Urografia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Immagine radiologica di una urografia

L'urografia è un esame radiologico che permette l'esplorazione e lo studio delle varie sezioni che compongono l'apparato urinario. Grazie all'urografia si ha un'esplorazione sia a livello morfologico che funzionale:

  • morfologico, poiché si mostrano le parti interessate;
  • funzionale, poiché si ottengono informazioni sul funzionamento fisiologico corretto o meno.

Preparazione all'esame[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver eseguito alcuni esami come azotemia, creatininemia, protidogramma elettroforetico si deve seguire una dieta a base di alimenti poveri di scorie nei giorni precedenti all'esame, con uso di purgante il giorno precedente, e con un digiuno da almeno 8 ore prima dell'esame.

Svolgimento[modifica | modifica sorgente]

Si utilizzano come mezzi di contrasto composti organici idrosolubili triodati (uroangiografico), iniettati per via endovenosa a bolo o ad infusione lenta. A seguito di tale operazione si eseguono radiogrammi a tempi prestabiliti (basale, nei primi minuti dopo l'infusione, a seguire radiogrammi ogni 5 minuti), termine dell'infusione ultimo scanogramma, far urinare il paziente e scanogramma post-minzione.

Utilizzi[modifica | modifica sorgente]

L'urografia è l'esame di prima scelta in tutte le affezioni dell'apparato urinario quali:

Controindicazioni[modifica | modifica sorgente]

Vi sono alcune controindicazioni dell'esame:

Effetti collaterali[modifica | modifica sorgente]

A seguito dell'esame si possono mostrare nausea, vomito, prurito, senso di malessere generalizzato, eruzioni cutanee, tosse.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina