Utente:Angelosante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Presentazione
Contributi
Immagini
Promemoria


W la Gnocca
it Questo utente parla italiano come lingua madre.
en-2 This user is able to contribute with an intermediate level of English.
la-2 Hic usor media latinitate contribuere potest.
zh-2 该用户可以使用一般程度的中文进行交流。.
ja-1 この利用者は簡単日本語を話します。
es-2 Este usuario puede contribuir con un nivel intermedio de español.

Utente:Angelosante/Sandbox

ta Budapest, Bucarest... e Tard nuestr!
x «Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,

lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.» (Articolo 21 della Costituzione italiana).

paz Questo utente esce pazzo per il carnevale massafrese
柔道 I love judo

Ciao sono le 16:26 (a Massafra...) di venerdì 22 agosto 2014

La Wiki Italiana conta esattamente 1 138 639 articoli

Oggi è venerdì 22 agosto 2014 e Wikipedia in italiano conta 1 138 639 articoli, di cui lo 5.4802268322093E-6% creato da me!
Dai anche te il tuo contributo!
">1.7564829590415E-6%

Sono un guerriero della notte jonico.Ho scoperto questo sito per caso; ma subito me ne sono innamorato da non potermene più separare.

Pambo era un discepolo di Sant'Antonio il Grande . Visse nel deserto Nitrian dove fondò numerosi monasteri . [ 4 ] Egli era rinomato per la sua saggezza, e fu consultato da molti, tra cui S. Atanasio , S. Melania il Vecchio , e di San Rufino . Egli fu anche il padre spirituale di molti santi, tra cui San Pishoy e San Giovanni il Nano .

Il fondatore del monastero deserto Nitrian in Egitto e un famoso discepolo di S. Antonio. Dopo aver servito e studiato sotto Anthony nella sua giovinezza, Pambo in seguito divenne un pioniere nella creazione di vita eremitica nel deserto Nitrian ed era molto rispettato per la sua saggezza. Secondo la tradizione, fu visitato regolarmente da alcuni dei più potenti e importanti figure del tempo, tra cui Sts. Atanasio, Melania il Vecchio, e Rufino. S. Melania era con lui quando è morto.

Come un giovane di San Pambo una volta chiese di Sant'Antonio "Padre mio, mi insegni a vivere bene". Per cui il grande S. Antonio rispose: "Figlio mio, per vivere bene, bisogna avere una grande sfiducia di se stessi, con ogni orologio sforzo sopra il cuore e la mente, e in ogni cosa cercare Dio solo". [ 5 ]

I Pambos Santi (Pamo) è nato circa 303 ​​in Egitto. E 'stato in gioventù un discepolo di S. Antonio il Grande (abate), e uno dei pionieri della vita eremitica nel deserto nitrico. Fu uno dei primi ad aderire al santo Ammon in Nitri nel Basso Egitto. È stato ordinato circa 340, e si dice che San Macario di Alessandria era presente alla sua prima mostra.

Pambos seguito la solita vita rigorosa dei Padri del deserto, ma aveva una visione meno parrocchiale della vita di molti primi monaci in altri settori della vita, "Cerca di non offendere i vicini," fu la sua prima offerta. Sebbene fosse uno dei più grandi maestri tra i Padri del Deserto dei 300s, non riusciva a leggere. Quando ha deciso di diventare un eremita e monaco, iniziò i suoi fratelli di insegnargli i Salmi di cuore. Hanno iniziato con il primo versetto del Salmo 39 (V38) (Dixi, custodiam): "Ho pensato:. prenderò attenzione alle mie vie, * che io non peccare con la mia lingua" Questo era uno dei Pambos più grandi virtù, ed egli insegnò ai suoi seguaci dono del silenzio. Una volta che un patriarca ha chiesto Pambos di dire qualcosa di edificanti, si rivolse ai suoi discepoli e disse: "Se non viene costruita da mio silenzio, non sarà ricostruita dalla mia voce."

Pambos non dimenticò mai il consiglio ha imparato da uno degli altri padri del deserto: "Non fiduciosi nella vostra propria giustizia, non certo di cose che sono passate ed essere frugale, sia con la lingua e la pancia." Alle rare occasioni in cui si lasciò passare a parlare, ripeteva il suo motto preferito: "Mostra la misericordia a tutti, per la misericordia grazia di Dio".

In tarda età fu una figura imponente, ed è stato visitato da un gran numero di persone provenienti da est e ovest. Tra questi erano il santo Atanasio di Alessandria , Melania il Vecchio e Rufino. Melania è venuto a Pambos da Roma per un consiglio. Ha anche portato un regalo di 300 libbre d'argento, ma Pambos diede immediatamente a un assistente e gli ha chiesto di vendere l'argento e dare i soldi ai poveri in Libia. Melania in attesa di una parola di ringraziamento da Pambos, ma poi è venuto, ha detto: «Mio signore, tu non sai quanto è grande un regalo di 300 in argento sterling è?" Pambos voltò verso di lei e disse: "Dio, ti ha portato questo regalo, non c'è bisogno di conoscere il suo valore. Colui che pesa le montagne in mano, probabilmente già conosce l'importo del vostro argento. Se tu avessi a me, allora si potrebbe avere mi ha detto quanto pesava. Ma se aveste a Dio, in modo da essere tranquillo. "

Melania era con Pambos quando morì circa 390 (circa 410?). La sua festa è il 18 luglio. La sua biografia è stata scritta da Palladio su 420



Varie[modifica | modifica sorgente]

Non sai che fare?
Icon tools.svg

Niente paura! Mentre ti annoiavi, abbiamo accuratamente selezionato alcune interessanti proposte per te.

Puoi assicurarti - e gratis! - questa straordinaria offerta speciale. Hai a tua disposizione tutte le seguenti voci da sistemare:


Non perdere l'occasione, cogli l'attimo!


Lavoro sporco (che cos'è il lavoro sporco).
Per il Wikipediano che non deve chiedere. Mai.

http://emeroteca.provincia.brindisi.it/Rinascenza%20Salentina/1941/fascicoli%201/Bibliografia%20Salentina%201941%20fs.1.pdf Un analogo tentativo di conciliare alchimia e aristotelismo è individuabile anche nel Liber secretorum alchimie (1257) di Costantino da Pisa e In libros meteorologicorum di Tommaso d'Aquino, che assimila lo zolfo e il mercurio alle due esalazioni di Aristotele. Anche i francescani si dedicarono all'alchimia; tra essi ricordiamo Elia da Cortona, che subì un processo nel corso del quale si vide rimproverare il suo interesse per questa disciplina, e Paolo di Taranto, lettore presso il convento di Assisi verso il 1300, oltre che autore della Summa perfectionis magisterii, già attribuita a Geber (Ǧābiṛ ibn Ḥayyān), in cui è riconoscibile lo sforzo di organizzare il nuovo sapere sul modello dei trattati universitari. Quest'opera è divisa in quattro libri e strutturata come una summa scolastica; dopo aver risposto in modo metodico alle obiezioni, l'autore descrive le proprietà fisico-chimiche dei metalli, la metallogenia, la teoria della trasmutazione e i principî generali di una pratica trasmutatoria fondata su 'medicine' di diversi ordini, vale a dire su composizioni di crescente efficacia. L'originalità di questo trattato risiede nel suo ricorso al modello corpuscolare, vale a dire alla teoria secondo cui la struttura dei metalli, il loro comportamento fisico-chimico e le operazioni di trasmutazione si spiegano con una maggiore o minore coesione delle particelle, i minima naturalia; questa teoria ‒ come dimostrano, per esempio, le indagini di Newton ‒ era destinata a esercitare un'immensa influenza.


Wikimedia Foundation
Questa è la pagina personale di un utente registrato su Wikipedia
Se trovate questa pagina utente su un sito diverso da Wikipedia si tratta di un clone. In questo caso la pagina potrebbe essere poco aggiornata e l'autore potrebbe non riconoscersi più nei suoi contenuti né desiderare o gradire alcuna affiliazione con il sito che state consultando. La pagina originale si trova qui


se volete farmi accorgere di qualche disastro combinato dal sottoscritto, cliccate qui.

template

BIO[modifica | modifica sorgente]

Utente:Angelosante/Sandbox Utente:Angelosante/Lista autori greci Utente:Jaqen/strumenti admin [1] Utente:Tycheros/Lista autori greci

Link e utilità[modifica | modifica sorgente]

[2] [3] da categorizzare
Wikipedia:Scherzi e STUBidaggini/Barnstar al merito wikipediano sfollare
Voci non categorizzate
statisteiche stat


"Chi LAVORA ha diritto alla sua ricompensa"

Io VOTO l'impegno Io VOTO la presenza Io VOTO chi lotta

Io VOTO Se si esclude dal rapporto sessuale il fine procreativo, gli sposi non sono che dei vili amanti, le mogli delle prostitute, i letti coniugali dei bordelli e i suoceri dei protettori

{{fairuse-francobolli}}>

http://it.wikipedia.org/wiki/Speciale:Contributi/87.1.249.248

« Il vincitore di un'idea!

Il perdente di un problema Il vincitore ha sempre una proposta Il perdente ha sempre una scusa possibile, ma improbabile Il vincitore dice di lasciar fare a me Il perdente dice, che non è il mio turno Il vincitore dice che può essere difficile ma possibile Il perdente dice che può essere possibile ma improbabile Il vincitore ha sempre una soluzione per ogni problema Il perdente è sempre un problema per ogni soluzione El ganador parte de una idea! El perdedor parte de un problema El ganador siempre tiene una propuesta El perdedor siempre tiene una excusa sea posible pero es muy difícil El ganador dice permíteme hacerlo El perdedor dice: eso no me toca a mí El ganador dice puede que sea difícil pero es posible El perdedor dice: puede que sea posible pero es muy difícil El ganador siempre tiene una solución para cada problema El perdedor siempre tiene un problema para cada solución »

(ronaldo vv http://hajimejudo.blogspot.it/2012/07/osaekomi-ronaldo-veitia-seleccionador.html)
« Ringrazio Dio di avermi fatto vedere la guerra, altrimenti avrei potuto amarla.Robert E. Lee »


« "Guse' non t' pozz vutè, teng a cugin'm in list" - Mottola non ha bisogno di cugini, ha bisogno di progetti. Vota »
« noi siamo i numeri due e per questo ci sforziamo di più. »
(pubblicità)
« Ho imparato che un uomo ha il diritto di guardare dall'alto in basso un altro uomo solo per aiutarlo a rimettersi in piedi. »
(Gabriel Garcia Marquez.)
« “Se uno alla fine della vita ha le mani completamente pulite vuol dire che le ha tenute in tasca. (Don Lorenzo Milani) »
« “Può darsi che non siate responsabili della situazione in cui vi trovate,ma lo diventerete se non fate nulla per cambiare” MLK »
« Non spetta a noi decidere cosa accadrà: possiamo solo decidere cosa fare con il tempo che ci viene concesso” (J.R.R. Tolkien) »
« La bellezza e la felicità tolgono territorio all'inferno. Saviano »
« Il valore dell'essere umano si determina nella misura in cui sia grande o piccola la sua capacità di contribuire al bene collettivo. »
(Jigoro Kano)
« Ci sono molti che nella politica fanno solo una piccola escursione, come dilettanti, ed altri che la considerano e tale è per loro, come un accessorio di secondarissima importanza. Ma per me, fin da ragazzo, era la mia carriera, la mia missione."(Alcide De Gasperi) »
« non baratterò la certezza di morire di fame con la certezza di morire di noia »
(Raoul Vaneigem)
[4]
« Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati »
(Bertold Brecht)
« "I cittadini contano solo il giorno delle elezioni " »
((Jean J. Rousseau))
« "Puoi anche non occuparti di politica ma la politica si occuperà comunque di te" »
((J.F.K.))
« "un buon politico deve avere le giuste conoscenze, stringere mani, vestire in modo elegante, tessere amicizie clientelari per avere un'adeguata scorta di voti" »
((Cicerone))
.
« Se uno sogna da solo è solo un sogno.Ma se molti sognano insieme,si tratta dell'inizio di una nuova realtà »
(Fritz Hundertwasser)
« Noi pensiamo che il privilegio vada combattuto e distrutto ovunque si annidi, che i poveri

e gli emarginati, gli svantaggiati, vadano difesi, e gli vada data voce e possibilità concreta di contare nelle decisioni e di cambiare le proprie condizioni, che certi bisogni sociali e umani oggi ignorati vadano soddisfatti con priorità rispetto ad altri, che la professionalità e il merito vadano premiati, che la partecipazione di ogni cittadino e di ogni cittadina alla cosa pubblica debba essere assicurata »

(Enrico Berlinguer)

Nulla è più anarchico del potere, il potere fa praticamente ciò che vuole. E ciò che il potere vuole è completamente arbitrario o dettato da sua necessità di carattere economico, che sfugge alle logiche razionali. Io detesto soprattutto il potere di oggi. Io detesto soprattutto il potere di oggi. Ognuno odia il potere che subisce, quindi odio con particolare veemenza il potere di questi giorni. È un potere che manipola i corpi in un modo orribile, che non ha niente da invidiare alla manipolazione fatta da Himmler o da Hitler. Li manipola trasformandone la coscienza, cioè nel modo peggiore, istituendo dei nuovi valori che sono dei valori alienanti e falsi, i valori del consumo, che compiono quello che Marx chiama un genocidio delle culture viventi, reali, precedenti. Sono caduti dei valori, e sono stati sostituiti con altri valori. Sono caduti dei modelli di comportamento e sono stati sostituiti da altri modelli di comportamento. Questa sostituzione non è stata voluta dalla gente, dal basso, ma sono stati imposti dal nuovo potere consumistico, cioè la nostra industria italiana pluri-nazionale e anche quella nazionale degli industrialotti, voleva che gli italiani consumassero in un certo modo, un certo tipo di merce, e per consumarlo dovevano realizzare un nuovo modello umano. p.p.p

Strumenti[modifica | modifica sorgente]

Utilità[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti[modifica | modifica sorgente]

Utente:Bramfab/bigino

{{Cancella subito|motivo=Errore di battitura}}>

Calendario Somalo[modifica | modifica sorgente]

Grazie per essere stato dalla mia parte - --Antoninodgng (msg) 18:52, 8 mar 2008 (CET) Vivo a Civitavecchia dall’età di quattro anni, la città che amo e che voglio rappresentare in Consiglio Comunale.

Sono diplomato al “Baccelli” e pendolare, per lavoro, con Roma e Viterbo. Ho due grandi passioni che porto avanti da sempre: la politica e il rugby. Da entrambe ho imparato l’importanza dello stare insieme, dell’aiutarsi a vicenda e che se si va avanti lo si può fare solo se dietro c’è una squadra con cui farlo insieme.

Tutti valori che ho imparato nella Sinistra Giovanile e con l’adesione ai Democratici di Sinistra; lì mi sono formato politicamente e sono cresciuto. Nel 2008, dopo l’esperienza bellissima della campagna elettorale con Nicola Porro, ho partecipato alla costituzione del Partito Democratico a Civitavecchia, al quale attualmente sono iscritto. Con pieno spirito democratico, l’anno dopo, insime ad alcuni compagni della SG, ho fondato il Circolo dei Giovani Democratici e sono stato scelto per esserne il Segretario a Civitavecchia. Questo è l’impegno e la passione che intendo adesso portare in Consiglio Comunale come candidato nella lista del PD.

Negli ultimi cinque anni questa Città ha visto andare avanti solo alcuni, lasciando indietro i cittadini e le cittadine che la animano. Da Segretario dei Giovani Democratici ho sempre denunciato le malefatte perpetuate a discapito del pubblico interesse, insieme alle tante ragazze e ragazzi che costituiscono il gruppo che mi è vicino nell’attività politica.

È arrivato il momento di cambiare, per questo mi candido al Consiglio Comunale di Civitavecchia. Mi candido con la consapevolezza che solo non posso fare niente ma, se a voler cambiare la Città insieme con me saremo tantissimi, andremo tutti verso un futuro migliore per Civitavecchia. Siamo ragazzi tra i 15 e i 29 anni che condividono la passione per la Politica impegnandosi in prima persona.

Ci piace la Politica, non le chiacchere, e ci mettiamo la faccia. Siamo giovani, democratici e di sinistra. Siamo dunque contrari alla collusione tra mafia e istituzioni, siamo contrari al precariato, difendiamo il diritto allo studio e la scuola pubblica, crediamo nella tutela dell’ambiente e nello sviluppo delle energie rinnovabili. Siamo l’organizzazione giovanile del Partito Democratico.

Abbiamo sempre puntato al rinnovamento nel nostro Partito, non solo anagrafico ma un rinnovamento che partisse da proposte e idee nuove.

Siamo orgogliosi della nostra Costituzione repubblicana, nata dal sangue dei partigiani nella lotta al nazifascimo; siamo pronti a scendere in campo per difenderla.

Abbiamo creato campagne informative, giriamo armati di telecamera per aprire spazi di confronto con i nostri coetanei, organizziamo feste, cineforum, spazi di approfondimento. Abbiamo partecipato attivamente alla scrittura del Programma politico del Centro Sinistra per le prossime amministrative, partecipando a tutti i tavoli tematici e rappresentando in tali sedi il Partito Democratico, sempre con idee nuove, progetti e sostanziosi contributi politici.

Crediamo che solo la Politica, quella delle facce pulite, della sincerità, del cuore e della voglia di fare, possa essere lo strumento per costruire il nostro futuro e cambiare questa Città.

Crediamo che si debba farla insieme. E odiamo gli indifferenti.

Per questo e altre cento motivazioni i Giovani Democratici sostengono la candidatura al Consiglio Comunale di Stefano Giannini, innanzitutto perché di Stefano ci fidiamo. Perché abbiamo la certezza che quando Stefano sarà eletto rimarrà sempre dalla stessa parte. Perché se Stefano siederà in Consiglio Comunale rappresenterà tutti quanti noi. Perchè le nostre proposte saranno le sue proposte e le sue battaglie saranno le nostre battaglie.

Per Stefano Giannini ci mettiamo la faccia.