Väinö Tanner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Väinö Tanner
Väinö-Tanner.jpg

14° Primo Ministro della Finlandia
Durata mandato 13 dicembre 1926 –
17 dicembre 1927
Predecessore Kyösti Kallio
Successore Juho Sunila

Väinö Alfred Tanner (Helsinki, 12 marzo 1881Helsinki, 19 aprile 1966) è stato un politico finlandese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver terminato i suoi studi in legge ed economia lavorò come avvocato. Fu a lungo in Germania per studiare il movimento cooperativo e costituirne uno analogo in Finlandia. nel 1917 fu eletto senatore e, al termine della guerra civile finlandese, divenne il capo del partito Socialdemocratico Finlandese riportandolo agli antichi fausti. Nel 1926 formò un proprio governo, che restò in carica per circa un anno. Nel 1927 divenne presidente dell'Ente Internazionale Cooperativo.

Ebbe poi diversi ruoli di rilievo politico fra il 1937 e il 1944. Fu ministro degli esteri fino al marzo 1940, all'epoca in cui il primo ministro era Risto Ryti, delle finanze nei governi di Johan Wilhelm Rangell e in quello di Edwin Linkomies e dopo la guerra d'inverno fu ministro del Commercio (1940-1942). Fortemente avverso all'Unione Sovietica e fautore dell'alleanza con la Germania nazista, Tanner nel novembre 1944 fu ritenuto direttamente responsabile dellentrata in guerra con la Germania ed un anno dopo, nel settembre 1945 fu tratto in arresto e processato.

Nel febbraio 1946 fu condannato a cinque anni e sei mesi di carcere, essendo stato riconosciuto colpevole di aver portato la Finlandia contro contro la Gran Bretagna e l'Unione Sovietica e di aver impedito una rapida conclusione della pace, sostenendo a lungo la causa tedesca[1]. Scontò la condanna anche per gli impegni assunti dalla Finlandia nel trattato di amiciazia russo-finlandese. Morì a 85 anni ad Helsinki. È autore di Ho visto crescere Helsinki, pubblicato nel 1947.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Articolo sul Time

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • B.P. Boschesi, Il chi è della Seconda Guerra Mondiale - Vol. II, Mondadori Editore, 1975 – pag. 205

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 85157014 LCCN: n80138578