Uriminzokkiri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Uriminzokkiri
우리민족끼리
URL http://www.uriminzokkiri.com
Commerciale No
Tipo di sito Sito di informazione
Registrazione Opzionale
Proprietario KCNA
Creato da
Lancio 2003
Stato attuale In progresso

Uriminzokkiri (in coreano 우리민족끼리, letteralmente in italiano la nostra nazione) è un sito internet d'informazione e propaganda politico-ideologica, gestito dalla KCNA, l'agenzia di stampa nazionale della Corea del Nord[1][2]. Lanciato nel 2003, il suo scopo è quello di fornire informazioni plurilingue sulla Corea del Nord e propagandare le ideologie dello stato nordcoreano in tutto il mondo. Il sito dispone inoltre di account su Twitter, YouTube, Flickr e Facebook[2]. I server su cui il sito è hostato sono localizzati in Cina.[3]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nell'agosto 2010, Uriminzokkiri ha aperto i suoi account su YouTube, Facebook e Twitter, allo scopo di promuovere su scala mondiale l'immagine della Corea del Nord[4].

Il 18 settembre 2012, Uriminzokkiri caricò su YouTube un video modificato digitalmente, che mostrava la presidentessa sudcoreana Park Geun-hye intenta a ballare sulle note di Gangnam Style, dipingendola inoltre come un'ammiratrice del regime autocratico di suo padre, Park Chung-hee.[5][6]

Il 5 febbraio 2013, un filmato di propaganda mostrante la città di New York in fiamme fu rimosso dal canale YouTube di Uriminzokkiri, a seguito di un reclamo inoltrato dalla Activision ai sensi del DMCA, in quanto nel filmato erano presenti delle scene del videogioco Call of Duty: Modern Warfare 3.[7][8] Il 19 marzo 2013, sul canale apparve un nuovo video di propaganda, mostrante un attacco armato alla città di Washington, D.C.[9].

Il 3 aprile 2013, il gruppo hacker Anonymous rese noto di aver rubato 15.000 password di utenti del sito, nell'ambito della guerra virtuale condotta dal gruppo contro la Corea del Nord[10]. Qualche ora dopo, Anonymous hackerò il sito e gli account Twitter e Flickr di Uriminzokkiri[11][12].

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Facebook deletes North Korean account, but it resurfaces | Reuters
  2. ^ a b North Korea Jumps Onto Twitter | PCWorld
  3. ^ Report for uriminzokkiri.com | Norton Safe Web
  4. ^ N Korea Twitter account 'hacked' - Asia-Pacific - Al Jazeera English
  5. ^ N. Korea takes 'Gangnam Style' shot at South politician in The Straits Times, Singapore Press Holdings, 20 agosto 2012. URL consultato il 20 settembre 2012.
  6. ^ Kwon, K. J.; Mullen, Jethro, North Korean video evokes 'Gangnam Style' to taunt South Korean candidate, CNN, 20 settembre 2012. URL consultato il 25 settembre 2012.
  7. ^ BBC News - North Korea propaganda taken off YouTube after Activision complaint
  8. ^ N. Korea warns U.S. is within range of strategic rockets, nukes
  9. ^ North Korean video shows imagined attack on Washington - CNN.com
  10. ^ Dan Graziano, Anonymous threatens cyberwar on North Korea, steals 15,000 passwords in BGR News, Yahoo! News. URL consultato il 3 aprile 2013.
  11. ^ Pro-North Korea website Uriminzokkiri hacked | GlobalPost
  12. ^ North Korean social media apparently hacked - CNN.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Web Portale Web: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Web