Unione Sportiva Internazionale Napoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Unione Sportiva Internazionale Napoli
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Blu e Bianco (Bordato).png blu-bianco
Dati societari
Città Napoli
Paese Flag of Italy (1861-1946).svg Italia
Confederazione FIFA
Federazione Flag of Italy (1861-1946).svg FIGC
Fondazione 1911
Scioglimento 1922
Stadio Bagnoli, Napoli
(? posti)
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

L'Unione Sportiva Internazionale Napoli era una società calcistica di Napoli. Fondata nel 1911, nel 1921 assorbì il Pro Napoli, terza squadra del capoluogo partenopeo[1], e nel 1922 si fuse con il Naples dando vita all'Internaples.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La società fu fondata da una componente inglese del Naples Football Club, che nel 1911, capitanata da Bayon e Steinnegger, si separò dal club originario. La nuova squadra adottò una maglia blu scuro con macchia bianca, ispirata, come la divisa del Naples, ai colori del Golfo di Napoli. Il campo di gioco era a Bagnoli, con posti a sedere su seggiole allestite ad hoc al prezzo di 50 centesimi di lire[2].

Una formazione dell'Internazionale Napoli nella stagione 1912-1913

L'esordio avvenne il 27 ottobre 1912, con una vittoria per 3-2 contro il Roman Football Club. Facevano parte della squadra Steinegger, l'inglese Fowles, l'elvetico Yenni[3], il portiere Pepèn Cangiullo proveniente dall'Audacia Napoli, dalla Società Sportiva Napoli i fratelli Matacena e Mascoli, De Giuli ed il marchese Paduli[4]. Nel 1912, anno della sua fondazione, la FIGC decise di ammettere al campionato di Prima Categoria (allora la massima serie) le squadre del centro-sud. L'Internazionale affrontò in uno scontro fratricida il Naples nella semifinale centro-sud, alla fine fu il Naples a uscirne vincitore grazie a due vittorie per 2-1 e 3-2. Nella stagione successiva l'Internazionale si prese la rivincita eliminando il Naples sempre nella semifinale centrosud prima di perdere la finale centrosud contro la Lazio. Le due squadre partenopee si affrontarono ancora una volta nelle semifinali centrosud nel 1915, ma dopo la gara d'andata (vinta dall' Internazionale 3-0), il torneo venne sospeso a causa dell'entrata in guerra dell'Italia nella Prima guerra mondiale.

Finita la guerra nel 1919 il campionato riprese. Rispetto all'ultimo campionato il numero delle squadre partecipanti aumentò a dismisura soprattutto nel nord. Anche il numero di squadre campane partecipanti al campionato aumentò di molto; se nella stagione 1914-15 le squadre campane iscritte alla prima categoria erano solo due (il Naples e l'Internazionale), nel 1919 erano aumentate a 5: oltre alle due rivali partenopee, si iscrissero Puteolana, Pro Caserta e Pro Napoli. Negli anni dal 1919 al 1922 l'Internazionale disputò il girone campano di Prima Categoria, ma non brillò particolarmente raggiungendo al massimo le semifinali interregionali.

Nel 1922 la frattura italo-inglese del calcio partenopeo fu ricomposta, per ragioni di carattere finanziario: l'Internazionale e il Naples, entrambe in difficoltà economiche, attuarono una fusione, dando così vita al Foot-Ball Club Internazionale-Naples, meglio noto come FBC Internaples.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'Unione Sportiva Internazionale Napoli
  • 1911: · Fondazione dell'Unione Sportiva Internazionale Napoli
  • 1912-13: · 2o nel Campionato Campano di Prima Categoria
  • 1913-14: · 1o nel Campionato Campano di Prima Categoria
    Finalista del Campionato dell'Italia Meridionale di Prima Categoria
  • 1914-15: · Semifinalista nel Campionato Campano di Prima Categoria[5]
  • 1916: · 2o nella Coppa Internazionale
  • 1917: · Vince la Coppa Federale. Vince la Coppa Internazionale
  • 1918: · Vince la Coppa Internazionale
  • 1919: · Partecipa alla Coppa Reichlin
    Partecipa al Trofeo Il Corriere di Napoli
    Partecipa alla Coppa YMCA
  • 1919-20: · 1o nel Campionato Campano di Prima Categoria
    3o nel Girone B delle semifinali Interregionali di Prima Categoria
    Vince la Coppa Reichlin

Gli stadi[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

1914/1915
1913/1914

Tutte le partite dell'Internazionale Napoli[modifica | modifica wikitesto]

Campionato 1913-14[modifica | modifica wikitesto]

  • Semifinale Italia Meridionale
domenica 26 gennaio 1914 Naples 1 - 1 Internazionale NA Sede: Napoli
Arbitro: Torrazzi
Reichlin Lattard


domenica 2 febbraio 1914 Internazionale NA 2 - 1 Naples Sede: Napoli
Arbitro: Torrazzi
Scarfoglio
Scarfoglio
Eastwood
  • Finale Centro-meridionale
domenica 3 maggio 1914 Lazio 1 - 0 Internazionale NA Sede: Roma
Arbitro: Bellucci
Di Napoli


domenica 10 maggio 1914 Internazionale NA 0 - 8 Lazio Sede: Napoli
Arbitro: Torrazzi
Saraceni (3)
Consiglio (3)
Faccani (2)

Campionato 1914-15[modifica | modifica wikitesto]

Data Note Marcatori Spettatori paganti Turno
18.04.15 Internazionale Naples 4 1 (1) Campionato campano
25.04.15 Naples Internazionale 1 1 (1) Campionato campano
Internazionale Naples 3 0 Campionato campano
Note:

(1) Entrambe le partite furono annullate per brogli e si dovettero ripetere; il torneo fu poi sospeso per l'entrata in guerra dell'Italia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sergio Salvi, Alessandro Savorelli. Tutti i colori del calcio. Le Lettere, Firenze, 2008. ISBN 88-6087-178-6
  2. ^ Storia Del Club, a cura di Valerio Rossano e Pietro Gentile, Napoli2000.com, URL consultato il 29/01/2009.
  3. ^ Scheda di Gianni Infusino, Il pallone d'oro, Edizioni Perna, pagina 99
  4. ^ Scheda di Gianni Infusino, Il pallone d'oro, Edizioni Perna, pagina 100
  5. ^ Questa competizione non fu mai portata a termine a causa degli eventi bellici.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]