Università telematica "Italian University Line"

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Università Telematica "Italian University Line - IUL"
[[File:Logo IUL.png|frameless|center|200x300px|Logo]]
Stato Italia Italia
Città Firenze
Soprannome IUL
Motto Università online per la scuola che cambia
Fondazione 2005
Tipo non statale
Facoltà Scienze della Formazione
Sito web www.iuline.it
 

L’Italian University Line-IUL è un’università telematica pubblica, non statale, riconosciuta dal MIUR con Decreto Ministeriale del 2 dicembre 2005, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 5 gennaio 2006 e autorizzata ad istituire corsi universitari a distanza (laurea e laurea magistrale, master di I e II livello, corsi di perfezionamento e di aggiornamento professionale). Rilascia titoli accademici con valore legale ai sensi dell’articolo 3 del Decreto Ministeriale n. 509 del 3 novembre 1999 e successive modificazioni.[1].

L’Ateneo, nato inizialmente per dare ai docenti in servizio una formazione e un titolo accademico di cui erano sprovvisti, ha oggi nella propria mission l’obiettivo prevalente di erogare formazione continua agli insegnanti in servizio e non, nelle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado che lavorano con e per la scuola. 

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

L'ateneo è promosso dal Consorzio IUL, composto dall'Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa (Indire) e dall'Università degli studi di Firenze.

Inizialmente il Consorzio vedeva la partecipazione come soci fondatori anche delle università di Milano-Bicocca, di Macerata[2], LUMSA di Roma, Palermo, Catania, e Telematica Unidav di Chieti, nonché la De Agostini Scuola S.p.A., uscitane in seguito[3][4].

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, decreto 2 dicembre 2005. URL consultato il 04 marzo 2005.
  2. ^ Università di Macerata - Consorzio Italian Univesity line (IUL) – recesso. URL consultato il 12 marzo 2015.
  3. ^ verbale dell’Assemblea ordinaria del Consorzio IUL - 25 ottobre 2006 - Punto 2
  4. ^ Verifica dei risultati conseguiti dall’Università Telematica non statale ITALIAN UNIVERSITY LINE - IUL al termine del quinto anno di attività. URL consultato il 12 marzo 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sito ufficiale