Vampires

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vampires
Vampires.JPG
Una scena del film
Titolo originale John Carpenter's
Vampires
Paese di produzione USA
Anno 1998
Durata 102 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere orrore
Regia John Carpenter
Soggetto John Steakley
Sceneggiatura Dan Jakoby
Produttore Sandy King
Fotografia Gary B. Kibbe
Montaggio Edward A. Warschilka
Effetti speciali Jason Gustafson, Corey Pritchett
Musiche John Carpenter
Scenografia Thomas A. Walsh
Costumi Robin Michel Bush
Trucco Robert Kurtzman, Greg Nicotero, Howard Berger
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Vampires è un film del 1998, diretto da John Carpenter.

Tratto dal romanzo Vampire$ di John Steakley, presenta un cast composto da James Woods - nel ruolo di Jack Crow, il leader di una squadra di cacciatori di vampiri commissionata dal Vaticano - Daniel Baldwin, Sheryl Lee, Thomas Ian Griffith e Maximilian Schell. Vampires è caratterizzato fortemente da elementi del cinema western di Howard Hawks e John Ford.

Visto il successo del primo capitolo, Carpenter decise di produrre (fatto già avvenuto nella saga di Halloween) un seguito, diretto da Tommy Lee Wallace intitolato Il cacciatore delle tenebre. Ne fecero un seguito Vampires 3 nel 2005, ma è un film che ha una storyline completamente diversa rispetto ai primi due.

Trama[modifica | modifica sorgente]

All'inizio, due cacciatori di vampiri - Jack Crow (James Woods) e il suo amico Montoya (Daniel Baldwin) - nel mezzo del Nuovo Messico si trovano vicini ad una vecchia capanna abbandonata. Crow scruta con un binocolo il posto. Subito dopo, i due tornano al loro furgone e chiamano il resto dei cacciatori. Assemblano un buon equipaggiamento e fanno irruzione nella capanna. Due minuti di totale silenzio: la cabina sembra vuota, sino a quando una vampira non plana sul collo di uno dei cacciatori e lo morde. Inizia una carneficina all'interno della capanna apparentemente disabitata, che si rivela in realtà un covo zeppo di vampiri. Finita di razziare la capanna, il gruppo di cacciatori di vampiri torna nel motel del deserto dove alloggiano; i cacciatori si ubriacano, fumano e corteggiano le belle ragazze all'interno, per celebrare la loro vittoria. Molte delle donne sono prostitute, inclusa Katrina (Sheryl Lee). Mentre i cacciatori sono distratti, Valek (Thomas Ian Griffith) - capo dei vampiri - giunge al motel, morde Katrina e massacra tutti i cacciatori eccetto Crow e Montoya che scappano e riescono a salvarsi.

Non appena riescono a uscire dal motel ormai infestato dai vampiri, prendono Katrina e rubano un pick-up, che guideranno a tavoletta sull'autostrada. Ma nonostante la velocità del veicolo, Valek li raggiunge e li aggredisce. Montoya spara in testa a Valek, facendolo volare via. Sorge l'alba, e Valek corre a rifugiarsi per evitare di bruciare. Il trio di Crow, Montoya e Katrina continua a guidare sino a quando il sole non sorge e improvvisamente trova un'auto distrutta sulla strada, ostacolo per il loro tragitto: a causa del panico, Montoya va a finire fuori strada.

Escono dal pick-up confusi e frastornati, prendono Katrina ancora una volta e iniziano a incamminarsi lungo la statale sperando in un passaggio fortuito. Il trio si ferma ad una stazione di rifornimento dove attenderanno un'auto per il passaggio. Montoya punta ad un autista la sua pistola e ruba la sua auto; tornano al motel e organizzano un piano. Crow rimane al motel ad uccidere tutti i suoi compagni infettati, in maniera tale che non si possano trasformare in vampiri. Montoya invece porta Katrina al motel più vicino. Poco dopo Crow brucia il motel con della benzina e seppellisce le teste dei suoi compagni. Mentre Montoya (che diventerà un vampiro a seguito del morso proprio di Katrina, con la quale scapperà con il benestare di Crow) si trova al motel con Katrina, la ragazza inizia ad avere un contatto telepatico con Valek.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]