Unconditionally

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Unconditionally
Katy Perry - Unconditionally.jpg
Screenshot tratto dal videoclip del brano
Artista Katy Perry
Tipo album Singolo
Pubblicazione 16 ottobre 2013
Durata 3 min : 48 s
Album di provenienza Prism
Genere Power pop[1]
Synth pop
Etichetta Capitol
Produttore Dr. Luke, Max Martin, Cirkut
Registrazione Marzo 2013, MXM Studios (Stoccolma, Svezia), Conway Recording Studios (Hollywood, California)
Formati Download digitale
Certificazioni
Dischi di platino Danimarca Danimarca[2]
(Vendite: 15.000+)
Australia Australia[3]
(vendite: 70 000+)
Italia Italia[4]
(vendite: 30 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (2)[5]
(Vendite: 1.000.000+)
Katy Perry - cronologia
Singolo precedente
(2013)
Singolo successivo
(2013)

Unconditionally è il secondo singolo estratto dall'album Prism della cantante statunitense Katy Perry. È stato composto da Katy Perry e i produttori Dr. Luke, Max Martin e Cirkut. Il brano è una ballata mid-tempo pop, entrato in rotazione nelle stazioni radiofoniche il 16 ottobre 2013 e reso disponibile su iTunes il 22 ottobre[6]. Il testo affronta l'accettare i difetti di una persona cara attraverso un amore incondizionato. La canzone ha ricevuto un discreto successo commerciale in tutto il mondo, scalando le classifiche in quattordici paesi del mondo, tra cui Italia (al numero 6), Australia (al numero 11), Canada (al numero 13) e Stati Uniti (al numero 14).

Composizione[modifica | modifica sorgente]

Unconditionally è un brano power pop, rock e ballad elettronica dalla durata di 3 minuti e 48 secondi. Contiene elementi di musica pop e EDM. Il brano "esplode" durante il ritornello con una forte batteria a percussioni tribale, mentre la Perry risponde all'intensità della strumentazione con le sue potenti linee vocali. La cantante stessa ha detto che Unconditionally è la sua canzone preferita di Prism, e che parla di un "amore incondizionato" che potrebbe venire in tutte le forme, da un amore fraterno, materno o paterno[7]. Ha rivelato inoltre a Entertainment Weekly che l'ispirazione per il brano venne in parte dal suo rapporto col fidanzato John Mayer e in parte al suo viaggio filantropico in Africa: "Sono andata in Madagascar e ho fatto un viaggio con l'UNICEF che ha cambiato la mia vita e mi ha dato questa canzone. Ha il semplice messaggio di amare una persona e accettarla, il brano insegna a non essere così coscienti di sé, non si deve temere, perché ognuno ha i propri difetti. Nessuno è esente da problemi. Ognuno ha le imperfezioni e non sarà mai perfetto, e accettare e capire questo, soprattutto in un rapporto, fa spazio per una sorta di amore vero e genuino"[8].

Il 31 ottobre viene svelata la copertina di Unconditionally, che mostra la cantante sdraiata sopra il cofano di un'auto nera, ricoperta quasi interamente da fiori, in un paesaggio sabbioso[9].

Critiche[modifica | modifica sorgente]

Subito dopo il rilascio Unconditionally ha ricevuto critiche positive. È stata definita come una power ballad con un "coro epico".[10] Jason Lipshutz di Billboard ha dichiarato che Unconditionally sia il brano più "maturo" contenuto in Prism[11] mentre Francesco Chignola (TV Sorrisi e Canzoni) l'ha definita come "una canzone forse più convenzionale di quelle che l’hanno preceduta nell’album, ma è matura e assolutamente efficace".[12] James Shotwell ha reagito positivamente alla canzone, dicendo che il brano è il suo preferito finora e che non vede l'ora di ascoltare il resto dell'album; ha anche detto a i suoi lettori che la canzone deve essere ascoltata da tutti. Carson Daly su AMP Radio non ha esitato a esprimere il suo entusiasmo: "Mi piace. Penso che Katy Perry sia al suo meglio. Quando lei sta cantando con la carica emotiva mid-tempo, mi ricorda Teenage Dream o Part of Me, alcuni dei suoi più grandi record. C'è un senso di urgenza per esso... sembra senza tempo"[13]. Molti critici televisivi apprezzano il brano e dicono che Katy si trova nel suo momento migliore[14].

Promozione[modifica | modifica sorgente]

Il 22 ottobre 2013 la canzone è stata eseguita per la prima volta, insieme ad altri brani di Prism all'iHeartRadio a Los Angeles[15]. Il brano viene cantato il giorno dopo al concerto "We Can Survive" con Bonnie McKee, Kacey Musgraves, Sara Bareilles, Ellie Goulding e il duo Tegan and Sara all'Hollywood Bowl di Los Angeles[16]; e alla versione australiana di The X Factor il 28 ottobre insieme a Roar[17]. Il 10 novembre Katy Perry si è esibita dal vivo con Unconditionally agli MTV Europe Music Awards 2013 ad Amsterdam[18], cantando all'altezza di circa 10 metri, con dei ballerini che scalpitavano con i veli della sua lunga gonna. Alla fine la cantante rimane con un body ricoperto interamente di specchi che riflettevano i fasci luminosi dei led creando un grande effetto di luce[19]. Si è esibita inoltre per l'apertura degli American Music Awards del 2013 il 24 novembre, in un abito in stile geisha e con ambientazioni orientali.[20]. Il 5 dicembre Katy Perry arriva in Italia cantando Unconditionally alla semifinale di X Factor[21].

Video[modifica | modifica sorgente]

Il video ufficiale è stato girato nel mese di ottobre 2013 a Londra[22], ed è stato diretto dal regista Brent Bonacorso. La clip è stata ispirata dai film Dangerous Liaisons del 1988, e Anna Karenina del 2012[23]. Un'anteprima per il video musicale è stata rilasciata il 14 novembre 2013[24]; il video viene rilasciato il 19 novembre su MTV[25] e il 20 novembre sul canale VEVO. Il regista Brent Bonacorso, parlando di Katy Perry ha dichiarato che: “Quando canta questa canzone, lei non lo fa con leggerezza. Questo amore di cui parla è come una forza della natura, una tempesta epica e questo è sicuramente qualcosa che volevo catturare”.

Il video si apre con la Perry da sola in abito bianco che canta sotto la neve, e poi circondata da ballerini a coppie in una sala da ballo in stile ottocentesco. La cantante poi in possesso di un gufo lo fa volare libero, simbolo dell'amore che si deve lasciare andare. Le danze rinascimentali dei ballerini si interrompono da un letto che prende a fuoco, come la cantante stessa, vestita in abito dorato: l’amore può bruciare come l’inferno, dentro ognuno di noi e lo si deve fare uscire. Vengono mostrate scene che dimostrano diversi tipi di amore incondizionato, come ad esempio una madre con in grembo un bambino o due amanti che si abbraciano. Mentre la canzone comincia a raggiungere il suo culmine i ballerini si allontanano dalla cantante, la quale viene investita da una macchina nera. L'incidente stradale è una delle immagini chiave del video: l'innamoramento è come essere investiti da un'auto, ti colpisce di punto in bianco e rappresenta la natura improvvisa e quasi violenta di amore, che può cambiare il mondo interiore. Nell'impatto migliaia di piccoli detriti rotti della macchina si trasformano in fiori dietro di lei, perché l'impatto è gioioso e meraviglioso, forte quando entra nella vita di ogni persona. Alla fine del video, la cantante è distesa sopra la macchina che l'ha investita, coperta di fiori (questa scena viene utilizzata per la copertina del singolo)[26][27].

Video promozionale[modifica | modifica sorgente]

Due giorni dopo la pubblicazione della canzone, il 18 ottobre, è stato rilasciato un video promozionale su VEVO e YouTube[28][29]. Il video, diretto da Aya Tanimura, è interamente in bianco e nero, e mostra l'attrice Janell Shirtcliff e un androgina modella Erika Linder che esprimono il loro incondizionato amore omosessuale.[30]. La ragazza canta con passione e angoscia, chiaramente infelice e instabile verso il ragazzo; e mentre le parole scorrono sullo schermo. Entrambi non stanno mai nello stesso fotogramma, tranne alla fine, quando ci si rende conto che sono due donne. Lucas Villa, di Examiner, ha notato che "la clip cattura la passione dietro la performance di Katy. L'amore è universale e questo messaggio si trasmette attraverso questo potente lyric video"[31]. Amy Sciarretto del Pop Crush, ha commentato: "è semplice ma forte, entrambe le attrici portano un sacco di emozioni con gli occhi e il linguaggio del corpo durante il video"[32].

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Classifica (2013) Posizione
massima
Australia[33] 11
Austria[34] 16
Belgio (Fiandre)[35] 49
Belgio (Vallonia)[35] 26
Bulgaria[36] 5
Canada[37] 13
Corea del Sud[38] 9
Francia[39] 38
Germania[40] 22
Irlanda[41] 27
Italia[42] 6
Libano[43] 6
Messico[44] 17
Nuova Zelanda[45] 26
Paesi Bassi[46] 53
Polonia[47] 17
Regno Unito[48] 25
Repubblica Ceca[49] 7
Slovacchia[50] 11
Spagna[51] 40
Stati Uniti[52] 14
Sud Africa[53] 8
Svezia[54] 48
Svizzera[55] 27

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Listen: Katy Perry Wails on New Single "Unconditionally" - New Song - Fuse
  2. ^ Katy Perry - Unconditionally | ifpi.dk
  3. ^ (EN) Disco di platino in Australia.
  4. ^ Certificazioni online, anno 2014, settimana 3, FIMI. URL consultato il 25 gennaio 2014.
  5. ^ Chart Watch: Thanks Oscar. Love, Idina | Chart Watch - Yahoo Music
  6. ^ KATY PERRY, ‘UNCONDITIONALLY’ – SONG REVIEW. URL consultato l'8 novembre 2013.
  7. ^ Katy Perry: Hanging with Stevie Nicks & Ariana Grande. URL consultato l'8 novembre 2013.
  8. ^ Katy Perry rivela come John Mayer e l'Africa hanno ispirato al suo nuovo singolo. URL consultato il 9 novembre 2013.
  9. ^ Copertina di Unconditionally. URL consultato il 9 novembre 2013.
  10. ^ (EN) Edna Gundersen, Katy Perry sheds light on 'Prism' at L.A. preview event, USA Today, 13 settembre 2013. URL consultato il 21 ottobre 2013.
  11. ^ (EN) Jason Lipshutz, Katy Perry's 'Prism' Album Preview: 10 Things You Need To Know, Billboard, 6 settembre 2013. URL consultato il 21 ottobre 2013.
  12. ^ Francesco Chignola, Katy Perry torna con Prism: la recensione brano per brano, TV Sorrisi e Canzoni, 16 ottobre 2013. URL consultato il 21 ottobre 2013.
  13. ^ Carson Daly Premieres Katy Perry’s “Unconditionally” On AMP Radio. URL consultato l'8 novembre 2013.
  14. ^ Ricezione di James Shotwell. URL consultato il 5 novembre 2013.
  15. ^ Live stream: Katy Perry's 'Prism' album release party. URL consultato il 5 novembre 2013.
  16. ^ Katy Perry Hosts Famous Friends, Previews Next Tour at Hollywood Bowl: Live Review. URL consultato il 5 novembre 2013.
  17. ^ Katy Perry si esibisce con Roar e Unconditionally al "The X Factor Australia". URL consultato il 5 novembre 2013.
  18. ^ Katy Perry, Will Ferrell to perform at MTV EMAs. URL consultato il 5 novembre 2013.
  19. ^ Esibizione di Unconditionally. URL consultato il 13 novembre 2013.
  20. ^ Katy Perry ai American Music Awards 2013. URL consultato il 27 novembre 2013.
  21. ^ Katy Perry alla semifinale di X Factor Italia. URL consultato il 3 gennaio 2014.
  22. ^ Il video ufficiale girato a Londra. URL consultato il 4 novembre 2013.
  23. ^ Il video ufficiale ispirato a Anna Karenina. URL consultato il 24 novembre 2013.
  24. ^  KatyPerryVEVO. (EN) Katy Perry - Unconditionally (Music Video Preview). YouTube, 14 novembre 2013. URL consultato in data 13 dicembre 2013.
  25. ^ Video rilasciato su MTV. URL consultato il 24 novembre 2013.
  26. ^ Video sul canale VEVO. URL consultato il 24 novembre 2013.
  27. ^ Significato del video svelato dal regista. URL consultato il 24 novembre 2013.
  28. ^ Lyric video di Unconditionally su VEVO. URL consultato il 4 novembre 2013.
  29. ^ Lyric video di Unconditionally su You Tube. URL consultato il 4 novembre 2013.
  30. ^ Twitter di Katy Perry sul Lyric video di Unconditionally. URL consultato il 4 novembre 2013.
  31. ^ Recensione di Examiner sul Lyric video di Unconditionally. URL consultato il 9 novembre 2013.
  32. ^ Recensione di Pop Crush sul Lyric video di Unconditionally. URL consultato il 9 novembre 2013.
  33. ^ Classifica in Australia, ARIA Charts. URL consultato il 21 marzo 2014.
  34. ^ Classifica in Austria, Ö3 Austria Top 40. URL consultato il 21 marzo 2014.
  35. ^ a b Classifica in Belgio, Ultratop. URL consultato il 21 marzo 2014.
  36. ^ Classifica in Bulgaria, IFPI. URL consultato il 13 dicembre 2013.
  37. ^ Classifica in Canada, Billboard. URL consultato il 5 dicembre 2013.
  38. ^ Classifica in Corea del Sud, Gaon Chart. URL consultato il 30 novembre 2013.
  39. ^ Classifica in Francia, SNEP. URL consultato il 21 marzo 2014.
  40. ^ Classifica in Germania, Media Control Charts. URL consultato il 21 marzo 2014.
  41. ^ Classifica in Irlanda, IRMA. URL consultato il 21 marzo 2014.
  42. ^ Classifica in Italia, FIMI. URL consultato il 21 marzo 2014.
  43. ^ Classifica in Libano, Billboard. URL consultato il 26 gennaio 2014.
  44. ^ Classifica in Messico, AMPROFON. URL consultato il 20 dicembre 2013.
  45. ^ Classifica in Nuova Zelanda, RIANZ. URL consultato il 21 marzo 2014.
  46. ^ Classifica nei Paesi Bassi. URL consultato il 21 marzo 2014.
  47. ^ Classifica in Polonia, ZPAV. URL consultato il 21 marzo 2014.
  48. ^ Classifica in Regno Unito, Official Charts Company. URL consultato il 21 marzo 2014.
  49. ^ (CS) Classifica nella Repubblica Ceca. URL consultato il 21 marzo 2014.
  50. ^ Classifica nella Slovacchia. URL consultato il 21 marzo 2014.
  51. ^ Classifica in Spagna, PROMUSICAE. URL consultato il 21 marzo 2014.
  52. ^ Classifiche negli Stati Uniti, Billboard. URL consultato il 13 dicembre 2013.
  53. ^ Classifica in Sud Africa, IFPI. URL consultato il 21 marzo 2014.
  54. ^ Classifica in Svezia, Sverigetopplistan. URL consultato il 21 marzo 2014.
  55. ^ Classifica in Svizzera, Schweizer Hitparade. URL consultato il 21 marzo 2014.
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica