Unione della Patria (Estonia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Partito politico}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.

L'Unione della Patria (in estone: Isamaaliit), anche nota come Unione Pro Patria[1], è stata un partito politico attivo in Estonia dal 1995 al 2007. Esso si è affermato dalla fusione tra due soggetti distinti:

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'Unione della Patria si presentò per la prima volta alle elezioni parlamentari del 1995, in cui ottenne il 7,9%. Il risultato fu nettamente inferiore a quello che i due partiti fondatori conseguirono alle precedenti elezioni parlamentari del 1992: in tale occasione, infatti, il Partito della Coalizione Nazionale della Patria ottenne il 22%, riuscendo ad esprimere il proprio leader Mart Laar come Primo ministro; il Partito dell'Indipendenza Nazionale Estone conseguì l'8,8%.

L'Unione della Patria accrebbe i suoi consensi alle elezioni parlamentari del 1999, quando ottenne il 16,1%; Mart Laar tornò ad essere Primo ministro tra il 1999 e il 2002. Alle successive elezioni parlamentari del 2003 il partito ottenne il 7,3% mentre, alle elezioni europee del 2004, arrivò al 10,5%. Infine, nel 2007, il partito si fuse con Res Publica: il nuovo soggetto ha assunto la denominazione di Unione della Patria e Res Publica

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Economist