Urien

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Urien (Urbgenius in latino e Orian in inglese; 490 circa – 590) è stato sovrano realmente esistito del Rheged, regno che, nel VI secolo, copriva l'Inghilterra settentrionale e la Scozia meridionale.

Si conosce poco della storia di Urien, ma pare che abbia combattuto contro gli angli della Bernicia e che sia stato patrono delle arti, soprattutto del bardo Taliesin.

Fu forse il più famoso sovrano della Britannia (Inghilterra) del nord e forse uno dei primi monarchi cristiani dell'isola. Era uno dei figli di Cynfarch Oer. Urien avrebbe unificato un regno che prima era diviso o condiviso con i suoi fratelli: Llew e Arawn. Il centro del suo potere era a Caer-Ligualid (Carlisle), anche se ebbe un palazzo anche a Llwyfenydd, sul fiume Lyvennet e forse anche a Caer-Brogwm (Brougham) e a Pen Rhionydd (forse vicino a Stranraer). Il cuore del suo regno, invece, era l'odierna Cumbria.

Nella fase iniziale del governo di Urien, le relazioni tra il Rheged e i vicini regni britannici rivali furono estremamente mutevoli. Fece molti raid contro questi regni, come Gododdin e una volta prese prigioniero in battaglia Selyf Sarffgadau, re del Powys. Alla fine, però, Urien si unì con gli altri principi nordici per contrastare il crescente espansionismo degli anglosassoni della Bernicia, che sconfisse in molte battaglie e ricacciò verso il mare. Le sue vittorie sono celebrate nel Libro di Taliesin.

Prima della vittoria finale, però, Urien fu assassinato da un certo Llofan Llaf Difo su ordine del suo alleato, Morcant Bulc, che era geloso dei suoi successi. Ebbe quattro figli: Owain, Riwallawn, Run e Pascen. Fu Owain a salire sul trono.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]