Union Pacific Big Boy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Union Pacific Big Boy
Locomotiva a vapore
Locomotiva Big Boy 4014 esposta a Pomona
Locomotiva Big Boy 4014 esposta a Pomona
Anni di progettazione 1940
Anni di costruzione 1941 - 1944
Anni di esercizio 1941 - 1961
Quantità prodotta 25
Costruttore American Locomotive Company
Dimensioni 40,500 mm x ?? x 4.940 mm
Massa in servizio 548,3 t (compreso il tender a pieno carico)
Massa aderente 247,2 t
Rodiggio 2' D D 2′
Potenza oraria 6.250 CV
Velocità massima omologata 80 miglia/h
Alimentazione a carbone
La Big Boy 4023 esposta a Omaha, nel Nebraska.
Il gigantesco tender di una Big Boy.

La locomotiva a vapore Big Boy è una gigantesca locomotiva articolata della Union Pacific Railroad, oggi non più in servizio, della classe 4000 (4-8-8-4) costruita dalla American Locomotive Company.

Il 23 luglio 2013, la Union Pacific Railroad ha riottenuto la proprietà della Big Boy 4014, donata il 7 dicembre 1961 alla Southern California Chapter, per le operazioni necessarie alla sua nuova messa in esercizio[1]. Il tempo previsto per questi lavori va dai tre ai cinque anni[2]. Questa locomotiva ha percorso fino ad ora 1 659 564 km nei suoi 20 anni di servizio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo di locomotive nacque tra il 1941 e il 1944 in seguito alla esigenza della Union Pacific Railroad di avere un potente rotabile di trazione in grado di evitare l'uso della doppia trazione e nelle conseguenti operazioni duplicate di accudienza lungo le linee accidentate delle Wasatch Mountains dell'est dello Utah e occidentali del Wyoming. In collaborazione con la American Locomotive Company, l'ufficio studi della compagnia ferroviaria sviluppò il progetto di quella che sarebbe poi stata denominata Big Boy. In totale vennero realizzate 25 Big Boy in due gruppi di 10 unità ed un ultimo di 5.

Erano tutte alimentate a carbone, con griglie di superficie elevata per poter utilizzare il carbone di bassa qualità delle miniere dello Wyoming. Una delle locomotive, la 4005, fu convertita sperimentalmente per bruciare olio minerale pesante (nafte nere pesanti, sottoprodotti petroliferi) ma la conversione si rivelò poco efficace perché ne abbassava in modo sostanziale il rendimento globale e la macchina venne presto riportata allo stato di origine.

Le Big Boy fornirono un importante servizio nel corso della seconda guerra mondiale, ma nell'immediato dopoguerra sia l'aumento del prezzo del carbone che la dieselizzazione sempre più spinta ne diminuirono sempre più l'utilizzazione anche se si trattava delle locomotive più recenti. Le Big Boy cessarono di essere utilizzate nell'estate del 1959. La maggior parte di esse vennero accantonate ancora efficienti nel 1961, mentre 4 unità rimasero operative a Green River nel Wyoming fino a tutto il 1962.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Le locomotive Big Boy sono tra le più potenti macchine a vapore mai costruite con una potenza di 4.700 kW sviluppata nonostante l'uso di carbone di qualità bassa. Le locomotive, di rodiggio 4-8-8-4, sono articolate combinando due meccanismi motori composti da 4 assi accoppiati e carrello di guida in disposizione perfettamente simmetrica; si tratta di una delle applicazioni più appariscenti della configurazione meccanica Mallet anche se il motore venne costruito a semplice espansione anziché doppia come era la caratteristica tipica delle Mallet .

Erano state progettate per trainare treni merci di oltre 3.600 t sulle rampe delle Wasatch Mountains nello Utah a velocità di 60 km/h.

Locomotive preservate[modifica | modifica wikitesto]

Le locomotive sopravvissute sono otto delle venticinque costruite e si trovano esposte nelle seguenti località:

La locomotiva 4014 rimarrà nel luogo indicato fino all'inizio dei lavori di ripristino.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Union Pacific Railroad Acquires Big Boy Locomotive No. 4014
  2. ^ Big Boy No. 4014

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

William W. Kratville, "Big Boy", Omaha: Kratville Publications, 1972.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti