
Teoria dello stato quasi-stazionario
Universo statico
Ylem
Astronomia
Storia dell'astronomia
Cronologia della radiazione cosmica di fondo
Massive compact halo object
Nana rossa
Forma dell'universo
Stella
Buco nero supermassiccio
Universo
Creazione (teologia)
Mito della creazione
Creazionismo
Stime della data della creazione
Argomenti di fisica correlati
Freccia del tempo
Distanza comovente
Effetto Compton
Energia oscura
Inflazione cosmica
Inflazione eterna
Quintessenza
Materia oscura
Materia oscura fredda
Materia oscura calda
Legge di Hubble
Effetto integrato di Sachs Wolfe
Monopolo magnetico
Multiverso
Paradosso di Olbers
Transizione di fase
Gravità quantistica
Spostamento verso il rosso
Teoria del tutto
Teoria M
Teoria delle stringhe
Processo triplo alfa
Postulato di Weyl
Scienziati

La varianza cosmica è l'incertezza statistica inerente alle osservazioni dell'universo a distanze estreme. Essa si basa sull'idea che è possibile osservare solo una parte dell'universo in un determinato istante, quindi è difficile fare rilevazioni statistiche sulla cosmologia sulla scala dell'intero universo[1] [2], in quanto il numero di osservazioni (piano di campionamento), può essere troppo piccolo.

Il modello standard del Big Bang è di solito integrato con l'inflazione cosmica. Nei modelli inflazionistici, l'osservatore vede solo una piccola frazione di tutto l'universo, meno di un miliardesimo (1/109) del volume dell'universo. Quindi l'universo osservabile (chiamato anche orizzonte di particella dell'universo) è il risultato di processi che seguono alcune leggi fisiche generali, tra cui la meccanica quantistica e la relatività generale. Alcuni di questi processi sono casuali: ad esempio, la distribuzione delle galassie in tutto l'universo può essere descritta solo statisticamente e non può essere derivata da alcun principio primo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Rachel S. Somerville, Kyoungsoo Lee, Henry C. Ferguson, Jonathan P. Gardner, Leonidas A. Moustakas, Mauro Giavalisco, Cosmic Variance in the Great Observatories Origins Deep Survey in The Astrophysical Journal Letters, vol. 600, nº 2, 2004, pp. L171–L174, DOI:10.1086/378628. URL consultato il 10-11-2010.
  2. ^ (EN) M.S. Keremedjiev (Cornell University), E.C. MacDonald, A. Dey, B.T. Jannuzi (NOAO), Quantifying the Effects of Cosmic Variance Using the NOAO Deep-Wide Field Survey, American Astronomical Society, gennaio 2006. URL consultato il 10-11-2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Stephen Hawking (2003). Cosmology from the Top Down. Proceedings of the Davis Meeting on Cosmic Inflation.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica