Víctor Laguardia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Víctor Laguardia
Dati biografici
Nome Víctor Laguardia Cisneros
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 185 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Squadra Alcorcon Alcorcón
Carriera
Giovanili
 ?-?
 ?-?
 ?-?
Oliver Oliver
Stadium Casablanca
Real Saragozza Real Saragozza
Squadre di club1
2008-2009 Real Saragozza B Real Saragozza B 36 (0)
2009-2011 Real Saragozza Real Saragozza 3 (0)
2011-2012 Las Palmas Las Palmas 25 (1)
2012- Alcorcon Alcorcón 0 (0)
Nazionale
2009
2009-
Spagna Spagna U-20
Spagna Spagna U-21
9 (1)
2 (0)
Gold medal mediterranean.svg Giochi del Mediterraneo
Oro Pescara 2009
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al settembre 2012

Víctor Laguardia Cisneros (Saragozza, 5 novembre 1989) è un calciatore spagnolo difensore dell'Alcorcón, in prestito dal Real Saragozza.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

È un difensore centrale che nelle prime partite giocate con il Real Saragozza si è adattato al ruolo di terzino destro.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver militato nelle giovanili e nella squadra filiale, ha esordito con il Real Zaragoza, e nella massima serie spagnola, il 29 agosto 2009 in una partita contro il CD Tenerife vinta 1 a 0 dalla squadra aragonese.

Un infortunio a un ginocchio lo ha tenuto lontano dal campo per 18 mesi e mezzo, nell'estate del 2011 è tornato in prima squadra per partecipare agli allenamenti del precampionato.[1] Il 31 agosto 2011 viene ceduto in prestito al Las Palmas, squadra della Segunda División.[2]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

2009

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (ES) Álvaro Montaner, Víctor Laguardia : "Cuentan conmigo como uno más y es importante para mí" in El Periódico de Aragón, 2011. URL consultato il 17 luglio 2011.
  2. ^ (ES) Víctor Laguardia jugará cedido en Las Palmas in Realzaragoza.com, 31 agosto 2011. URL consultato il 1 settembre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]