Unità Popolare (Cile)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
U.P.
Unidad Popular
(Unità Popolare)
Unidad Popular 1973.png
Leader Salvador Allende
Presidente Clodomiro Almeyda
Stato Cile Cile
Fondazione 9 ottobre 1969
Dissoluzione 1980
Sede Santiago del Cile
Ideologia Comunismo
Marxismo,
Socialismo
Socialismo democratico,
Socialdemocrazia
Radicalismo
Collocazione Sinistra
Marcia a favore di Allende

Unità Popolare[1] (UP) fu un'alleanza dei partiti di centro-sinistra cileni che sostenne Salvador Allende alle Elezioni presidenziali in Cile del 1970.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu fondata nel dicembre del 1969 per rimpiazzare il Frente de Acción Popular alle presidenziali; era formata da socialisti, comunisti, radicali e dissidenti Cristiano-Democratici. Comprendeva la maggior parte dei partiti di centro-sinistra cileni come il Partito Socialista Cileno, il Partito Comunista del Cile, il Partito Radicale e il Movimento d'Azione Popolare Unitario. Tuttavia ottenne l'appoggio anche dalla Federazione dei Sindacati Nazionali e dalla CUT (Central Única de Trabajadores).

Il suo leader, Salvador Allende, era un marxista, co-fondatore del Partito Socialista Cileno. Inizialmente però il Partito Comunista del Cile propose come candidato presidente il premio Nobel Pablo Neruda.

Il 4 settembre 1970 Salvador Allende ottenne il maggior numero di voti, il 36.29 %. Il 24 ottobre il Congresso Nazionale Cileno ratificò la sua elezione: Salvador Allende poté così iniziare a mettere in pratica il programma della Unidad Popular.

La Unidad Popular trovò però una forte opposizione interna al paese sia dalla destra reazionaria che dalla borghesia che vedeva messo in pericolo lo stato democratico. La Unidad Popular venne travolta dal Golpe del 1973; Salvador Allende morì durante l'attacco alla Moneda mentre i suoi collaboratori vennero uccisi e torturati oppure scapparono all'estero. La Unidad Popular continuò ad esistere in esilio fino al 1980.

L'inno della Unidad Popular, "Venceremos" fu scritto da Claudio Iturra (parole) e Sergio Ortega (musica) e fu inciso, tra gli altri, dagli Inti-Illimani, da Victor Jara e anche da Milva.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonti librarie che attestano l'uso del termine italiano.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]