Upsilon3 Eridani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Upsilon3 Eridani
Mappa della costellazione dell'EridanoMappa della costellazione dell'Eridano
Classificazione Gigante arancione
Classe spettrale K4III
Distanza dal Sole 296 anni luce
Costellazione Eridano
Coordinate
(all'epoca J2000)
Ascensione retta 04 h 24 m 02,217s
Declinazione -34° 01′ 00,65″
Dati fisici
Raggio medio 54 R
Luminosità
477 L
Metallicità 72% rispetto al Sole
Dati osservativi
Magnitudine app. +3,97
Magnitudine ass. -0,82
Parallasse 11,01 mas
Moto proprio AR: 73,77 mas/anno
Dec: 56,70 mas/anno
Velocità radiale 24,1 km/s
Nomenclature alternative
42 Eridani, d Eridani, FK5 1121, HD 28028, HIP 20535, HR 1393, SAO 194984.

Upsilon 3 Eridani (υ3 Eridani / υ3 Eri, 42 Eridani) è una stella nella costellazione dell'Eridano di magnitudine +3,97, distante 296 anni luce dal sistema solare.[1]

Osservazione[modifica | modifica wikitesto]

Posta alla declinazione di 34°S, è una stella dell'emisfero australe. Nell'emisfero boreale essa non può essere osservata a nord del 56º parallelo, il che esclude buona parte del Canada, della Russia e l'Europa settentrionale. Nelle zone temperate dell'emisfero boreale, essa comunque apparirà molto bassa sull'orizzonte e la sua osservazione risulterà penalizzata. Diventa circumpolare solo alle latitudini più meridionali del parallelo 56°S, cioè nel continente antartico. Data la sua magnitudine pari a 3,95, la si può osservare anche dai piccoli centri urbani senza difficoltà, sebbene un cielo non eccessivamente inquinato sia maggiormente indicato per la sua individuazione.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica wikitesto]

La stella è una gigante arancione di tipo spettrale K4III che ha ormai terminato l'idrogeno all'interno del suo nucleo da trasformare in elio, e si è trasformata in gigante espandendosi fino ad avere un raggio 54 volte quello solare[2]. La sua luminosità è quasi 500 volte maggiore di quella del Sole e la sua magnitudine assoluta è −0,82 in luce visibile, ma, data la sua bassa temperatura superficiale, la stella emette la sua radiazione soprattutto nell'infrarosso, arrivando ad avere una magnitudine assoluta di −4,8 nella banda K.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ HIP 95241 in Extended Hipparcos Compilation (XHIP) (Anderson+, 2012), VizieR.
  2. ^ Pasinetti-Fracassini, Catalogue of Stellar Diameters (CADARS), 2001.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni