Unità 61398

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Unità 61398
Descrizione generale
Nazione Cina Repubblica Popolare Cinese
Servizio China Emblem PLA.svg Esercito Popolare di Liberazione
Tipo APT
Ruolo Guerra elettronica
Guerra cibernetica
Guarnigione/QG Pudong, Shanghai
Battaglie/guerre Operazione GhostNet
Operazione Aurora
Operazione Shady RAT

[senza fonte]

Voci su unità militari presenti su Wikipedia

L'Unità 61398 (Caratteri cinesi semplificati: 61398部队) è una divisione informatica dell'Esercito Popolare di Liberazione che è stata più volte accusata di essere la sorgente degli attacchi hacker cinesi.[1] Il 19 maggio 2014 il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti d'America ha annunciato che il Grand jury ha accusato 5 dipendenti dell'Unità 61398 di spionaggio industriale a danno di alcune società americane quali: Alcoa, Westinghouse Electric, SolarWorld, US Steel e Allegheny Technology.[2]

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'unità, conosciuta anche come 2°ufficio, fa parte del 3°dipartimento dello stato maggiore dell'Esercito Popolare di Liberazione che svolge attivita di intelligence simili a quelle della americana NSA. L'unita secondo vari esperti sarebbe composta da circa 2000 impiegati

Secondo un report della società di sicurezza informatica Mandiant, sussistono le prove per affermare che l'Unità 61398 possiede un virus APT1, parte di una minaccia che ha attaccato un vasto numero di società ed enti governativi fin dal 2006. L'APT1 viene descritto come facente parte di 4 grandi network a Shanghai, due dei quali nell'area di Pudong.[3]

La Dell ritiene responsabile questa unità dell'operazione Shady RAT, una massiccia campagna di cyberspionaggio, scoperta nel 2011, indirizzata a più di 70 organizzazioni mondiali tra cui: l'ONU e agenzie federali di USA, Taiwan, Sud Corea e Vietnam[3]

Il governo cinese, dal canto suo, ha sempre respinto ogni accusa di hacking ed ha bollato le affermazioni di Mandiant rigurado all'unità, come "non professionali".

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

L'Unità viene menzionata nell'episodio 12 della quinta stagione di NCIS: Los Angeles

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.nytimes.com/2013/02/19/technology/chinas-army-is-seen-as-tied-to-hacking-against-us.html?emc=na&_r=2&
  2. ^ Spionaggio industriale, gli Usa attaccano Pechino e incriminano 5 militari cinesi: "Danni per 400 mld l'anno" - Repubblica.it
  3. ^ a b Mandiant Intelligence Center Report | Mandiant®

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]