United Defense M42

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
United Defense M42
UD 42
UD 42
Tipo SMG (mitra)
Origine Stati Uniti Stati Uniti
Impiego
Utilizzatori Taiwan Taiwan
Cina Cina
bandiera Regno d'Italia
Paesi Bassi Paesi Bassi
Stati Uniti Stati Uniti
Cecoslovacchia Cecoslovacchia
Conflitti Seconda guerra mondiale
Guerra civile cinese
Produzione
Date di produzione 1939-1943
Numero prodotto 1 anno
Varianti UD 42 in .45 ACP
Descrizione
Peso 4,11 kg
Lunghezza 820 mm
Lunghezza canna 279 mm
Calibro 9 mm (in alcuni .45 ACP)
Tipo munizioni 9 × 19 mm Parabellum
Azionamento Massa battente (blowback)
Cadenza di tiro 700 colpi/min
Velocità alla volata 400 m/s
Alimentazione caricatore da 20 colpi
Organi di mira tacca posteriore regolabile

[senza fonte]

voci di armi da fuoco presenti su Wikipedia

L'UD42 era un mitra della seconda guerra mondiale della United Defence Supply, una azienda dello stato creata proprio per lo sviluppo di nuove armi.

Molto simile in apparenza al Thompson M1 era, però, sprovvisto di impugnatura posteriore a pistola (ma provvista di quella anteriore), alimentata solo con caricatori a stecca da 20 colpi, uniti a due a due per velocizzare l'operazione di ricarica. La produzione iniziò alla fine degli anni '30 e inizio '40: era una pistola mitragliatrice a massa battente (blowback), inizialmente pensata per sostituire il mitra Thompson, poi distribuita ai movimenti partigiani in Europa, Indie olandesi e Cina. Arma di ottima fattura, era dotata di una culatta speciale che teneva fuori il terriccio, ma era anche sensibile al fango, costosa e laboriosa da produrre. Inoltre i caricatori di lamiera stampata erano facilmente danneggiabili.

Pur essendo una ottima arma fu prodotta in pochi esemplari e non fu molto usata dall'esercito americano a causa della concorrenza che gli faceva il mitra Thompson, migliore, più potente e più affidabile (nonché conosciuto). Ebbe maggior successo come mitra paracadutato alla Resistenza delle zone occupate (a partire da Creta, dove forze partigiane guidate da inglesi lo usarono ampiamente) anche perché il proiettile di 9 × 19 mm Parabellum poteva essere preso ai tedeschi, al contrario del .45 ACP che doveva essere paracadutato, perché usato solo dagli USA (e infatti in questo calibro furono prodotti solo sei esemplari).

Oggi è un'arma abbastanza ricercata dai collezionisti di oggetti della II G.M., proprio a causa della sua rarità.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]