Uomo Porpora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Uomo Porpora
Universo Universo Marvel
Nome orig. Purple Man
Lingua orig. Inglese
Alter ego Zebediah Killgrave
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. ottobre 1964
1ª app. in Daredevil n. 4 - I serie
Editore it. Editoriale Corno
app. it. 18 giugno 1970
app. it. in L'incredibile Devil n. 4
Sesso Maschio
Etnia croato
Luogo di nascita Fiume (Croazia, Ex-Jugoslavia)
Abilità
  • Controllo della volontà altrui
  • Fattore rigenerante
Parenti
  • Melanie Killgrave (ex-moglie)
  • Kara Killgrave (Persuasion, figlia)

L'Uomo Porpora (Purple Man), il cui vero nome è Zebediah Killgrave, è un personaggio dei fumetti Marvel Comics, creato da Stan Lee (testi) e Joe Orlando (disegni). La sua prima apparizione avviene in Daredevil (prima serie) n. 4 (ottobre 1964). È un supercriminale dell'Universo Marvel.

Biografia del personaggio[modifica | modifica sorgente]

Zebediah Killgrave era una spia internazionale inviata ad infiltrarsi in una raffineria di prodotti chimici. Durante la missione rimase esposto a un gas sperimentale che stava tentando di rubare. In seguito all'esposizione, ottenne una colorazione cutanea viola e il potere di persuasione che usa per comandare le persone. L'Uomo Porpora ha affrontato molti supereroi tra cui l'Uomo Ragno, Luke Cage, Devil e Jessica Jones.

Il personaggio ha avuto un ruolo determinante nella vita di quest'ultima: quando ancora indossava il costume di Jewel, Killgrave la ipnotizzò e la tenne con sé per otto mesi, durante i quali non abusò di lei sessualmente, ma la umiliò in tutti i modi possibili. Alla fine la inviò in una missione suicida contro i Vendicatori nella speranza di uccidere Devil, dopo la quale riportò seri danni e cadde in coma.

Killgrave è evaso due volte dai carceri di massima sicurezza in cui era rinchiuso: la prima volta tornò a tormentare Jessica Jones, ma questa si ribellò grazie a una protezione psichica che le aveva fornito Jean Grey; la seconda si impadronì di Luke Cage mentre era in corso una rivolta al Raft ma, visto che era stato pesantemente narcotizzato, il suo potere funzionava a sbalzi e Cage riuscì a riprendersi e a fermarlo.

Durante la saga Fear Itself, Killgrave ricompare, ancora prigioniero nel Raft, ma riesce ad evadere, insieme a molti altri prigionieri, dopo che il Fenomeno, trasformatosi in Kuurth grazie ad uno dei martelli magici caduti sulla Terra, fugge distruggendo la grande prigione.

Relazioni[modifica | modifica sorgente]

In un momento non precisato della sua carriera, Killgrave usò i suoi poteri su una donna di nome Melanie per costringerla a sposarlo. Alla fine, Killgrave si rese conto che in realtà era davvero innamorato di Melanie e la liberò dal suo controllo. Diventata consapevole di ciò che aveva fatto, Melanie respinse Killgrave e se ne andò a Toronto. Dalla loro unione nacque Kara Killgrave.

Poteri e abilità[modifica | modifica sorgente]

Non è chiaro realmente come funzioni la sua suggestione ipnotica: Devil affermava che le persone che lo guardano sono soggette alla sua volontà, perciò Devil, che è cieco, ne è immune. Jessica Jones sosteneva che la sua pelle secerne sostanze chimiche, simili a feromoni, che annullano totalmente la volontà altrui: la vittima non ha più il controllo di alcun riflesso motorio e la sua mente recepisce i comandi di Killgrave come desideri giusti e irresistibili.

Inoltre il suo corpo mutato presenta un fattore rigenerante grazie al quale è in grado di recuperare rapidamente e guarire da traumi e lesioni gravi.

Altre versioni[modifica | modifica sorgente]

Marvel 1602[modifica | modifica sorgente]

In un futuro alternativo, Killgrave (o un uomo simile a lui) diventa presidente a vita degli Stati Uniti, utilizzando i suoi poteri per rimanere in carica per decenni. Capitan America, Daredevil e Spider-Man lottano contro il governo e sono sconfitti. Capitan America, principale oppositore del regime, viene inviato indietro nel tempo per impedirgli di diventare un simbolo per ogni resistenza.

House of M[modifica | modifica sorgente]

Nell'universo creato da Scarlet, Zebediah Killgrave (soprannominato "Zeb") è un essere umano privo di poteri che lavora come lobbista per il governo mutante controllato, ma è segretamente un agente della resistenza umana.

Altri media[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

  • Zebediah Killgrave è apparso nella puntata numero 34 della serie animata Insuperabili X-Men dal titolo Solitudine (No Mutant is an Island). In questo episodio non usa l'appellativo di Uomo Porpora e usa una crema per il viso per nascondere il suo colorito violaceo in pubblico. Egli è raffigurato come un ricco imprenditore che si finge pubblicamente un filantropo aiutando molti orfani ma che in realtà raccoglie ragazzi mutanti e li plagia con i suoi poteri ipnotici usandoli per i suoi scopi (i ragazzi sotto il suo controllo mentale sono Skids, Boom Boom, Rusty Collins, Rictor e Whiz Kid). Viene sconfitto da Ciclope.
  • L'Uomo Porpora compare anche nell'episodio numero 19 della seconda stagione della serie animata Marvel Avengers - I più potenti eroi della Terra, dove prende il controllo della mente di Tony Stark, e di conseguenza di tutti i Vendicatori a lui subordinati, e, anche tramite la costruzione di un satellite chiamato Energizer che canalizza un nuovo tipo di energia pulita e illimitata di colore viola sulla Stark Tower, crea un impero basato sulla vigilanza di droni giganti simili ad Iron Man e di armature a dimensione naturale che controllano le attività civili, mentre Killgrave ha il controllo sulla mente di tutti gli abitanti della Terra grazie all'energia del satellite, diffusa in tutto il pianeta dalla torre Stark.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Nelle storie della serie Alias, Killgrave sembra rompere la quarta parete e sapere di essere in un fumetto: infatti, quando parla con Jessica, commenta più volte le scelte grafiche e di sceneggiatura delle pagine in cui si trova e prevede addirittura le inquadrature. Jessica però non crede di essere un fumetto.
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics