Vangeli di Ossirinco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I Vangeli di Ossirinco sono due frammenti ritrovati tra i papiri di Ossirinco che contengono brevi testi in greco di natura evangelica, non riconducibili ad alcun vangelo apocrifo o canonico, e databili tra il I e il II secolo.

Dal loro numero di acquisizione del British Museum, sono anche noti come Papiro di Ossirinco 840 e Papiro di Ossirinco 1224.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • I vangeli apocrifi. A cura di Marcello Craveri. Torino, Einaudi, 1969.
  • Grenfell, Bernard P. and Arthur S. Hunt, Fragments of an Uncanonical Gospel
  • The Complete Gospels: Annotated Scholars Version, edito da Robert J. Miller; Sonoma CA: Polebridge 1992. ISBN 0-944344-29-1 Oxy. 840 è introdotto e tradotto da Philip Sellew, pp. 412-4155, Oxy. 1224 dal professor Miller (sulla base di una bozza di Thomas J. Crossan), pp. 416-418. Solo inglese, i testi in greco non sono dati.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]