Univision

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Univision
Logo Univision 2013.svg
Paese Stati Uniti Stati Uniti
Lingua Spagnolo
Tipo Generalista
Slogan Todos estamos con Univision
Estás en Casa
Siempre Contigo
La Casa de Todos
Nomi precedenti Spanish International Network (1962–1986)
Data di lancio 30 settembre 1962
Formato 480i (SD)
720p/1080i (HD)
Editore Univision Communications, Inc. 95% and Grupo Televisa 5%
Sede principale New York
Sito univision.com

Univision (uniβiˈsjon) è una rete televisiva statunitense in lingua spagnola. Secondo i rilevamenti di Nielsen ratings, è la rete in lingua spagnola con il più grande bacino d'utenza. Randy Falco, (CEO al 2011) è a capo della rete televisiva da quando il precedente presidente di Univision Communications Joe Uva ha lasciato il posto ad aprile 2010.[1]

Univision ha la propria sede a New York[2], ed ha la maggior parte dei propri studi ed uffici a Doral, un sobborgo di Miami. Nel 2009, è stato annunciato un altro studio televisivo, Univision Studios, che sarà costruito a Doral.[1][3] LA Univision è stata acquisita il 29 marzo 2007 da un consorzio guidato dalla Saban Capital Group di Haim Saban (che in precedenza aveva posseduto Saban Entertainment), TPG Capital, L.P., Providence Equity Partners, Madison Dearborn Partners e Thomas H. Lee Partners per 13,7 miliardi dollari o 36,25 dollari per azione, più 1,4 miliardi di dollari del debito acquisito.[4][5] L'acquisizione ha lasciato l'azienda con un livello di debito di dodici volte i suoi introiti annuali, che era due volte la norma nelle acquisizione fatte nei precedenti due anni.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Univision anuncia la creación de Univision Studios - Novedades, Univision.com. URL consultato il 31 marzo 2010.
  2. ^ Miami Herald [collegamento interrotto]
  3. ^ Miami Herald [collegamento interrotto]
  4. ^ Broadcasting Media Partners Completes Acquisition of Univision in Saban, 29 marzo 2007. URL consultato il 19 febbraio 2009.
  5. ^ Univision
  6. ^ Serena Ng e Henny Sender, Behind Buyout Surge, A Debt Market Booms in The Wall Street Journal, 26 giugno 2007.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione