VG Rondinella Marzocco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
VG Rondinella Marzocco
Calcio Football pictogram.svg
"Rondine"
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px rosso con giglio.png Bianco e rosso
Simboli Giglio
Inno La Rondinella
Dati societari
Città Firenze
Paese Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Terza Categoria
Fondazione 1946
Presidente Italia Stefano Volpini
Allenatore Italia Massimiliano Papucci
Stadio Buozzi-Due Strade
(5.000 posti)
Sito web www.vgrondinellamarzocco.it/
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

La VG Rondinella Marzocco (o, più comunemente, Rondinella) è una società calcistica di Firenze, nata nel 1946 e rifondata in seguito al fallimento avvenuto nel 2009, conosciuta negli anni ottanta come Rondinella Marzocco, nome con il quale disputò per cinque stagioni il campionato di Serie C1 accreditandosi di fatto come la seconda squadra del capoluogo toscano dopo la Fiorentina.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La società nacque nel luglio del 1946 in un bar del rione fiorentino di San Frediano per iniziativa di un nucleo di sportivi che volevano creare un'alternativa cittadina all'allora egemone Fiorentina. Il nome fu adottato grazie a una serie fortuita di combinazioni: in effetti, al momento di battezzare la neonata società sportiva, qualcuno tra i soci fondatori notò, incollate alle pareti del bar, alcune rondini di carta, verosimilmente residuo del periodo pasquale o di qualche festa di carnevale. Fu così che si decise di dare alla squadra il nome di Rondinella. Il suo primo presidente fu Luigi Mochi.

Fino al 1963 la squadra si chiamò semplicemente Rondinella: iscritta fin dalla nascita alla Seconda Categoria, ai tempi il gradino più basso delle serie dilettantistiche italiane non esistendo ancora la Terza Categoria, la squadra trovò modi fantasiosi per autofinanziarsi: uno di questi fu l'allestimento di spettacoli canori e musicali con le celebrità dell'epoca (tra i vari cantanti, il fiorentino Odoardo Spadaro e il romano Claudio Villa si esibirono gratis per la squadra).[senza fonte] Nel 1953 arrivò un luogo per la sede sociale, il Torrino di Santa Rosa in riva all'Arno, ma ancora non un campo stabile, sebbene nel frattempo la squadra avesse guadagnato il diritto a disputare il campionato di Promozione. Arrivò nel 1957 anche la promozione in Serie D, all'epoca semi-professionista, e con essa gli incontri con squadre toscane più note, come ad esempio l'Empoli, il Pisa o la Pistoiese.

Dopo una retrocessione e una serie di disavventure societarie,[senza fonte] nel 1963 la società si fuse con la squadra giovanile del Marzocco, assumendo quindi il nome di Rondinella Marzocco Firenze, o R.M. Firenze. Iniziò così un periodo relativamente florido per la nuova società: nel 1965 e 1966 arrivarono le vittorie nel Campionato Nazionale Juniores (l'equivalente dilettantistico del Campionato Primavera) e dalla squadra uscirono in quel periodo alcuni giocatori che avrebbero avuto più successo tra i professionisti, il più famoso dei quali fu certamente Guido Magherini, acquistato dal Milan e vincitore anche di una Coppa delle Coppe con la squadra rossonera. Fino agli anni settanta la squadra militò nei campionati dilettantistici, finché non conobbe un'altra stagione florida con Renzo Melani, allenatore che segnò un decennio di progressi: fallita la promozione in Serie C2 nel 1978 (causa spareggio perso al lancio della monetina contro il Viareggio), la squadra centrò l'obbiettivo un anno più tardi e alla fine della stagione 1979-1980 arrivò prima e si guadagnò la promozione in Serie C1, ma fu penalizzata di sei punti in quanto coinvolta nel primo scandalo del calcio-scommesse (1980). La promozione arrivò comunque nel 1981. Già dal 1979, inoltre, la Rondinella aveva trovato un campo stabile, lo Stadio Comunale "Due Strade", dove continuò a giocare in seguito.

Dal 1981 al 1986 la squadra sfiorò la promozione in Serie B. Nell'occasione quel Guido Magherini che vent'anni prima aveva giocato per la Rondinella, nel 1984 ne divenne dirigente. Nel 1986 la squadra retrocesse di nuovo in Serie C2 e Magherini fu squalificato nel corso del secondo scandalo calcio-scommesse (1986) dopo che, da giocatore, era stato squalificato nel primo di sei anni addietro. Dal 1987 al 1997 la squadra navigò fra Serie C2 e Serie D, e quell'anno sopraggiunse la fusione con l'Associazione Sportiva Impruneta Tavarnuzze (che nel 1966-1967 aveva vinto una Coppa Italia Dilettanti), a seguito della quale la nuova società si chiamò Rondinella Impruneta 1990 e assunse i colori rosso e verde. Nel 1998-1999 la Rondinella Impruneta vinse il Girone E del Campionato Nazionale Dilettanti, guadagnandosi la promozione in Serie C2.

Dopo una salvezza ai play-out, nel 2000-2001 conclude il Girone B di Serie C2 all'ottavo posto, assume la denominazione di Rondinella Firenze 1946 e ritorna ai colori bianco e rosso. L'anno successivo finisce ultima e torna in Serie D.

Dopo un paio di salvezze risicate e assunto nel 2002-2003 il nome di Associazione Calcio Firenze Rondinella, la squadra nel 2005-2006 conclude all'ultimo posto e retrocede in Eccellenza, assumendo il nome di Rondinella Calcio Firenze. Complici alcune vicissitudini e penalizzazioni, nel 2006-2007 ha chiuso la stagione al penultimo posto, con una nuova retrocessione dopo i play-out con il Barberino. Nel 2007-2008 la Rondinella ha disputato così il campionato di Promozione, concludendolo al nono posto.

Nel maggio 2009 la Rondinella Firenze avvia le procedure di fallimento a causa di una elevata esposizione debitoria. Nel luglio 2009 viene fondata la nuova società, la San Frediano Rondinella Società Sportiva Dilettantistica a Responsabilità Limitata, a cui la Lega Nazionale Dilettanti conferisce il titolo sportivo, il parco giocatori e l'anzianità di affiliazione della vecchia società: la San Frediano Rondinella SSDRL viene così ammessa in sovrannumero al campionato di Promozione Toscana 2009-2010, che nel girone C concluderà con una salvezza conquistata alla penultima giornata e con il nono posto in classifica[1].

Il 24 luglio 2012 viene dichiarato il fallimento della società.[2]

Il 31 Luglio 2012 è stata costituita, da un gruppo di soci fondatori appartenenti alla tifoseria della Vecchia Guardia e al mondo del calcio fiorentino, l’Associazione Sportiva Dilettantistica denominata “VG Rondinella Marzocco”, ed il 2 agosto è stata affiliata alla FIGC. Per la stagione 2012-13 parteciperà al campionato provinciale di Terza Categoria.

Cronistoria[modifica | modifica sorgente]

Cronistoria della VG Rondinella Marzocco
  • Luglio 1946: Viene fondata l'Associazione Sportiva Rondinella.
  • 1946-1950: ?
  • 1950-51: 8º nel girone B di Prima Divisione Toscana.
  • 1951-52: Passa nella nuova Promozione Toscana.
  • 1952-53: 12º nel girone C di Promozione Toscana.
  • 1953-54: 4º nel girone C di Promozione Toscana.
  • 1954-55: 5º nel girone C di Promozione Toscana.
  • 1955-56: 4º nel girone B di Promozione Toscana.
  • 1956-57: 1º nel girone B di Promozione Toscana. Promossa nell'Interregionale.
  • 1957-58: 12º nel girone E della Seconda Categoria Interregionale. Ripescata.
  • 1958-59: 14º nel girone E dell'Interregionale. Retrocessa in Prima Categoria.
  • 1959-60: 2º Girone B Prima Categoria Toscana.
  • 1960-61: 1º Girone B Prima Categoria Toscana. Perde Spareggi Promozione.
  • 1961-62: 1º Girone B Prima Categoria Toscana. Perde Spareggi Promozione.
  • 1962-63: 4º Girone B Prima Categoria Toscana. Fusione con la G.S. Marzocco. Nasce la A.C. Rondinella Marzocco Firenze
  • 1963-64: 2º Girone B Prima Categoria Toscana.
  • 1964-65: 6º Girone B Prima Categoria Toscana.
  • 1965-66: 6º Girone B Prima Categoria Toscana.
  • 1966-67: 8º Girone B Prima Categoria Toscana.
  • 1967-68: 2º Girone B Prima Categoria Toscana.
  • 1968-69: 1º in Promozione Toscana. Promossa in Serie D.
  • 1969-70: 11º nel Girone E di Serie D.
  • 1970-71: 15º nel Girone E di Serie D.
  • 1971-72: 13º nel Girone E di Serie D.
  • 1972-73: 16º nel Girone E di Serie D.
  • 1973-74: 7º nel Girone E di Serie D.
  • 1974-75: 3º nel Girone E di Serie D.
  • 1975-76: 9º nel Girone E di Serie D.
  • 1976-77: 6º nel Girone E di Serie D.
  • 1977-78: 7º nel Girone E di Serie D. Perde Spareggio Promozione.
  • 1978-79: 2º nel Girone D di Serie D. Promossa in Serie C2.
  • 1979-80: 3º nel girone A di Serie C2.
  • 1980-81: 3º nel girone C di Serie C2.
  • 1981-82: 2º nel girone C di Serie C2. Promossa in Serie C1.
  • 1982-83: 14º nel girone A di Serie C1.
  • 1983-84: 7º nel girone A di Serie C1.
  • 1984-85: 11º nel girone A di Serie C1.
  • 1985-86: 12º nel girone A di Serie C1.
  • 1986-87: 17º nel girone A di Serie C1. Retrocessa in Serie C2.
  • 1987-88: 13º nel girone A di Serie C2.
  • 1988-89: 12º nel girone A di Serie C2.
  • 1989-90: 17º nel girone A di Serie C2. Retrocessa in Interregionale.
  • 1990-91: 3º nel Girone F di Interregionale.
  • 1991-92: 6º nel Girone E di Interregionale.
  • 1992-93: 4º nel Girone D del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1993-94: 15º nel Girone E del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1994-95: 13º nel Girone E del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1995-96: 8º nel Girone E del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1996-97: 17º nel Girone E del Campionato Nazionale Dilettanti. Retrocessa in Eccellenza Toscana. Fusione con l’A.S. Impruneta Tavarnuzze. Nasce la Rondinella Impruneta e partecipa nuovamente al Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1997-98: 2º nel Girone E del Campionato Nazionale Dilettanti.
  • 1998-99: 1º nel Girone E del Campionato Nazionale Dilettanti. Promossa in Serie C2.
  • 1999-00: 17º nel girone A di Serie C2.
  • 2000-01: 8º nel girone B di Serie C2. Assume la denominazione di Rondinella Firenze 1946.
  • 2001-02: 18º nel girone A di Serie C2. Retrocede in Serie D.
  • 2002-03: 9º nel girone E di Serie D. Assume la denominazione di Associazione Calcio Rondinella Firenze.
  • 2003-04: 14º nel girone E di Serie D.
  • 2004-05: 16º nel girone E di Serie D.
  • 2005-06: 18º nel girone E di Serie D. Retrocede in Eccellenza Toscana. Assume la denominazione di Rondinella Calcio Firenze.
  • 2006-07: 15º nel girone B di Eccellenza Toscana. Retrocede in Promozione Toscana
  • 2007-08: 9º nel girone B di Promozione Toscana.
  • 2008-09: 11º nel girone C di Promozione Toscana. Dichiarato fallimento a causa di un’elevata esposizione debitoria viene rifondata con il nome di San Frediano Rondinella ed ammessa in sovrannumero al campionato di Promozione Toscana.
  • 2009-10: 9º nel girone C di Promozione Toscana.
  • 2010-11: 7° nel girone B di Promozione Toscana.
  • 2011-12: 4° nel girone B di Promozione Toscana. Viene dichiarato fallimento e rifondata con il nome di VG Rondinella Marzocco. Viene iscritta al Campionato Provinciale di Terza Categoria.
  • 2012-13: 7° nel girone A di Terza Categoria Firenze.
  • 2013-14 - 1° nel girone B di Terza Categoria Firenze. Promossa in Seconda Categoria.

Colori e simboli[modifica | modifica sorgente]

I colori sociali sono il bianco e il rosso.

Stadio[modifica | modifica sorgente]

La VG Rondinella Marzocco gioca le partite casalinghe allo stadio Comunale "Due Strade", a Firenze, presso il quartiere del Galluzzo. L'impianto è dotato di tribuna centrale coperta, tribuna laterale scoperta, settore ospiti separato dal resto dello stadio, con ingresso indipendente, curva e rettilineo fronte tribuna. Ha una capienza di circa 5.000 unità.

Allenatori e presidenti[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Categoria: Allenatori della S.S. San Frediano Rondinella.

Giocatori[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Categoria: Calciatori della S.S. San Frediano Rondinella.

Nel corso degli anni hanno militato nelle file della Rondinella molti calciatori che si sono poi distinti in ambito nazionale e internazionale: tra questi Luciano Chiarugi, Sebastiano Rossi e Andrea Barzagli.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Promozione Toscana 2009/2010.
  2. ^ Calcio, è fallita la Rondinella San Frediano ilsitodifirenze.it

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]