Vágar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima regione, vedi Vágar (regione).
Vágar
Gásadalur, fra le nuvole
Gásadalur, fra le nuvole
Geografia fisica
Localizzazione Mare di Norvegia
Coordinate 62°05′N 7°16′W / 62.083333°N 7.266667°W62.083333; -7.266667Coordinate: 62°05′N 7°16′W / 62.083333°N 7.266667°W62.083333; -7.266667
Arcipelago Isole Fær Øer
Superficie 177,16[1] km²
Geografia politica
Stato Danimarca Danimarca
Nazione costitutiva Fær Øer Fær Øer
Demografia
Abitanti 2.782 (2007)
Cartografia
Detailed map vágar 2006.jpg
Mappa di localizzazione: Isole Fær Øer
Vágar

[senza fonte]

voci di isole della Danimarca presenti su Wikipedia

Vágar (o Vágoy) è una delle 18 isole delle Isole Fær Øer e la più occidentale delle cosiddette "grandi isole". Ha un'estensione di 177 km², la terza dell'arcipelago, alle spalle di Streymoy e Eysturoy. Al 2007 contava 2782 abitanti.

La forma dell'isola è molto particolare, in quanto assomiglia alla testa di un cane: il fiordo Sørvágsfjørður è la bocca e il lago Fjallavatn è l'occhio.

Turismo e cenni storici[modifica | modifica sorgente]

Vágar è il primo porto di scalo per molti viaggiatori stranieri che arrivano nelle Isole Fær Øer, e qui ha sede l'unico aeroporto dell'arcipelago, l'Aeroporto di Vágar. Durante la seconda guerra mondiale era stato costruito un campo di aviazione dagli inglesi, i quali occupavano pacificamente le isole. Dopo la guerra restò in disuso per circa vent'anni, ma dopo fu rimesso in servizio, allargato e modernizzato come richiesto. Da qui transitano circa 170 000 passeggeri all'anno. Dei numerì così grandi rispetto agli standard faroesi sottoposero i mezzi di trasporto ad uno sforzo considerevole, così oggi un tunnel stradale sottomarino (Vágatunnilin) di 5 km di lunghezza collega Vágar con le due più grandi isole delle Isole Fær Øer e quindi con la capitale Tórshavn.

Su Vágar vi sono eccellenti attrazioni turistiche: qui si trovano i due più grandi laghi del paese - Sørvágsvatn e Fjallavatn - e durante l'estate gli enti turistici organizzano escursioni turistiche.

Villaggi[modifica | modifica sorgente]

Sørvágur e l'isola di Mykines nello sfondo

Vágar ha tre grandi villaggi ed altri tre piccoli, ma sino ad un centinaio di anni fa ve ne erano sette.

Il più grande è Miðvágur, che ha 1025 abitanti (2003). È al centro dell'isola e così è diventato un centro importante, con una stazione di polizia, guardia medica e parrocchia. È anche un villaggio storico e qui stava Beinta Broberg, la moglie di un prete che era soprannominata “Beinta la malvagia”. Jørgen-Frantz Jacobsen narrò la storia della sua vita nel suo famoso racconto “Barbara”, che nel 1997 Niels Malmros fece diventare un film. La fattoria Kálvalíð al nord è la più antica casa del villaggio. Attualmente, al 2009, è il museo del villaggio.

Ad est di Miðvágur vi è Sandavágur, che ha una popolazione di 716 unità (2003). Anche questo è un villaggio storico. Qui aveva sede il law speaker delle Isole Fær Øer sino al 1816, quando l'ufficio fu abolito e le isole divennero un distretto amministrativo danese. Il sacerdote V. U. Hammershaimb, nato a Sandavágur nel 1819 e considerato il padre della Lingua faroese, era il figlio dell'ultimo law speaker. Una pietra runica datata intorno al 1200 fu trovata qui nel 1917 ed è adesso custodita nella chiesa di Sandavágur.

Il terzo villaggio grande è Sørvágur, che è nella parte occidentale dell'isola, vicino all'aeroporto, e conta 980 abitanti (2003). Durante la seconda guerra mondiale, quando fu costruito il campo di aviazione fra il 1942 ed il 1944, vivevano a Sørvágur 5.000 soldati inglesi, ma adesso del loro campo a sud del villaggio rimangono poche tracce. Tindhólmur, Gáshólmur ed i due “drangar” (sorta di scogli) appartengono al villaggio. Dal villaggio si gode di un'ottima vista di questi.

Vágar ha due altri antichi villaggi: Bøur, che sta 4 km ad ovest di Sørvágur ed ha 69 abitanti (2003), e Gásadalur, che è il più lontano ad ovest sul fiordo di Mykines ed ha appena 16 abitanti (2003). Molte persone se ne sono andate da questo villaggio, ma adesso c'è un tunnel stradale dentro la montagna a collegarlo e si spera che il villaggio possa crescere ancora.

Nel 1921 sorse a Vágar un nuovo villaggio, Vatnsoyrar, che ora ha 41 abitanti. Fu fondato da tre uomini, ad ognuno dei quali era stato dato un appezzamento di terra da coltivare e per stabilirsi qui con la propria famiglia.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Montagne[modifica | modifica sorgente]

Montagna Altezza
Árnafjall 722 m
Eysturtindur 715 m
Malinstindur 683 m
Jatnagarðar 676 m
Reynsatindur 676 m
Giliðtrítitindur 643 m
Knattarheyggjur 630 m
Snældansfjall 617 m
Heinanøva 612 m
Jógvansfjall 595 m
Breiðistíggjur 594 m
Tungufelli 591 m
Húsafelli 591 m
Krosstindur 574 m
Gásafelli 572 m
Heldarstindur 572 m
Jatnagarðar 563 m
Krossafelli 545 m
Berinartindur 524 m
Grímstaðfjall 523 m
Høgafjall 515 m
Vatnsdalsfjall 514 m
Høvdin uttanfyri Eyrgjógv 502 m
Knavin 485 m
Rógvukollur 464 m
Bolafløttur 458 m
Eindalsfjall 449 m
Tungufellið Lítla 443 m
Mølin 423 m
Antinisfjall 392 m
Ritubergsnøva 376 m
Nónfjall 367 m
Klubbin 352 m
Lírisfelli 351 m
Middagsfjall 343 m
Suður á FjaIli 305 m
Sundsnøva 286 m
Vørufelli 284 m
Kvívíksskoranøva 263 m
Trælanípa 333 m

Laghi[modifica | modifica sorgente]

Name Area
Sørvágsvatn 3.4 km²
Fjallavatn 1.02 km²

Cascate[modifica | modifica sorgente]

Isolotti[modifica | modifica sorgente]

L'isolotto di Tindhólmur e Mykines

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ sito faroese, estensione delle isole in km²

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

isole Portale Isole: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di isole