Uovo di trifoglio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 55°44′58.35″N 37°36′48.26″E / 55.749543°N 37.613406°E55.749543; 37.613406

Uovo di trifoglio
Cloveregg2.jpg
Anno 1902
Primo proprietario Aleksandra Fëdorovna Romanova
Attuale proprietario
Istituzione o individuo Armeria del Cremlino
Acquisizione 1933
Fabbricazione
Mastro orafo Michael Perkhin
Marchi M.P, Y.L.[1], 56, kokoshnik.
Caratteristiche
Materiali oro, platino, diamanti a taglio rosetta e rubini
Altezza 9,8 cm.
Sorpresa
perduta.

L'Uovo di trifoglio è una delle uova imperiali Fabergé: un uovo di Pasqua gioiello che l'ultimo Zar di Russia, Nicola II donò a sua moglie, la Zarina Aleksandra nel 1902.

Fu fabbricato a San Pietroburgo nel laboratorio di Michael Perkhin per conto del gioielliere russo Peter Carl Fabergé, della Fabergè.

L'uovo non ha mai lasciato la Russia e sin dal 1933 si trova presso l'Armeria del Cremlino a Mosca. La sua fragilità lo rende intrasportabile.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

L'uovo è alto 9,8 centimetri ed è fatto di oro, platino, diamanti a taglio rosetta e rubini.

Il guscio dell'uovo è costituito da un motivo traforato di steli e foglie di trifoglio; lo spazio tra i fili d'oro che disegnano il contorno e la nervatura delle foglie è riempito di smalto trasparente verde brillante oppure da diamanti. Un sottile nastro di rubini incastonati tra fili d'oro è drappeggiato qua e là tra il ricco fogliame.

I bordi dove la metà superiore e inferiore dell'uovo si aprono sono abilmente nascosti dalle foglie accuratamente posizionate.

L'uovo poggia su un tripode d'oro a forma di trifogli con gli steli curvi, i piedi fogliati sono rivolti verso l'interno.

Sorpresa[modifica | modifica sorgente]

La sorpresa, ora perduta, probabilmente era fatta d'oro, diamanti e acquerello su avorio, infatti secondo gli archivi dentro l'uovo erano fissate quattro foglie con 23 diamanti e quattro miniature con i ritratti delle figlie dell'imperatore.

Sono presenti piccoli fermagli che probabilmente fermavano la sorpresa, proprio come nell'Uovo mosaico del 1914.

Tecnica costruttiva[modifica | modifica sorgente]

Lo smalto trasparente o plique-à-jour era una tecnica nuova, molto difficile da usare; di solito l'artista usava una miscela molto stabile di smalto perché, essendo privo di supporto, poteva creparsi durante la fusione o il raffreddamento.

L'Uovo di trifoglio è universalmente considerato un capolavoro di gioielleria, il suo smalto è perfetto, privo di crepe o bolle.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Iniziali dell'ispettore Yakov Lyapunov di San Pietroburgo

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Imperial Clover Egg in Fabergé Imperial Easter Eggs - Index, Matt & Andrej Koymasky, 24 luglio 2004. URL consultato il 31/07/2011.