Valle Grana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Valle Grana
La valle a Caraglio
La valle a Caraglio
Stati Italia Italia
Regioni Piemonte Piemonte
Province Cuneo Cuneo
Località principali Caraglio, Bernezzo, Valgrana, Monterosso Grana, Pradleves, Castelmagno
Comunità montana Comunità montana Valle Grana
Fiume Grana
Cartografia
Mappa della Valle
Sito internet

La Valle Grana è una valle del Piemonte, i cui comuni afferiscono alla provincia di Cuneo e alla comunità montana Valli Grana e Maira.

Geografia: situata tra la valle Maira a nord e la valle Stura di Demonte a sud, non arriva al confine con la Francia. Si snoda per circa ventiquattro chilometri partendo da Caraglio, ancora in pianura, per arrivare fino al Colle Fauniera (o colle dei morti) (2.511 m).

Risorse: la valle Grana è la patria del famoso e rinomato formaggio Castelmagno, celebre ormai in tutto il mondo. Il formaggio, una delle DOP casearie del Piemonte, viene prodotto nei tre comuni più alti della Valle: Monterosso Grana, Pradleves e Castelmagno appunto. Prodotto di tradizione millenaria, ha mantenuto anche nelle tecniche di produzione moderne gli aspetti che lo rendono diverso da tutte le altre produzioni. Particolarmente pregiato quello prodotto negli alpeggi sopra i mille metri di quota nella stagione estiva.

Particolarmente vocata alle produzioni agricole di pregio la media e bassa valle ha orientato in gran parte la sua attività verso le produzioni biologiche, proponendosi così come una realtà di avanguardia nel settore, pur scontrandosi con la frammentazione fondiaria.

Arte e Cultura: sono presenti sul territorio della valle Grana alcune testimonianze artistiche di pregio e di valore assoluto. Il santuario si San Magno ospita nella sua cappella più vecchia due cicli di affreschi davvero importanti: più antichi quelli di Pietro da Saluzzo (fine del XIV secolo) e appena più recenti quelli del Bottoneri realizzati nel '500.

Le cappelle di San Sebastiano a Monterosso, di San Bernardo e San Mauro a Valgrana e la chiesa di San Giovanni a Caraglio sono affrescate in parte dallo stesso Pietro da Saluzzo.

Merita una citazione la chiesa di Santa Maria della Valle, edificata nel 1018, che ospita al suo interno affreschi tardo gotici riemersi e restaurati a cavallo tra gli anni novanta e duemila. Questa chiesa è fedele testimone del legame che da sempre caratterizza le valli occitane con la restante parte dell'Occitania.

A Bernezzo da segnalare gli affreschi nella chiesa parrocchiale realizzati da Hans Clemer, pittore belga autore del capolavoro artistico ospitato nella parrocchiale di Elva

Monti[modifica | modifica wikitesto]

  • Monte Tibert (2.647 m)
  • Monte Viridio (2.498 m)
  • Monte Bram (2.357 m)

Centri abitati[modifica | modifica wikitesto]

Salendo la valle si incontrano i seguenti comuni:

Luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]


Cuneo Portale Cuneo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cuneo