Valico di Valcava

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Valico di Valcava
Passo Valcava BG-LC (1).jpg
Il passo di Valcava;
Stato Italia Italia
Regione Lombardia Lombardia
Provincia Bergamo Bergamo
Lecco Lecco
Località collegate Valle Imagna
Valle San Martino
Altitudine 1.340 m s.l.m.
Coordinate 45°47′17.53″N 9°30′51.16″E / 45.788204°N 9.51421°E45.788204; 9.51421Coordinate: 45°47′17.53″N 9°30′51.16″E / 45.788204°N 9.51421°E45.788204; 9.51421
Infrastruttura Strada asfaltata
Pendenza massima 18%
Lunghezza 11,8 km
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Valico di Valcava

Il valico di Valcava è un valico prealpino posto a 1.340 m di altitudine, che mette in comunicazione la Valle San Martino (provincia di Lecco) con la Valle Imagna (provincia di Bergamo). Prende il nome dal paesino di Valcava, che si trova in prossimità del valico sul versante lecchese.

La strada del versante lecchese è nota agli appassionati di ciclismo per essere una delle salite più difficili della zona. Convenzionalmente il punto d'inizio è fissato al bivio in località San Gottardo (398 m s.l.m.), circa 1 km a valle di Torre de' Busi; esso si può raggiungere (con alcuni tratti di salita) da Calolziocorte o da Cisano Bergamasco. Da qui la salita è lunga circa 11,8 km e valica un dislivello di circa 942 metri, per una pendenza media dell'8%. Il valico è proprio accanto ai ripetitori televisivi; alcune centinaia di metri prima c'è il bivio per Valcava, che si raggiunge con una breve discesa.

Il tratto più difficile, ancora più duro perché arriva dopo diversi km di salita impegnativa (al 7-8%), è il "muro" che inizia a circa 4 km dal valico: subito dopo una curva a destra, la strada sale dritta per 250-300 metri con una pendenza del 18% (annunciata dal cartello stradale prima della curva), poi prosegue con pendenze meno estreme, ma sempre molto impegnative per circa 2.5 km, con altri tratti al 14% e al 17%, e oltre l'11% di media.

Questa salita è stata affrontata dal Giro di Lombardia dal 1986 al 2011, e il suo muro ha fatto "vittime" illustri tra cui Laurent Fignon, staccato da Gianbattista Baronchelli. Il record dell'ascesa è stato stabilito da Ivan Gotti in circa 35'.

Dal versante bergamasco si può salire per Roncola, partendo da Almenno San Salvatore, o per Valsecca, partendo da Sant'Omobono Terme, o ancora partendo da Medega (frazione di Capizzone); tutte e tre queste strade hanno in comune l'ultimo tratto di circa 4 km, da Costa Valle Imagna al valico. Questo versante è conosciuto dai ciclisti anche come "valico di Ca' Perucchini". Le pendenze non superano l'8-10%; tra Roncola e Costa vi sono tratti pianeggianti. Il tratto da Almenno a Roncola viene spesso affrontato come cronoscalata durante la Settimana ciclistica lombarda: i migliori corridori impiegano meno di 20'.

Dal versante lecchese, se al bivio 3 km dopo Torre de' Busi si prosegue diritto anziché svoltare a destra, si raggiunge la località Colle di Sogno; anche questa è una salita impegnativa, ma più breve e senza pendenze eccezionali, che presenta i tratti più difficili (circa 10%) nel finale. La strada termina a circa 950 metri di altitudine.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]