Università degli Studi "Gabriele d'Annunzio"

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Università degli Studi "Gabriele d'Annunzio"
Campus.jpg
Stato Italia Italia
Città Chieti, Pescara
Altre sedi Vasto (CH), Lanciano (CH), Torre de' Passeri (PE) e Torrevecchia Teatina (CH)
Fondazione 1965
Tipo Pubblica
Dipartimenti 12
Rettore Carmine Di Ilio
Studenti 29 677 (a.a. 2012/13[1])
Sport CUS Chieti
Sito web www.unich.it
 

L'Università degli Studi "Gabriele d'Annunzio"[2] è un'università pubblica italiana costituita da 12 facoltà distribuite tra le città di Chieti e Pescara: otto facoltà hanno sede nel campus di Chieti e quattro sono dislocate nel polo universitario di Pescara. Alcuni corsi distaccati di laurea si svolgono anche nei comuni di Vasto (CH), Lanciano (CH), Torre de' Passeri (PE) e Torrevecchia Teatina (CH). Il Rettorato e la direzione generale dell'Università hanno sede a Chieti.

Sedi[modifica | modifica wikitesto]

L'insegna dell'entrata all'università

Via dei Vestini 31, 66013 Chieti - tel. +39 0871 3551 Mappa [2]
V.le Pindaro 42, 65127 Pescara - tel. +39 085 45371 Mappa [3]

Scuole e dipartimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ateneo sono presenti le seguenti scuole e dipartimenti:

Veduta della rotatoria di Chieti Scalo che porta sia all'Ospedale Clinicizzato S.S. Annunziata, sia a sinistra all'università, e a destra alle palazzine celesti del Villaggio Mediterraneo, a disposizione degli studenti
  • Scuola di Medicina e Scienze della Salute Dipartimento di Medicina e Scienze dell'Invecchiamento (CH)
    • Dipartimento di Neuroscienze e Imaging
    • Dipartimento di Scienze Psicologiche, Umanistiche e del Territorio
    • Dipartimento di Scienze Mediche, Orali e Biotecnologie
    • Dipartimento di Scienze Sperimentali e Cliniche
  • Scuola delle Scienze Economiche, Aziendali, Giuridiche e Sociologiche (PE)
    • Dipartimento di Economia
    • Dipartimento di Scienze Giuridiche e Sociali
  • Dipartimento di Architettura (PE)
  • Dipartimento di Economia Aziendale (PE)
  • Dipartimento di Farmacia (CH)
  • Dipartimento di Ingegneria e Geologia (CH)
  • Dipartimento di Lettere, Arti e Scienze Sociali (CH)
  • Dipartimento di Lingue Letterature e Culture Moderne (PE)

Dipartimento di Scienze Economico-Quantitative e Filosofico-Educative (CH)

Sigillo[modifica | modifica wikitesto]

Il Sigillo dell'Università raffigura, in forma stilizzata, la testa della Minerva, posta su capitello semplice, su cui è riportata la dicitura "Università degli Studi G. d'Annunzio".

Gabriele d'Annunzio, lo scrittore abruzzese al quale è dedicata l'università

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'ateneo ha iniziato ad attivare i corsi di laurea già nei primi anni sessanta, ma il suo riconoscimento come libera università è avvenuto solo nel 1965, per poi divenire statale nel 1982. A quel tempo, il polo universitario includeva anche le facoltà presenti nella città di Teramo; nel 1993, le facoltà di Medicina veterinaria, Giurisprudenza e Scienze Politiche di Teramo si sono scorporate dalla "d' Annunzio" ed hanno dato vita alla Università di Teramo.

Corsi di laurea[modifica | modifica wikitesto]

Dipartimento di Farmacia[modifica | modifica wikitesto]

La Facoltà è stata inaugurata il 1º settembre 1989.

Il Giardino dei Semplici presso la facoltà di farmacia
  • Corsi di Laurea Magistrale a ciclo unico (5 anni)
(LM13) - Farmacia (numero programmato a livello locale)
(LM13) - Chimica e tecnologie farmaceutiche (numero programmato a livello locale)

Scuola di Medicina e Scienze della Salute[modifica | modifica wikitesto]

La Facoltà è stata inaugurata l'8 luglio 1969 (DPR 327).

Veduta dei palazzi delle facoltà di Chimica e Farmacia
  • Corsi di laurea triennale
(L/SNT1) - Infermieristica (numero programmato)
(L/SNT1) - Ostetricia (numero programmato)
(L/SNT2) - Fisioterapia (numero programmato)
(L/SNT2) - Ortottica ed assistenza oftalmologica (numero programmato)
(L/SNT2) - Terapia occupazionale (numero programmato)
(L/SNT3) - Tecniche di laboratorio biomedico (numero programmato)
(L/SNT3) - Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia (numero programmato)
(L/SNT3) - Dietistica (numero programmato)
(L/SNT3) - Tecniche di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare (numero programmato)
(L/SNT3) - Igiene dentale (numero programmato)
(L/SNT4) - Tecniche della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro (numero programmato)
(L/SNT4) - Assistenza sanitaria (numero programmato)
Scienze e tecniche psicologiche
Scienze delle attività motorie e sportive
  • Corsi di laurea magistrale
(LM/SNT1) - Scienze infermieristiche ed ostetriche (numero programmato)
Psicologia
Psicologia clinica e della Salute
Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate
  • Corsi di laurea magistrale a ciclo unico (6 anni)
(LM41) - Medicina e chirurgia (numero programmato)
(LM46) - Odontoiatria e protesi dentaria (numero programmato)

Dipartimento di Architettura[modifica | modifica wikitesto]

Uno dei quattro palazzi superiori della facoltà di Medicina

La Facoltà è stata inaugurata il 9 marzo 1970 (DPR 441).

  • Corsi di laurea magistrale a ciclo unico (5 anni)
(LM4) - Architettura (numero programmato)

Dipartimento di Ingegneria e Geologia[modifica | modifica wikitesto]

  • Corsi di laurea triennale
(L23) - Ingegneria delle costruzioni
Scienze geologiche
  • Corsi di laurea magistrale
(LM24) - Ingegneria delle costruzioni
Scienze e tecnologie geologiche

Dipartimento di Economia Aziendale[modifica | modifica wikitesto]

Veduta del giardino studentesco
  • Corsi di laurea triennale
Economia e Management
  • Corsi di laurea magistrale
Economia e Management

Dipartimento di Scienze Economico-Quantitative e Filosofico-Educative[modifica | modifica wikitesto]

  • Corsi di laurea triennale
Economia, Mercati e Sviluppo
Filosofia e scienze dell'educazione
  • Corsi di laurea magistrale
Management e sviluppo socioeconomico magistrale
Scienze pedagogiche
Scienze filosofiche

Scuola di Scienze Economiche, Aziendali, Giuridiche e Sociologiche[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa della Madonna delle Piane, vicino l'università

La Facoltà è stata inaugurata il 3 dicembre 1961 presso il Salone dei Marmi del palazzo della Provincia di Pescara; il discorso inaugurale fu affidato al prof. Carlo Izzo.

  • Corsi di laurea triennale
Economia Aziendale
Economia e Commercio
Economia e Informatica per l'Impresa
Ricerca Sociale, Politica della Sicurezza e Criminologia
Servizi Giuridici per l'Impresa
Sociologia e Criminologia
  • Corsi di laurea magistrale
Economia Aziendale
Economia e Commercio

Dipartimento di Lettere, Arti e Scienze Sociali[modifica | modifica wikitesto]

Veduta dei palazzi (sinistra( della facoltà di scienze della filosofia, e di lettere (destra)

La Facoltà è stata inaugurata il 5 ottobre 1961, presieduta dal prof. Ettore Paratore.

  • Corsi di laurea triennale
Beni Culturali
Lettere
Servizio sociale
  • Corsi di laurea magistrale
Beni archeologici e storico-artistici
Filologia, linguistica e tradizioni letterarie
Politiche e Management per il Welfare

Dipartimento di Lingue, Culture e Letteratura Moderne[modifica | modifica wikitesto]

La Facoltà è stata inaugurata il 3 dicembre 1961 ma incorporata alla Facoltà di Economia; la sua scissione avverrà il 30 ottobre 1971.

L'entrata dell'Ospedale S.S. Annunziata
  • Corsi di laurea triennale
Lingue e Letterature Straniere
Mediazione Linguistica e Comunicazione
  • Corsi di laurea magistrale
Lingue, letterature e culture moderne
Lingue straniere per l'impresa e la cooperazione internazionale

L'ospedale clinicizzato Santissima Maria Annunziata[modifica | modifica wikitesto]

La facoltà di medicina dell'ateneo fa riferimento e presiede il polo ospedaliero di Chieti, struttura sanitaria di notevoli dimensioni e organizzata non in reparti ma in cliniche. Presente in esso anche uno tra i maggiori centri italiani di chirurgia bariatrica e dei disturbi dell'obesità.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1]
  2. ^ L'Ateneo: Università degli Studi 'G. d'Annunzio' Chieti e Pescara. URL consultato il 27 agosto 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

università Portale Università: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di università