Valle Anzasca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Valle Anzasca
Vispertal
La testata della valle
La testata della valle
Stati Italia Italia
Regioni Piemonte Piemonte
Province Verbano-Cusio-Ossola Verbano-Cusio-Ossola
Località principali Macugnaga, Ceppo Morelli, Vanzone con San Carlo, Bannio Anzino, Calasca-Castiglione, Piedimulera
Comunità montana Comunità Montana Monte Rosa (Valle Anzasca)
Fiume Anza
Nome abitanti Anzaschini
Cartografia
Mappa della Valle
Sito internet

La Valle Anzasca (Vispertal o Anzascatal in tedesco, Val Anzasca in lombardo, Vischpertal in walser) è una delle valli trasversali della Val d'Ossola, da cui si dirama presso la località di Piedimulera, e si sviluppa fino alle pendici della parete est del massiccio del Monte Rosa, secondo gruppo alpino per altezza.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il tratto iniziale della Valle all'altezza di Castiglione

Caratteristica della valle è la divisione culturale: nella bassa valle è predominante la tradizione latina, mentre in alta valle sopravvivono ancora le usanze degli antichi Walser che si insediarono in questa terra tra il XIII e il XV secolo.

Il centro principale è Macugnaga, conosciuta sia per l'ampio comprensorio sciistico sia per l'escursionismo estivo, ove è pure possibile visitare la Casa Museo Walser e la Chiesa Vecchia, risalente al 1317. Degne di rilevanza sono inoltre la chiesa monumentale di Calasca, meglio nota come "Cattedrale tra i Boschi", tipico esempio di sfruttamento della pioda ottenuta dal granito locale, e le storiche Milizie della Valle Anzasca.

Importante fu nel passato l'attività mineraria, in particolare l'estrazione dell'oro, i cui giacimenti si dice fossero conosciuti già dai Romani. È oggi possibile visitare la miniera d'oro della Guia, nei pressi di Macugnaga, prima miniera d'oro delle Alpi e prima miniera-museo in Italia.

Monti principali[modifica | modifica wikitesto]

La valle si incunea nelle Alpi Pennine e, in particolare, separa la Catena dell'Andolla (a nord) dai Contrafforti valsesiani del Monte Rosa (a sud). La parte alta della valle si affaccia sul Massiccio del Monte Rosa.

Le montagne principali che contornano la valle sono:

Valichi[modifica | modifica wikitesto]

La valle non ha collegamenti agevoli con le vallate vicine. I passi più importanti sono:

Rifugi[modifica | modifica wikitesto]

Per facilitare l'accesso alle vette e l'escursionismo di alta quota la valle è dotata di alcuni rifugi e bivacchi:

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2002 la valle ha ottenuto rilevanza nazionale: infatti a causa dello scioglimento dei ghiacciai si formò un laghetto effimero che minacciò l'incolumità di Macugnaga e dell'intera valle e si dovette pertanto procedere allo svuotamento tramite idrovore.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]