Vakílu'd-Dawlih

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Vakílu'd-Dawlih

Vakílu'd-Dawlih, al secolo Afnán-i-Yazdí (in arabo: أفنان اليازدي), noto anche come Ḥájí Mírzá Muḥammad-Taqí (18301909), è stato un eminente seguace di Bahá'u'lláh, il fondatore della religione bahai.

Vakílu'd-Dawlih era un Afnán[1], cioè parente del Báb per il tramite di Khadíjih-Bagum moglie del Báb stesso.

Vakílu'd-Dawlih diresse la costruzione del primo tempio bahai, quello di Ashgabat, nell'attuale Turkmenistan, iniziato attorno al 1902 da `Abdu'l-Bahá.

Vakílu'd-Dawlih fu uno dei nove apostoli di Bahá'u'lláh di cui fu un fervente seguace.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Gli Afnan erano i discendenti dei parenti di Khadíjih-Bagum, moglie del Báb.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • H.M. Balyuzi, Eminent Bahá'ís in the time of Bahá'u'lláh, The Camelot Press Ltd, Southampton, 1985, ISBN 0853981523.
  • Alessandro Bausani, Saggi sulla fede Bahá'í, Roma, Casa Editrice Bahá'í, 1991, ISBN 8872140064.
  • John E. Esslemont, Baha'u'Llah́ e la nuova era. Roma, G. Bardi, 1954.
  • Peter Smith, A Concise Encyclopedia of the Bahá'í Faith, Oxford, UK, Oneworld Publications, 2000. ISBN 1851681841.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Bahai Portale Bahai: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Bahai