Vahš

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vahš
Vahš
Stati Kirghizistan Kirghizistan
Tagikistan Tagikistan
Lunghezza 786 km
Portata media 536 m³/s
Bacino idrografico 39100 km²
Nasce Valle di Alaj, KirghizistanKirghizistan
Sfocia Amu Darya

Il Vahš è un fiume che scorre in Kirghizistan e Tagikistan, nonché uno dei principali fiumi tagiki; è altresì conosciuto come Kyzyl-Suu e Surkhob, entrambi i nomi significano "fiume rosso" (rispettivamente in chirghiso e in persiano).

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il fiume nasce nella valle di Alaj in Kirghizistan dove scorre verso ovest per 262 km fino ad entrare in Tagikistan dove percorre altri 524 km prima di incontrare il fiume Pandž assieme al quale forma l'Amu Darya ai confini con l'Afghanistan.
Il fiume, che è alimentato principalmente dallo scioglimento dei ghiacciai, raggiunge la massima dimensione durante i mesi estivi di luglio e agosto; il suo tracciato percorre aree fortemente montagnose che spesso restringono il flusso all'interno di profonde gole.
I maggiori affluenti del Vahš sono il Muksu e l'Obihingou.

Portate medie mensili[modifica | modifica wikitesto]

Portata media mensile (in m³)
Stazione idrometrica : Tutkaul (1932-1967)

Fonte : Amu-Darya Basin - Station: Tutkaul, UNH/GRDC

Le dighe[modifica | modifica wikitesto]

Il bacino formato dal Vahš presso la diga di Nurek

Il potenziale idroelettrico del fiume è stato sfruttato a fondo dall'Unione Sovietica e successivamente dal Tagikistan: attualmente sono presenti cinque dighe lungo il suo corso, tra cui la più alta del mondo, quella di Nurek[1]; da sole costituiscono il 90% della produzione elettrica del paese e rendono il Tagikistan il paese con il più alto coefficiente pro capite di energia idroelettrica al mondo. Sono inoltre previste altre quattro dighe, alcune delle quali già in costruzione, inclusa la diga di Rogun, che una volta completata sarà la diga più alta del mondo.

Il Vahš si trova in un'area sismicamente attiva e non sono infrequenti frane, le quali, ostruendo il fiume, sono una seria minaccia per la produzione di energia idroelettrica e hanno costretto il governo a chiedere un prestito all'Asian Development Bank per stabilizzare il terreno[2].

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Questo fiume ispira il titolo del videogioco di guerra Operation Flashpoint: Red River (appunto "il fiume rosso") ambientato in Tagikistan.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Highest Dams (World and U.S.) (chart), 1998 ICOLD World Register of Dams. URL consultato l'11 agosto 2007.
  2. ^ "US $5.3 Million to Tajikistan for Emergency Landslide Stabilization Measures" (September 10, 2002). Asian Development Bank: press release no. 148/02.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]