Val di Cogne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Val di Cogne
Camoscio in Val di Cogne all'interno del Parco Nazionale del Gran Paradiso
Camoscio in Val di Cogne all'interno del Parco Nazionale del Gran Paradiso
Stati Italia Italia
Regioni Valle d'Aosta Valle d'Aosta
Province Aosta
Località principali Cogne, Aymavilles
Comunità montana Comunità Montana Grand Paradis
Fiume Grand Eyvia
Superficie 560 km²
Altitudine 1534 m s.l.m.
Cartografia
Mappa della Valle
Sito internet

La Val di Cogne è una valle laterale della Valle d'Aosta. Prende il nome da Cogne centro abitato più importante.

Molta parte della valle è all'interno del Parco Nazionale del Gran Paradiso.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La valle di Cogne appartiene al bacino idrografico destro della Dora Baltea; si tratta di una valle a U successivamente scavata dall'impeto dei torrenti le cui alte pareti rocciose sono state erose a più riprese durante le glaciazioni. Poco prima di raggiungere il centro abitato di Cogne la valle si apre e si dirama in più valli laterali.
Tutti i torrenti provenienti da queste valli, alimentati perlopiù dallo scioglimento delle nevi e dai laghi in quota, confluiscono nella Grand Eyvia (letteralmente Grande Acqua), la quale si riversa nella Dora Baltea poco a monte dell'abitato di Aymavilles.

Il paesaggio è quello tipico dell'alta montagna: boschi di pini, abeti e larici alle quote più alte coprono i versanti delle montagne fino ai 2200 metri; salendo si incontrano steppe erbose, poi pietraie e roccia nuda e infine ghiacciai. In questo ambiente si inseriscono diverse specie di animali, tra cui quelli tutelati dal Parco come stambecchi, camosci, marmotte, ermellini, pernici, aquile, gipeti e altri.

Valli laterali[modifica | modifica wikitesto]

La valle si apre in diverse valli laterali:

Monti principali[modifica | modifica wikitesto]

La valle si inoltra all'interno del massiccio del Gran Paradiso. I monti principali della valle sono tutti appartenenti al predetto massiccio:

Ghiacciai principali[modifica | modifica wikitesto]

Dal massiccio del Gran Paradiso discendono numerosi ghiacciai. I ghiacciai principali che interessano la valle di Cogne sono:

Valichi alpini[modifica | modifica wikitesto]

La Val di Cogne non ha facili comunicazioni con le vallate circostanti. I valichi alpini principali sono:

Centri abitati[modifica | modifica wikitesto]

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

Il ponte di Chevreil[modifica | modifica wikitesto]

Il ponte di Chevril era un ponte sul torrente Grand Eyvia situato nel comune di Aymavilles lungo la S.R. 47. Crollato il 23 dicembre 2011, era una delle meraviglie architettoniche della val di Cogne e simbolo del collegamento con il fondovalle; era stato progettato dal Corps Royal du Génie Civil di Torino nel 1865 per unire Cogne con Aosta. L'opera, di cui fino a poco tempo fa era possibile vedere la struttura in legno, dal punto di vista ingegneristico rappresentava un'opera di grande tecnica e importante reperto storico del Regno d'Italia[1].

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

Per favorire l'ascensione ai monti della valle e l'escursionismo in alta quota la valle è dotata di alcuni rifugi alpini e bivacchi:

  • Rifugio Vittorio Sella - Valnontey 2.584 m
  • Rifugio Sogno di Berdzé al Péradzà - 78 posti letto - Vallone dell'Urtier 2.526 m
  • Bivacco Mario Balzola - 4 posti letto - Valle di Cogne 3.477 m
  • Bivacco Luciano Gratton - 9 posti letto - Valle di Cogne 3.198 m
  • Bivacco Lionello Leonessa - 12 posti letto - Valnontey 2.910 m
  • Bivacco Carlo Pol - 6 posti letto - Valnontey 3.183 m
  • Bivacco Marcello Gérard-Ettore Grappein - 9 posti letto - Valnontey 3.183 m
  • Bivacco Borghi - 9 posti letto - Valnontey 2.686 m
  • Bivacco Alessandro Martinotti - 6 posti letto - Valnontey 2.588 m
  • Bivacco del Money - 8 posti letto - Valnontey 2.872 m
  • Bivacco Laura Malvezzi-Guido Antoldi - 9 posti letto - Valeille 2.920 m
  • Bivacco Franco Nebbia - 6 posti letto - Valle di Cogne 2.850 m

La valle è inoltre attraversata dall'Alta via della Val d'Aosta n. 2.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cogne, è crollato il ponte di Chevril, La Vallée, 14 gennaio 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Valle d'Aosta Portale Valle d'Aosta: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Valle d'Aosta