Uromastyx

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Uromastyx
Uromastyx acanthinura.JPEG
Maschio di Uromastyx acanthinura
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Squamata
Sottordine Sauria
Infraordine Iguania
Famiglia Agamidae
Sottofamiglia Uromastycinae
Genere Uromastyx
Merrem, 1820
Specie

vedi testo

Uromastyx Merrem, 1820 è un genere di sauri della famiglia Agamidae.[1]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Le specie più conosciute sono l'uromastice acantinuro (Uromastyx acanthinura), diffuso nelle zone rocciose del Sahara e dalla lunghezza fino a 45 centimetri, di cui più di un terzo spetta alla coda, munita sopra e ai lati di grosse e appuntite squame cornee; Uromastyx aegyptia, la più grande delle specie, raggiungendo i 75 cm di lunghezza, e in rari casi circa 90 cm; l'Uromastyx dispar, che nella sottospecie flavifasciata raggiunge i 45–55 cm di taglia massima; Uromastyx geyri, noto per le sue fasi di colorazione molto accese (generalmente giallo, rosso o arancione con macchie, strisce, ocelli o bande nerastre o bianche); Uromastyx ocellata, di piccole dimensioni (raramente supera i 30–35 cm) e molto colorato; 'Uromastyx ornata, di dimensioni medio-piccole e colori molto accesi. Il rappresentante più piccolo della specie è l'uromastice dalla coda a pettine (Uromastyx princeps), diffuso fra le pietraie della Migiurtinia, regione della Somalia, di dimensioni più piccole, raggiunge al massimo i 22 centimetri, la cui coda è fornita di formazioni a punta che la fanno rassomigliare ad un rozzo pettine, da cui il nome comune.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Sono sauri deserticoli ad attività esclusivamente diurna e si cibano di vegetali, semi, fiori, arbusti e sterpi; occasionalmente in giovane età, possono integrare la loro dieta con proteine animali, generalmente insetti.[senza fonte]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Buona parte delle specie sono diffuse nell'Africa subsahariana, e in Arabia Saudita.[senza fonte]

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Il genere comprende le seguenti specie:[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Uromastyx in The Reptile Database. URL consultato il 1 giugno 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili