Utena la fillette révolutionnaire

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Se il guscio dell'uovo non si spezza, il pulcino morirà senza essere nato. Il mondo è l'uovo di cui noi siamo i pulcini, se non spezziamo il guscio del mondo moriremo senza essere nati. Spezziamo dunque questo guscio per poter rivoluzionare il mondo!
[Motto del Consiglio studentesco dell'Accademia Ōtori, tratto da Demian di Hermann Hesse[1]]
Utena la fillette révolutionnaire
manga
Copertina dell'edizione italiana
Copertina dell'edizione italiana
Titolo orig. 少女革命ウテナ
(Shōjo kakumei Utena)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autori
Editore Shogakukan
1ª edizione gennaio 1997 – marzo 1998
Collanaed. Ciao
Tankōbon 5 (completa)
Pagine 190
Editore it. Star Comics
1ª edizione it. dicembre 1998 – agosto 1999
Collanaed. it. Kappa Extra
Periodicità it. bimestrale
Volumi it. 5 (completa)
Formato it. 12 × 18 cm
Rilegatura it. brossura
Lettura it. originale (da destra a sinistra)
Target shōjo
Genere yuri
Temi Yuri
La rivoluzione di Utena
serie TV anime
Utena e Anthy nella sigla di apertura dell'anime.
Utena e Anthy nella sigla di apertura dell'anime.
Titolo orig. 少女革命ウテナ
(Shōjo kakumei Utena)
Autori
Regia Kunihiko Ikuhara
Sceneggiatura Yōji Enokido (soggetto di serie)[2]
Character design Shinya Hasegawa
Mecha design Hiroshi Nagahama
Studio J.C. Staff
Musiche
Rete TV Tokyo
1ª TV 2 aprile 1997 – 24 dicembre 1997
Episodi 39 (completa)
Durata ep. 25'
Rete it. Man-Ga
1ª TV it. 1º luglio 2010 – 10 novembre 2010
Episodi it. 39 (completa)
Durata ep. it. 25'
Utena la fillette révolutionnaire - Apocalisse adolescenziale
manga
Copertina dell'edizione Dynit
Copertina dell'edizione Dynit
Titolo orig. 少女革命ウテナ アドゥレセンス黙示録
(Shōjo kakumei Utena - Adolescence mokushiroku)
Autori
Editore Shogakukan
1ª edizione 20 settembre 1999
Collanaed. Ciao
Tankōbon unico
Pagine 184
Editore it. Dynit
1ª edizione it. 6 agosto 2003
Collanaed. it. Manga Pop
Volume it. unico
Formato it. 12 × 18 cm
Rilegatura it. brossura
Lettura it. ribaltata rispetto all'ed. orig.
Target shōjo
Genere yuri
Temi Yuri

Utena la fillette révolutionnaire (少女革命ウテナ Shōjo kakumei Utena?) è un progetto multimediale del gruppo di artisti giapponesi Be-Papas composto da due manga, un anime, un film d'animazione, un musical teatrale ed un videogioco per Sega Saturn. L'opera è iniziata nel 1996 con un manga seriale, è proseguita nel 1997 con l'anime (noto in Italia come La rivoluzione di Utena) e si è conclusa nel 1999 con il film Apocalisse Adolescenziale ed il manga one-shot collegato. Secondo alcuni, una fonte d'ispirazione di Utena è rappresentata dal lavoro di Riyoko Ikeda Lady Oscar (Versailles no bara).[3]

Il significato letterale del titolo è Utena la ragazza rivoluzionaria o Utena la ragazza della rivoluzione; in Italia le quattro opere importate (i due fumetti e le due animazioni) sono state distribuite da tre editori diversi (Star Comics, Yamato Video, Dynit), che hanno alternato titoli differenti, ma sempre aderenti al significato originale.

Uno degli aspetti più peculiari della saga di Utena sta nel fatto che sebbene manga, anime, videogame e musical siano stati creati all'incirca durante lo stesso periodo, le storie narrate sui vari media procedono verso direzioni differenti pur essendo molto simili: si tratta di uno dei primissimi esempi di complementarità dei media, in cui la stessa storia è narrata in maniera leggermente differente da format a format (ognuno con dettagli in più o in meno rispetto alle altre versioni), cosicché una visione completa e globale dell'opera è possibile solo una volta fruite tutte le parti di cui è composta. Questa diversificazione da medium a medium verrà ripresa ed ulteriormente sviluppata pochi anni dopo nel franchise multimediale .hack.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Le vicende di Utena ruotano intorno alla protagonista del manga e dell'anime, Utena Tenjō appunto, un vero e proprio maschiaccio che durante la sua infanzia, dopo aver perso i genitori fu a tal punto impressionata dall'incontro con un misterioso principe da voler diventare un principe lei stessa. Come pegno della promessa di ritrovarla, quel principe regalò ad Utena un anello con su incisa una rosa.

Utena frequenta l'Accademia Ōtori, un luogo imprecisato nello spazio e nel tempo, dove un giorno incontra una ragazza di nome Anthy Himemiya, maltrattata da un ragazzo - Kyōichi Saionji - che in principio la stessa Utena ipotizza essere il fidanzato di Anthy. Nonostante ciò, spinta dal suo carattere sempre pronto a difendere i più deboli, Utena interviene a favore di Anthy nel tentativo di proteggerla e si ritrova così coinvolta, suo malgrado, in una serie di eventi sui quali non ha alcun controllo e che, probabilmente, sono da ritenersi predestinati.

Infatti, Anthy è la Sposa della Rosa e quando Utena combatte e vince Saionji in duello, pur senza saperlo si ritrova inevitabilmente legata alla giovane ragazza, che viene di volta in volta "vinta" attraverso una serie di duelli, cui possono accedere solo alcuni selezionatissimi membri dell'Accademia, secondo un programma occulto stabilito dal misterioso Confine del Mondo, un'entità che fornisce istruzioni al Consiglio degli Studenti, il circolo dei duellanti. Ciascuno di essi è identificato da un anello recante il simbolo della rosa, proprio come quello ricevuto in dono da Utena quando era piccola, e solo grazie al quale la stessa Utena viene ammessa a duellare.

Dal momento in cui le vite di Anthy e di Utena si uniscono a seguito del primo duello, tutta una serie di reazioni a catena hanno luogo nella scuola. Infatti, Anthy è la prescelta e chi l'avrà come sposa al termine degli archi dei duelli otterrà il potere di portare la Rivoluzione nel Mondo. Sono così in molti a desiderare questo potere, al punto da sfidare costantemente Utena nel tentativo di riacquisire il controllo sulla Sposa della Rosa.

Produzioni[modifica | modifica sorgente]

L'originalità ed il successo della saga di Utena sta nell'essere riusciti a realizzare, partendo da presupposti comuni, una serie di storie diverse fra loro e tutte apprezzate dal pubblico.

L'anime di Utena, composto da 39 episodi, fu creato dallo stesso gruppo che aveva lavorato a Sailor Moon, incluso il regista Kunihiko Ikuhara, e lo sceneggiatore Yoji Enokido, meglio noti all'epoca per aver rispattivamente diretto e scritto le serie S e SuperS di Sailor Moon, fra le cinque probabilmente quelle con i temi più maturi e poco adatti ad un pubblico di bambini. Ikuhara, in realtà, iniziò a concepire la saga di Utena fin dal periodo 1991-1992, quando stava lavorando con Jun'ichi Satō per la serie TV Kingyo chūihō!, prodotta dalla Toei Animation[4]; solo tre anni dopo, nel 1995, Ikuhara avrebbe fondato il collettivo Be-Bapas allo scopo di produrre Utena.

Il film Utena la fillette révolutionnaire - The Movie: Apocalisse adolescenziale può essere a suo modo considerato un lavoro a sé stante. Infatti, sebbene in principio la sua struttura ricordi quella della serie televisiva, il finale è totalmente sciolto da ogni vincolo e rappresenta quasi un percorso onirico di liberazione delle due protagoniste, non più semplici amiche, ma evidentemente compagne (ovviamente in chiave yuri).

Per quanto riguarda la produzione teatrale, essa prende il nome di Shōjo kakumei Utena, makai tensei mokushiroku hen, reijin Nirvana raiga ed è da considerarsi a tutti gli effetti un musical incentrato sulle vicende di Utena.

Il manga seriale è stato scritto da Be-Papas e disegnato da Chiho Saitō, e pubblicato in Italia in 5 volumi dalla Star Comics sulla rivista Kappa Extra; il manga che accompagna il film, realizzato dallo stesso staff, è invece stato pubblicato da Dynit.

Il videogioco Shōjo kakumei Utena: Itsuka kakumei sareru monogatari (少女革命ウテナ いつか革命される物語? "Utena la ragazza rivoluzionaria: La storia di come arriverà la mia rivoluzione"), infine, è ancora una diversa interpretazione dello stesso incipit: il giocatore interpreta una ragazza innominata che per quattro giorni osserva lo svolgimento dei fatti nell'Accademia Ohtori; incontra Utena, Anthy, i vari componenti del Consiglio Studentesco e gli altri personaggi (fra cui una nuova ragazza, la folle e crudele Chigusa Sanjoin). In base alle sue scelte, il giocatore può arrivare ad uno dei dieci finali alternativi disponibili[5].

Struttura[modifica | modifica sorgente]

Fondamentalmente, la serie anime di Utena è divisa in quattro differenti archi temporali, contraddistinti tutti dai duellanti che Utena deve affrontare per proteggere Anthy.

Tutti i duelli, come da sempre prescritto, si svolgono nell'arena, un'immensa piattaforma sospesa, all'interno del territorio dell'accademia, a cui si può accedere solo attraverso una scalinata a spirale di proporzioni inumane e che è accessibile ai soli duellanti.

All'inizio di ogni duello, la Sposa della Rosa pone sui petti dei duellanti un bocciolo di rosa di colore differente di volta in volta e chi fra i due combattenti riesce a strappare i petali della rosa dell'avversario vince il duello e il controllo della Sposa della Rosa. Tutti i duelli, inoltre, sono all'arma bianca, ovvero i duellanti utilizzano delle spade, delle katane o delle sciabole per combattere.

Va dal 1º al 13º episodio. Durante questo primo arco temporale, si vede la comparsa di Utena, Anthy e della maggior parte degli altri protagonisti principali. In questa fase, Utena guadagna suo malgrado il controllo su Anthy e da qui hanno inizio i duelli con gli appartenenti al Consiglio Studentesco dell'accademia che desiderano acquisire il controllo sulla Sposa della Rosa.
Si estende dal 14º al 24º episodio. Dopo aver contrastato i tentativi dei duellanti del Consiglio Studentesco, Utena deve affrontare un nuovo ostacolo: Mikage Sōji. Spacciandosi per consigliere e confidente, egli usa il suo potere di persuasione e la sua conoscenza della psicologia per spingere le sue vittime ad affrontare Utena, facendo leva sui loro sentimenti più cupi ed inconfessabili. I duellanti inviati da Mikage Sōji contro Utena sono contraddistinti da un anello nero.
Durante quest’arco temporale si vede anche la comparsa di Akio Ōtori.
Va dal 25º al 33º episodio. Sconfitti tutti i duellanti della Rosa Nera, Utena deve combattere ancora una volta con gli appartenenti al Consiglio Studentesco. Nello stesso tempo e suo malgrado diventa fulcro di attenzione per Akio Ōtori, da cui viene lentamente sedotta. Questo crea una spaccatura fra lei ed Anthy ed è in questa fase che viene introdotta la relazione incestuosa fra Anthy e Akio, suo fratello.
Comprende gli episodi finali - dal 34º al 39º - e culmina con il duello fra Utena e Akio, nonché la definitiva liberazione di Anthy dalla sua condizione di schiavitù. Spesso è considerata come l’avvento del Redentore, cui Utena viene paragonata.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Protagonisti[modifica | modifica sorgente]

  • Utena Tenjō è il "maschiaccio" protagonista della serie. Coraggiosa e spesso ingenua, ha un carattere leale e forte e vive nel tentativo di emulare la figura idealizzata del principe che incontrò durante la sua infanzia.
  • Anthy Himemiya è la Sposa della Rosa, una misteriosa ragazza dalla pelle scura, probabilmente di origini indiane. Sempre elegante ed attenta all’etichetta, Anthy è posata, riflessiva e dotata di una fervida intelligenza. Ciononostante, possiede un carattere remissivo che è spesso causa di contrasto con Utena, che la vorrebbe invece libera e più indipendente.
  • Akio Ōtori è il fratello maggiore di Anthy, e sostituto del preside dell’Accademia. A partire dalla seconda parte dell’anime, assurge ad un ruolo via, via sempre più importante. Il suo nome di battesimo deriva dalla forma giapponese del nome Venere, la Stella del Mattino, spesso identificata con Lucifero.

Consiglio degli Studenti[modifica | modifica sorgente]

  • Juri Arisugawa è il capitano del club di scherma dell’accademia, oltre ad essere una delle studentesse più rispettate dall’intero corpo studentesco. In ogni caso, dietro le sue maniere dure e schiette, si nasconde un animo evidentemente vulnerabile, soprattutto alla giovane Shiori, di cui Juri è segretamente innamorata.
  • Miki Kaoru è uno dei più talentuosi studenti dell’accademia, oltre ad essere uno dei membri del Consiglio degli Studenti e pianista di grande successo. Nonostante il suo ruolo di duellante, e il suo innamoramento per Anthy, stringe un saldo rapporto d’amicizia con Utena.
  • Tōga Kiryū è il presidente del Consiglio degli Studenti. Arrogante ed affascinante ragazzo consumato dal desiderio di potere, non si farà scrupoli nel cercare di conquistare la Sposa della Rosa per i suoi fini.
  • Nanami Kiryū è la sorella adottiva di Tōga. Particolarmente snob, è circondata da uno stuolo di ammiratori e “dame di compagnia” che usa per i suoi scopi, spesso ai limiti del lecito. Da sempre innamorata del fratello, cercherà di fare il possibile per distogliere le sue attenzioni da Utena.
  • Kyōichi Saionji è il vicepresidente del Consiglio degli Studenti, oltre che miglior amico di Tōga e capitano del club di kendo. Egoista, spesso vittima del suo carattere propenso all’ira, a volte crudele, è estremamente possessivo nei confronti di Anthy, di cui è innamorato.
  • Ruka Tsuchiya entra a far parte del Consiglio degli Studenti solo tardi nella serie anime. È il capitano del club di scherma e si considera mentore di Juri, la più talentuosa fra le atlete del suo club.

Duellanti della Rosa Nera[modifica | modifica sorgente]

  • Sōji Mikage è il popolare capo del Seminario Mikage, presso l’accademia. Il suo più grande desiderio è quello di uccidere Anthy e di far diventare Sposa della Rosa il gracile Mamiya: è infatti convinto di poter salvare quest’ultimo in quest’unico modo.
  • Kanae Ōtori è la fidanzata di Akio, figlia del preside dell’accademia Ōtori. Nonostante tutti gli sforzi che costantemente fa, non è in alcun modo in grado di intessere un rapporto soddisfacente con Anthy, sua futura cognata.
  • Kozue Kaoru è la sorella gemella di Miki, nei confronti del quale prova un forte sentimento di odio e amore. Da un lato, infatti, Miki è pur sempre suo fratello, dall’altro Kaori si sente messa in ombra dall’immenso talento del gemello al pianoforte, passione che i due condividono.
  • Shiori Takatsuki è un’amica di infanzia di Juri. Torna nell’accademia che aveva lasciato anni prima, dopo aver “rubato” a Juri quello che credeva essere il suo fidanzato, e lasciando invece la ragazza in uno stato d’animo devastato.
  • Mitsuru Tsuwabuki è il più devoto fan di Nanami. Ossessionato dalla ragazza, molto più grande di lui, desidererebbe per sé le sue attenzioni, cosa questa che lo spingerà a mettere in pericolo la stessa Nanami per poter poi correre in suo soccorso.
  • Wakaba Shinohara è la migliore amica di Utena. Wakaba è una ragazza solare ed estroversa, ma nasconde un profondo complesso di inferiorità che la porta a legarsi alle altre persone per potersi sentire in qualche modo importante.
  • Keiko Sonoda è una delle ragazze che fanno parte del corteo di Nanami. Innamorata di Tōga, cercherà di uccidere Anthy durante il duello per poter diventare il centro delle attenzioni del ragazzo.

Episodi dell'anime[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Episodi de La rivoluzione di Utena.

Temi[modifica | modifica sorgente]

La rappresentazioni di alcuni archetipi molto particolari – come il principe, la principessa e la strega – sono tutti da leggere in chiave simbolica dato il gioco dei generi con cui sono orchestrati: i ruoli canonici sono infatti completamente invertiti rispetto alla normalità, con ad esempio Utena che desidera diventare il principe e non la principessa, o Anthy che pur pacata ed amichevole è legata al concetto della strega. Inoltre alcuni simboli si ripetono in maniera costante, come ad esempio la frase ispirata a Demian di Hermann Hesse.[6]

Bisogna sottolineare che la serie tratta temi molto particolari, spesso delicati e tipici di un lavoro maturo: incesto, omosessualità femminile e maschile, oltre ad evidenti riferimenti ad abusi sessuali, sono solo gli esempi più eclatanti. In ogni caso, tutto questo viene trattato in maniera sempre sfumata, soprattutto nella serie televisiva, per diventare molto più chiaro nel film dove viene esplicitato l'elemento yuri.[7]

Motivi visivi[modifica | modifica sorgente]

Il motivo dominante dell'intera serie è la rosa, che compare più volte, tanto negli anelli dei duellanti, quanto sulle loro divise e come simbolo dell'imminente duello.

Un altro motivo spesso presente è quello dell'ascensore. Esso compare in tutti e tre gli archi temporali: nel primo, viene utilizzato dai membri del Consiglio Studentesco per accedere alla sala privata del Concilio; nel secondo arco assume il ruolo di confessionale in cui Sōji Mikage plagia le sue vittime; nell'ultimo arco è il mezzo di accesso all’arena dei duellanti, e va a sostituire la rampa di scale a forma di spirale.

Anche le automobili sono considerate un elemento simbolico che si ripete durante tutta la serie televisiva e che ritorna anche nel film. Nell'anime TV, in particolare, l'automobile è lo strumento attraverso il quale Akio mostra ai duellanti il Confine del Mondo. Nel film, invece, Utena stessa si trasforma in un'automobile.

Altre considerazioni vanno fatte a proposito del ripetersi di alcune scene che possono essere viste, spesso con minuziosi cambiamenti, in ogni episodio. Ad esempio, l'ingresso di Utena nell'arena è quasi sempre uguale in ogni arco temporale.

Musica[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Colonna sonora de La rivoluzione di Utena.

Anche la musica ha un ruolo fondamentale in La rivoluzione di Utena, basti pensare al fatto che uno dei personaggi più importanti dell’intera serie, Miki, è un pianista di talento, così come anche sua sorella Kozue.

La colonna sonora de La rivoluzione di Utena è formata da due parti nettamente distinte: i brani di sottofondo, di ispirazione romantica, sono stati composti da Shinkichi Mitsumune, mentre invece le canzoni heavy metal corali che accompagnano i duelli sono state poste in musica da Julius Arnest Seazer, ed alcuni testi sono dello stesso regista Ikuhara.

Fra i vari pezzi, probabilmente il più conosciuto è Zettai unmei mokushiroku (絶対運命黙示録? "L'apocalisse del destino assoluto"), ripetuto ogni qual volta Utena fa il suo ingresso nell’arena dei duellanti.

Sigle[modifica | modifica sorgente]

Sigla di apertura
Sigle di chiusura
  • truth (truth?) cantata da Luca Yumi (ep. 1~24)
  • Virtual star hasseigaku (バーチャルスター発生学 Bācharu sutā hasseigaku?) cantata da Maki Kamiya (ep. 25~38)
  • Rose & release (Rose&release?) cantata da Masami Okui (ep. 39)

Videogioco[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Shōjo Kakumei Utena: Itsuka Kakumeisareru Monogatari.

Nel 1998 è stato pubblicato per Sega Saturn ed esclusivamente in Giappone il videogioco Shōjo Kakumei Utena: Itsuka Kakumeisareru Monogatari (少女革命ウテナ いつか革命される物語?) sviluppato e pubblicato dalla SEGA.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ v. Memorial Box booklet di Yamato Video
  2. ^ Cfr. scheda ann nei collegamenti esterni.
  3. ^ Utena: Adolescence Mokushiroku, Intersections: Gender, History and Culture in the Asian Context, Issue 5, maggio 2001.
  4. ^ Booklet in retrocopertina de La rivoluzione di Utena, DVD 01-03, Milano, Yamato Video, 2004.
  5. ^ Note di produzione nel verso di copertina de La rivoluzione di Utena, VHS 10, Milano, Yamato Video, 2002.
  6. ^ La frase pronunciata in modo rituale nell'anime recita: «Se il guscio dell'uovo non si spezza, il pulcino morirà senza essere nato. Il mondo è l'uovo di cui noi siamo i pulcini, se non spezziamo il guscio del mondo moriremo senza essere nati. Spezziamo dunque questo guscio per poter rivoluzionare il mondo!». La frase del romanzo di Hermann Hesse, invece, recita così: «L'uccello lotta per uscire dall'uovo. L'uovo è il mondo. Per nascere devi distruggere un mondo. L'uccello vola a Dio. Il nome del Dio è Abraxas».
  7. ^ "Shoujo Kakumei Utena" Monomyth, Empty Movement. URL consultato il 25 ottobre 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]