Van Wyck Brooks

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Van Wyck Brooks (Plainfield, 16 febbraio 1886Bridgewater, 2 maggio 1963) è stato uno storico e critico letterario statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Brooks fu istruito alla Harvard University dove si laureò nel 1908.

La sua carriera si può distinguere per due fasi ben precise: nel primo periodo, dal 1900 al 1926, si occupò di analizzare il passato della società statunitense, allo scopo di smascherarne le contraddizioni, i difetti, i limiti. Studiò l'effetto di questi elementi negativi sulle opere di due famosi scrittori: Mark Twain e Henry James, arrivando alla conclusione che gli scrittori dotati di genialità personale non trovavano un buon terreno fertile nello sfondo sociale contemporaneo, mentre quelli dotati di acutezza sociale risultavano incapaci di sviluppare una propria personalità.[1]

Quindi in questo primo periodo di carriera, Brooks apparve come il portavoce di un movimento atto ad aiutare la maturazione e la prese di coscienza da parte dell'America, come evidenziò l'opera emblematica di quegli anni: America's Coming of Age ("L'america sulla via della maturazione") del 1915.

La seconda fase dello scrittore fu in qualche modo delineata da un profondo e lungo dolore provato che lo tenne per qualche anno distante anche dal lavoro. Una volta ripresa l'attività, continuò a tessere biografie ed analisi della realtà socio-culturale, riducendo però lo spirito di denuncia e amplificando l'atteggiamento nostalgico rivolto al passato della Nuova Inghilterra. In questo periodo scrisse molti saggi, eleganti per forma e ricchi di contenuti, che riscossero buoni successi ma anche qualche attacco da parte dei critici giovani. L'origine delle critiche ai suoi lavori era motivata dal suo allontanamento dalla letteratura emergente e innovativa.

L'opera più apprezzata di questo periodo risultò la sua serie di studi intitolato Makers and Finders, in cinque volumi (1936-1952) inerente all'evoluzione della letteratura americana dalle origini. Nel 1937, Brooks ricevette il Premio Pulitzer per il secondo volume della sua opera storico-letteraria, intitolato The Flowering of New England.

Di pregevole fattura furono anche il primo volume delle sue memorie, intitolato Scenes and Portraits: Memoirs of Childhood and Youth del 1954 e la biografia del pittore John Sloan.

Abitò a lungo nella località di Bridgewater (Connecticut), nella quale venne costruita una vera e propria cittadella del libro recante il suo nome. Dopo varie vicissitudini, le sorti della grande libreria si risollevarono intorno al 1980.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Le Muse", De Agostini, Novara, 1964, Vol.II, pag.442
  2. ^ [1] sito Web "Burnham Public Library", pagina Web "Library History", 4 maggio, 2009

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 32080684 LCCN: n79021976